come scegliere zaino prima elementare

Si avvicina settembre e con lui l'inizio delle lezioni scolastiche!
L'inizio della scuola elementare prevede non solo una buona dose di emozioni per noi genitori, ma anche l'acquisto di ciò che è necessario per fare affrontare al meglio questa nuova meravigliosa avventura che aspetta i nostri bambini! 

Questa sarà una novità anche per noi, Cecilia a Settembre inizierà il primo prima anno di scuola elementare (e Carolina il primo anno di scuola materna) e così abbiamo già iniziato un po' di acquisti per quello che servirà per la scuola! 

Ecco allora alcuni semplici consigli per chi come noi deve scegliere lo zaino per la prima elementare!

14113819_10210218739166918_2027760803_o(1)

1. Per la scelta del personaggio o della fantasia, assecondate pure i gusti dei vostri bambini, assicurandovi solo che la scelta non sia dettata da un amore passeggero ma piuttosto da una passione duratura (Cecilia da sempre ama gli animali di tutti i tipi e per questo quando ha visto lo zaino del WWF mi è sembrato un'ottima scelta! Se mi avesse chiesto un personaggio dei cartoni avrei cercato di trovare in comune accordo un'alternativa perché so che in questo le sue preferenze cambiano continuamente! Se però fosse stata un'appassionata che so di Frozen da sempre, allora sarei andata sul sicuro).

2. Fate sempre provare lo zaino al bambino e assicuratevi che lo senta confortevol.

3. Fate aprire e chiudere lo zaino al vostro bambino ed assicuratevi che lo faccia con facilità, e che le chiusure sino robuste.

4. Preferite gli zaini che hanno una patta sopra la zip della tasca superiore. In questo modo in caso di pioggia non si bagnerà ciò che è contenuto nella tasca! 

5. Trolley sì o trolley no? Noi abbiamo optato per uno zaino senza trolley, e abbiamo acquistato il trolley a parte a cui attaccarlo! In questo modo il trolley non pesa sulle spalle quando lo si vuole portare così, ed è più semplice da lavare. In più ci tornerà di sicuro utile in altre occasioni e anche per la seconda bambina!

6. Non riducetevi all’ultimo momento ma non acquistate il vostro zaino per la prima elementare nemmeno troppo presto. In questo modo, sia voi che il vostro bambino o la vostra bambina riuscirete a farvi meglio un’idea di quello che può fare per voi, non rischierete di vederne uno meglio dopo e magari potrete anche approfittare di qualche offerta!

14124090_10210218739486926_1290991653_o
ricetta passato di verdura primavera estate
Il passato di verdura è una ricetta molto amata dalle mie bambine!
Molti non ci credono ma quando comunico a Cecilia e Carolina che per pranzo o per cena ci sarà il passato di verdura loro saltellano felici di gioia, perché è uno dei loro piatti preferiti!

Sarà che sono state da sempre abituate a mangiare tante verdure, sarà che cerco di proporne sempre un’ampia varietà, sia crude che cotte, ma le verdure qui per fortuna vanno alla grande!
Tra l’altro non riesco proprio a capire chi proprio non ama le verdure o chi pensa di dovere costringere a mangiarne!

Io le verdure, sapientemente presentate, condite, crude o cotte, le amo e le trovo veramente buone!! Non potrei mai vivere senza verdure!
Chi mai potrebbe dovermi costringere a mangiare qualcosa di buono?! Sono io la prima a volerlo fare…

Il passato di verdure però che le mie bambine amano è un passato ben preciso, preparato in un determinato modo e non mischiando magari le verdure rimaste in frigo ogni volta in varietà e quantità diverse!

Il passato di verdura, nella ricetta primavera estate, è per noi fatto così: cipolla, carote, zucchine, patata, bietole e molti borlotti.
La sua versione invernale è uguale, ma al posto delle zucchine metto broccoletti e cavolfiore e utilizzo i borlotti surgelati!

Altro ingrediente fondamentale  per la realizzazione del perfetto passato di verdure per le mie bambine è il passa-verdure!

Guai ad usare il minipimer perché il palato esigente delle mie piccole critiche culinarie se ne accorgerebbe!

71U0 ffG3TL._SL1181_

Scherzi a parte sono la prima a preferire il passato di verdura reso perfettamente cremoso dal passaverdura, che permette di eliminare le bucce e rendere il tutto perfettamente digeribile dai nostri pancini!

Noi siamo ancora nella casa al mare e mi sono però totalmente dimenticata di portarmi il mio amato passaverdura a casa!

Sono così uscita alla ricerca di un passaverdura di emergenza da utilizzare… e ne ho trovato uno a 68 euro!!!
No dico, siamo matti?? Un passaverdura, manuale, a 68 euro, come minimo deve anche andarmi a fare la spesa e servirmi poi il passato a tavola!

Non avendo troppo tempo (e forse voglia) di cercare un negozio che avesse un passa verdura ad un prezzo normale, ho cercato su internet e mi sono imbattuta in Lions Home, un portale online per mobili e accessori per la casa. Su questo sito gli utenti possono esplorare gli assortimenti di una grande varietà di negozi on line, di prodotti di qualità, molto noti e confrontare le loro offerte. L'obiettivo è quello di rendere più facile trovare i prodotti giusti e al miglior prezzo.
 
61yFAKg4mOL._SL1141_

Così ho trovato passaverdure che cercavo, a 14,28 euro. Qui trovate il risultato della mia ricerca.
Sono stata tentatissima di acquistare un passaverdura elettrico (qui ne trovate un po’ se volete farvi anche voi un’idea dei prezzi), ma per ora ho fatto la brava e ho rimandato l’acquisto a settembre, quando torneremo a casa! Voi li avete per caso mai provati?

31V5NeUe4GL

Il minipimer invece lo trovo perfetto per le creme che non hanno troppa fibra, come ad esempio questa crema di lenticchie rosse o la zuppa di strega  (la vellutata di zucca), che viene perfetta anche con il frullatore ad immersione!

14152099_10210237607238608_1025155493_o

Ricetta passato di verdura primavera/estate

Ingredienti:
2 zucchine
3 carote
1 mazzetto piccolo di bietole
1 cipolla dorata
1 patata grande o due piccole
500g di borlotti freschi

Procedimento:
Mondate e lavate tutte le verdure e tagliatele a pezzettoni. Mettetele in una pentola capiente e coprite le verdure con l’acqua (non mettetene troppa se anche voi amate il passato di verdura denso come noi. Ricordate che comunque ad aggiungere acqua fate sempre in tempo, mentre toglierla è un peccato perché togliereste anche i sali e le vitamine che sono passate attraverso la cottura della verdura.)
Salate e cuocete per una mezzoretta, o fino a quando i borlotti non saranno cotti.
Una volta pronte le verdure lasciatele intiepidire e passatele con il passaverdura fino a ridurle in crema. Potete mangiarla così, servita calda o tiepida e condita con un filo d’olio, o con dei crostini di pane integrale, del miglio o della pastina (qui vanno molto le stelline semi-integrali al farro).
ebook ricette olio

Come ben sapete nelle mie ricette prediligo l’olio extra vergine di oliva come grasso da utilizzare nelle preparazioni, sia dolci che salate.

Questo perché i grassi con cui è composto principalmente il burro sono di tipo saturo ed ha un elevato contenuto di colesterolo, mentre l’olio extra vergine di oliva costituisce una preziosa fonte di acidi grassi di qualità. 

L’olio extra vergine di oliva infatti è ricco di acidi grassi monoinsaturi e di antiossidanti!
In più l’olio extra vergine di oliva sopporta bene la cottura, poiché il suo punto di fumo avviene a 200 gradi.

Zucchi ha recentemente pubblicato un e-book dedicato a ricette tradizionali e rivisitate della cucina italiana che contiene 22 piatti che utilizzano una sapiente combinazione di olii e aromi naturali in cucina, per una vera e propria esplosione di gusto. 

Nell’ebook gratuito troverete 12 ricette realizzate dallo chef Claudio Sadler e 10 ricette realizzate da altrettante food blogger italiane.

Claudio Sadler è uno chef che non ha bisogno di presentazioni, con Due Stelle Michelin e una brillante carriera alle spalle! I suoi piatti si contraddistinguono per l’elegante semplicità degli ingredienti, l’armonia  e la leggerezza!

Con questo e-book quindi scopriremo che l’utilizzo dell’olio in cucina non è solo la risposta migliore per un percorso e uno stile di vita più salutare

L’utilizzo in cucina di oli particolari infatti, risultato dell’arte del blending, diventa una componente fondamentale per la realizzazione di piatti unici e dal sapore intenso ed avvolgente.

Troverete tante ricette da riprodurre fedelmente o da cui carpire trucchi e segreti su come utilizzare l’olio nelle varie preparazioni dolci e salate, dalla pasta dello strudel salato fino ad arrivare al gelato all’olio.

Cliccate sul link per potere scaricare gratuitamente l’ebook contenente le 22 ricette con l’olio, per scoprire nuove tecniche e sapori che vi lasceranno l’acquolina in bocca solo a leggerle!
cosa fare cesenatico bambini

Io amo Cesenatico! Per chi ancora non lo avesse capito noi adoriamo questo bellissimo paese di mare che abbiamo la fortuna di avere così vicino a casa!

Cesenatico è il posto perfetto per chi vuole trascorrere le vacanze estive insieme ai bambini al mare a prezzi veramente vantaggiosi, e offre tantissime possibilità di scelta!
Quella che vi voglio raccontare io è la nostra Cesenatico: quella fatta dei nostri luoghi preferiti, delle nostre mete più divertenti e dei nostri ristoranti dove amiamo di più andare a mangiare e dove quasi ci sentiamo a casa!

Vi  confesso subito che nonostante Cesenatico, come tutte le località turistiche dell’Adriatico, sia famosa e attrezzatissima con animazione per bambini e mini club, noi non ne abbiamo mai usufruito!
Credo che ci sia una sorta di allergia a queste cose che si tramanda geneticamente, perché anche io e mia sorella eravamo così!

Perciò non vi parlerò di baby dance o giochi e lavoretti sulla spiaggia che le bravissime animatrici propongono in ogni bagno (vi dico solo che le mie figlie quando arriva la ragazza del nostro bagno corrono a nascondersi), ma sappiate che se ai vostri bambini piacciono, la Riviera Romagnola è imbattibile su questo fronte!

Io ci provo puntualmente a proporglielo, ma niente!

Quindi sappiate anche che se i vostri bambini rifuggono come la peste animatrici e mini club, ci sono tantissime altre cose da fare ugualmente!

14060124_10210143952017286_893174207_o

D’altra parte di cosa altro può avere bisogno un bambino davanti al mare e alla sabbia!?

14045288_10210134637384426_1593770934_o

Ora lo so che è il 16 di Agosto e forse questo articolo potevo scrivervelo anche prima, ma purtroppo non ci sono riuscita!
Ultimamente però la stagione bella si prolunga anche per tutto Settembre e comunque ricordatevi che in linea di massima queste indicazioni valgono anche per le vostre prossime vacanze a Cesenatico con i bambini!

14002362_10210143954417346_1345037863_o(1)

Prima di tutto vi segnalo l’utilissimo sistema trova eventi sul sito del comune di Cesenatico. E’ sufficiente inserire la data o il periodo di interessa e troverete tutti gli eventi interessanti a Cesenatico nei giorni selezionati! Sicuramente troverete sempre qualcosa di interessante e nelle vostre corde! Lo trovate qui:
http://www.cesenatico.it/archivio_eventi.asp

Questa estate 2016 a Cesenatico potete anche trovare due nuove mostre:

“Quando natura stupisce”, una mostra di animali della nostra zona e non, conservati con una particolare tecnica di imbalsamazione chiamata tassidermia. Ci siamo stati ed è tato molto interessante per me e le bambine potere osservare da vicino questi animali (anche se l’imbalsamazione a me lascia sempre un po’ di pensieri!!!!!).

14060521_10210143952217291_2015820270_o

La mostra è aperta dal 24 giugno all'11 settembre 2016, dalle ore 21 alle 23, al Teatro San Giacomo in Via G. Bruno 2 (al Porto Canale prima del ristorante Da Pippo).

“Darwin - L'universo impossibile narrato da Dario Fo con dipinti e pupazzi”, (informazioni ed orari qui). Dobbiamo ancora andarci, ma sono sicura sarà molto interessante (e ci siamo fermate più e più volte a vedere i dinosauri giganti all’esterno, proprio davanti al Brucomela!)!

14012403_10210143952617301_1254629051_o

A Cesenatico ci sono molti mercatini che potrete trovare sparsi qua e là quasi ogni sera (soprattutto concentrati nella parte del Porto Canale).

14037386_10210143953777330_761403657_o

Quelli che vi segnalo io sono:

IL MERCATINO DEL LUNEDì: forse il più grande e il più vario! Lo potete trovare a partire dalla Vena Mazzarini (dove però trovate bancarelle un po’ meno tipiche) fino al Porto Canale!
Occhio a dove parcheggiate la macchina perché quando ci sono i mercatini è tutto un andirivieni di carri attrezzi che portano via auto!! Leggete sempre bene i cartelli perché in alcune zone in alcuni giorni ed in alcuni orari non [ possibile parcheggiare!!

Le nostre bancarelle preferite sono: in via Fiorentini (la via che porta al Porto Canale dietro alla pescheria) la bancarella con le conchiglie dell’Adriatico e l’indiano con i suoi fischietti e gli strumenti!

Poi le Lego per collezionisti nella Piazzetta delle Conserve (io ci starei le ore!), dove troverete anche una bancarella con ottimi prodotti per il corpo eco bio (tipo i solari della Saponaria, che io utilizzo  e sono ottimi) , una bancarella con ceramiche marocchine dipinte a mano bellissime, e bellissime tovaglie, strofinacci, borse e altro dell’antica Stamperia Pascucci!

14012580_10210134637304424_147848255_o

Proseguendo da qui verso via Baldini poi sulla sinistra trovate una bancarella di un ragazzo russo che vende utilissime lucine da attaccare ovunque (bici, passeggino, monopattino) per segnalare la propria presenza, oltre a binocoli, super mini kit di cacciaviti,  e tante altre cosine divertenti!
Voi comunque giratevelo tutto il mercatino, perché ci sono tantissime cose carine qua e là!

14060030_10210143964377595_84212749_o

IL MERCATINO DEI PUFFI: Tutti i mercoledì di Luglio e Agosto invece nella piazzetta delle Conserve al Porto Canale trovate il mercatino dei puffi, al quale se desiderate potete anche partecipare ( è sufficiente presentarsi nella piazzetta con i giochini che i vostri bambini vogliono vendere ed iscriversi  negli appositi banchetti della Croce Rossa Italiana che troverete lì. Trovate ulteriori informazioni sul Mercatino dei Bambini qui)!
La piazzetta così animata da tanti bambini, giochi e risate è bellissima, e si fanno anche ottimi affari!

Sempre al Porto Canale, quasi tutte le sere potete trovate spettacoli di bravissimi artisti di strada provenienti da tutta Italia ed Europa! 

Li trovate nella piazzetta della Pescheria o in piazza Ciceruacchio! 

14045471_10210143952057287_1173557683_o

I nostri preferiti sono il Mago, che lascerà veramente ad occhi aperti i vostri bambini (e anche voi!) che trovate un paio di volte a settimana dietro alla pescheria.
Poi giocolieri, marionette bellissime, mangiafuoco, , rappresentazioni teatrali, suonatori d'arpa... ogni sera è uno spettacolo diverso!

Se poi volete fare un po’ di Shopping:
Non potete non tornare a casa senza il sale marino integrale dolce di Cervia! Poi ci sono i costumi di Tezuk, che troverete anche uguali mamma figlia, babbo/figlio, e le tele romagnole della stamperia Braghittoni.

13682400_10210143954697353_1183628231_o

Informatevi anche sulle varie attività degli stabilimenti balneari, perché sono veramente tante!

Vi segnalo ad esempio:
  • L’aperitivo e suggestivo il tramonto al Marè oppure al bagno Adriatico , dove praticamente cenerete!
  • Arenati, iI cinema in spiaggia, al bagno Adriatico, tutti i martedì
  • La pizza al mare, ad esempio al Bagno Chino e al Bagno Lucia
  • Il cinema gratuito in spiaggia al Bagno Adriatico 62
14012886_10210134637264423_141174212_o

Da non perdere poi sono le letture e i laboratori della Libreria Cartamarea, in via Baldini (sul ito trovate il calendario con tutte le attività).

14045024_10210134637344425_261933407_o

Alcuni negozi che possono esservi utili a Cesenatico con i bambini:
  • Il frutta e verdura Biologico F.lli Sancisi in Viale Trento, che può tornarvi utile anche se siete in albergo, per comprare frutta fresca da mangiare a merenda!
  • Il supermercato biologico Il Germoglio (Via Aurelio Saffi 26)
  • La Tartaruga (prodotti eco bio per bambini)

14045458_10210134627864188_751908135_o

Dove mangiare a Cesenatico con i bambini:
  • Al Bagno Chino, la pizza direttamente con i piedi nella sabbia!
  • Da Ciro (Davanti trovate anche una sala giochi all'aperto un po' vintage ma che i vostri bambini adoreranno)!
  • Al Riviera 69, pizza o pesce su una bellissima terrazza direttamente sulla spiaggia!
  • All'osteria del gran fritto, l’unico ristorante in cui noi ci regaliamo un buon fritto fatto come si deve (e che infatti non mi fa stare male poi!). Trovate poi tanti altri buonissimi piatti della tradizione dell’Adriatico, con il pescato fresco!
  • Al Nero di Seppia (grandissima varietà, pizza, pesce e ricca scelta anche vegan)
  • All’Acqua & Sale, per la pizza o le pizzelle con farina integrale e lievito madre.
  • Alla Risto Boat, un ristorante direttamente su una braca da pesca!! Mentre vi scrivo ancora non ci siamo stati, ma non vedo l’ora perché l’idea ci piace tantissimo!!

14045193_10210134637104419_1982056799_o

Non potete andare via da Cesenatico con i vostri bambini senza:


  • Avere mangiato almeno un gelato alla Latteria del Gelato (trovate anche gusti vegan, e per celiaci). Il gelato più buono di Cesenatico (e non solo!!)
  • Non essere entrati nella libreria per bambini Cartamarea (via Baldini)
  • Non avere mangiato un fritto all’Osteria del Granfritto (al Porto Canale, c’è addirittura da passeggio!)
  • Non avere attraversato il Porto Canale con il Traghetto Mirko
  • Non avere visitato il Museo del Marineria di Cesenatico 
  • Non avere visto un tramonto al porto
  • Non avere visto un peschereccio di ritorno dalla pesca, con tutti i gabbiani che lo inseguono!
  • Non avere fatto una partita a Beach Tennis
  • Non avere mangiato una pizza  da asporto sotto l’ombrello mentre il sole tramonta!
  • Non avere visto la spiaggia di ponente, se siete a levante o non avere visto la spiaggia di levante se siete a ponente!
 14012617_10210143964657602_849712038_o

Se avete altre attività e cose interessanti da fare a Cesenatico con i bambini (e non) segnalatemene nei commenti, così sarà l'occasione per scoprirle e condividerle insieme!!

E ricordatevi di tornare con un sacchettino di sabbia, un po' di conchiglie e tanta fantasia! A settembre ci mettiamo al lavoro!! Vi aspetto per le nostre proposte!!

museo marineria cesenatico
Se siete in vacanza nei dintorni di Cesenatico, o magari ci abitate o avete intenzione di programmare qui le vostre ferie a breve, non potete non visitare il Museo della Marineria di Cesenatico, che si trova nel bellissimo e caratteristico Porto Canale Leonardesco!
Se siete in dubbio se visitare o meno il Museo della Marineria di Cesenatico perché i vostri bambini sono molto piccoli, vi tranquillizzerò subito dicendovi che il museo è sicuramente adatto e interessante anche per i più piccolini!

Il percorso infatti secondo me è stato strutturato in maniera molto intelligente, e il museo è così ricco che accontenterà di sicuro sia i grandi che i piccoli! 

Forse la nostra generazione è cresciuta associando la parola museo a qualcosa di estremamente didattico e, se vogliamo, un po' noioso! In realtà questa non è assolutamente vero, e ci sono tantissimi musei che possono letteralmente conquistare e fare innamorare i nostri bambini!

Il museo della Marineria di Cesenatico è, secondo me, uno di questi!

13633228_10209968259545084_779873293_o

Si inizia partendo dalla sala più grande, dove sono conservate perfettamente, barche tradizionali dell'Adriatico dei prmi del Novecento.

Pensate che questo museo é l'unico in Italia (e tra i pochissimi nel mondo) ad avere anche una vera e propria Sezione Galleggiante,

13833012_10209968258985070_1322249187_o

Al Museo della Marineria di Cesenatico non troverete solo barche e tutti i loro segreti, ma anche la possibilità di scoprire tutte le attrezzature che venivano utilizzate un tempo sulle imbarcazioni, quando ancora la tecnologia non era salita a bordo!

Scoprirete così la vita a bordo dei marinai, i tipi di pesca, le ancore, i nodi marinari, timoni, vele, strumenti di navigazione vari fino ad arrivare ai primi motori!

Molto interesanti anche i relitti recuperati sui fondali marini, tra cui un vero e proprio tesoretto, con tanto di monete d'argento recuperate, finite in mare forse in seguito ad un attacco dei pirati o ad un affondamento!

13838142_10209968258305053_29306422_o

E' stato bellissimo poi per noi perderci nell'affacinante Sezione Naturalistica dedicata alla fantastica varietà di pesci e crostacei che vivono nelle nostre spiagge e nel nostro mare!
Sono raccolte e catalogate infatti tutti le conchiglie, le stelle marine, i ricci, i granchi e quant'altro un  bambino possa desiderare di vedere passeggiando in spiaggia o in mare!

13840564_10209968257385030_1480600528_o

Cecilia poi è rimasta veramente senza parole nel vedere le foto del ritrovamento di un pesce luna (di cui io ignoravo completamente l'esistenza) lungo ben tre metri e di 10 quintali di peso!

13843515_10209968258185050_1434647154_o

Interessante ed affascinante anche L'antiquarium del museo, la sezione dedicata al racconto della vita quotidiana al tempo degli antichi romani.
Vi assicuro che sarà bellissimo viaggiare nel tempo, sopra e sotto il mare, tra le stanze del museo della marineria, come sarà altrettanto affascinante passeggiare lungo l'incantevole Porto Canale di Cesenatico!
E tornerete a casa sentendovi anche voi dei veri pirati, marinai o esploratori, a vostra scelta!

13833400_10209968258425056_924751102_o

Qualche informazione utile:

Museo della Marineria di Cesenatico
Via Armellini, 1847042 Cesenatico - Ponente (FC)
 tel.0547.70205

Gli orari per l'estate 2016 sono:
dal 18 giugno al 4 settembre aperto tutti i giorni 10-12 e 17-23

Tariffa di ingresso: biglietto intero € 2 (comprende anche ingresso all'Antiquarium Comunale e al Trabaccolo da trasporto)

Tariffe ridotte: € 1 (riservato a residenti nel Comune di Cesenatico, ragazzi sotto i 18 anni, over 65, studenti delle scuole secondarie inferiori e gruppi di almeno 15 persone)

Gratuito: per bambini sotto i 6 anni.

Per ulteriori informazioni:
Sito del Museo della Marineria di Cesenatico

 
ricetta guacamole bambini
La voglia di mettersi ai fornelli per me come per (credo) tanti, è inversamente proporzionale alla temperatura esterna! Più lei cresce, meno io ho voglia di cucinare! 

Per questo sono più che benvenute tutte quelle ricette che prevedono ottimi risultati, a fronte di un minimo sforzo! 

Ancora meglio se non prevedono l'utilizzo dei fornelli! 

L'estate però è anche il tempo delle vacanze e degli inviti degli amici a cena, perché se non ci si vede quando si ha più tempo libero, allora quando lo si fa? 

Ero così alla ricerca di qualche ricetta sfiziosa ma non troppo elaborata, e mi sono imbattuta così
nelle proposte di antipasti Galbani! Ce ne sono veramente per tutti i gusti, e vista l'occasione e la poca voglia di cucinare io ho optato per questa ricetta: facile e velocissima, ma buona e di sicuro effetto!

Di questa famosa salsa messicana a base di avocado ne esistono infatti tantissime versioni, ma questa variante del guacamole secondo me si presta benissimo ad accontentare anche i palati un po' più difficili, come, guarda caso, quelli dei bambini!

In questa ricetta infatti viene utilizzato insieme all'avocado, lo yogurt, e questo dà sia una maggiore cremosità che un gusto più delicato!

Questa ricetta si prepara veramente in 5 minuti, ed è così deliziosa che sarebbe un peccato utilizzarla solo come antipasto! Io la vedo perfetta anche negli aperitivi, ma anche come merenda estiva!

Noi l'abbiamo affiancata, invece che alle solite tortillas o al pane, a dei bastoncini di carote (ma anche di altre verdure), per un pieno di vitamine e gusto! 

Le mie bambine si sono divertite tantissimo ad intingere le verdure dentro la salsa e anche qualche dito!! 

Mi raccomando, il segreto di un buon guacamole, qualsiasi sia la sua variante, è quello di utilizzare avocado ben maturi, che alla pressione delle dita, devono risultare morbidi, ma non mollicci!

13932323_10210023021554100_1405190241_o

Ricetta Guacamole special

Ingredienti:
1 avocado maturo
125g di yogurt intero (anche di soia)
1 lime (o 1 limone)
sale
(io ho omesso la mezza cipolla rossa della ricetta originale)

Procedimento:
13918844_10210023024314169_1068029659_o13902043_10210023024034162_517052296_o
Tagliate a metà l'avocado e privatelo del nocciolo. Sbucciatelo e tagliatelo a pezzetti.
Mettetelo in un mixer insieme allo yogurt, il succo del lime o del limone spremuto, e il sale.
13898200_10210023023714154_1859199779_o13931615_10210023023394146_219416493_o
Frullate fino ad ottenere una crema omogenea.
Assaggiate ed eventualmente regolate di sale.
Servite con delle verdure tagliate a bastoncini, o del pane integrale o delle piadine all'olio di oliva!
bruschetta
Da quanto tempo non mangi una bruschetta?

Sì perché le bruschette sono buonissime, facili e veloci da preparare, ma sono uno di quei piatti che a volte ci si dimentica!

Io le adoro, e le associo sempre al mio papà, perché è sempre stato lui quello che a casa preparava le bruschette!

Effettivamente sono un piatto che si presta bene alla cucina maschile… credo dovrei istruire Chicco a riguardo!!

La bruschetta è uno degli antipasti più semplici e gustosi che esiste, e per questo è da sempre protagonista nelle cene e negli aperitivi di noi italiani!

Il termine bruschetta deriva dalla parola bruscare, che in toscano significa tostare!
La bruschetta infatti nasce originariamente come una fette di pane grigliato sulla quale veniva strofinate dell’aglio. Veniva poi condita con olio extra vergine di oliva e vi si aggiungevano pomodorini ed erbe!

Da lì poi la bruschetta ha fatto il giro del mondo e dei sapori, e oggi è possibile gustare in mille modi e gusti, in modo da fare contenti veramente tutti!

13901950_10210023018874033_721774802_o

Ecco allora le mie 5 consigli per non dimenticarci mai delle nostre amate bruschette!!!
  1. Protagoniste delle vostre bruschette devono essere le verdure: avete mai pensato alle bruschette come stratagemma per fare mangiare più verdure ai vostri bambini?? In questo modo i tanto odiati ortaggi acquisteranno tutto un altro aspetto… a prova di bis e tris!
  2. Condite sempre il pane con del buon olio extra vergine di oliva.
  3. Al posto del classico pane bianco utilizzate del pane integrale o ai cereali, aggiungendo così sapore e fibre al vostro menù!
  4. Al posto di snack molto meno sani, utilizzate le bruschette non solo come aperitivo ma anche per i buffet di compleanno dei vostri bambini!
  5. Stesso discorso per aperitivi organizzati e pic-nic: al posto di snack molto meno sani come patatine e salatini preparate delle deliziose bruschette!
Per venire in aiuto a chi non sempre riesce a preparare tutto da solo, vi voglio segnalare le vaschette per Bruschette Polli, che ho avuto il piacere di assaggiare!

images_ybc_25_25_e7585392a09e19512d732d457d541dccda259834(1)

Devo confessarvi che parto sempre un po’ prevenuta nei confronti dei cibi pronti, ma per fortuna non tutto ciò che troviamo sul mercato non è di qualità, anzi! L’importante è saperlo riconoscere e leggere sempre le etichette!
I prodotti Polli sono tutti di altissima qualità, fatti con verdure 100% italiane!
Penso che tutti conoscerete, almeno di nome, l’azienda italiana Polli!
Bene, dovete sapere che Polli è un'azienda italiana storica , dato che la sua data di fondazione è nel lontano 1872!
Tutto è cominciato in una piccola bottega di Milano, grazie allo spirito imprenditoriale di Fausto Polli, per arrivare poi allo stabilimento di Monsummano, in Toscana. L’azienda è giunta ormai alla sua sesta generazione! 

images_ybc_25_25_46db893e167584b54c57191bd75bec84fb50220e

Una bellissima realtà italiana che va avanti e prosegue e porta i sapori italiani in tutto il mondo!

sformato di miglio
Avete presente quelle ricette che volete provare, magari perché a voi sembrano molto buone e sane, ma in realtà nutrite grossi dubbi sul fatto che possano piacere ai vostri bambini!

E poi invece queste ricette vanno a ruba proprio tra i bambini, che se le divorano e vi dicono, mamma buonissimo, ancora!

Ecco il tortino di miglio con panatura croccante è una di queste!!

Una ricetta super sana, ricca di verdure, con tanto buonissimo miglio, legati insieme da una golosa passata di pomodoro, e una deliziosa crosticina croccante di semi di sesamo, ricchi di calco e proteine!

Insomma forse sono io che non sono partita ottimista come al solito, ma non credevo che questa ricetta avesse un simile successo!

Anzi durante la preparazione era stata anche indecisa se aggiungere una grattugiata di parmigiano, per rendere il tutto più appetibile alle bambine!

Poi ho deciso di no, e di proseguire nella sua versione più leggera, ma ovviamente è una modifica che potrete aggiungere!

Vi consiglio proprio di provare questa ricetta, perché è una vera delizia!

Potete prepararla in un’unica pirofila o fare delle mini porzioni, anche utilizzando dli stampini da muffin!

Potrete personalizzare poi questa ricetta in tanti modi, usando come base il miglio e la passata di pomodoro (ovviamente Pomì) arricchendola poi con le verdure che la stagione offre, ma anche con come vi dicevo con del formaggio come ricotta, parmigiano o pecorino.

Questa è la versione che vi propongo per la primavera-estate: buona, sana e leggera!

4

Ricetta sformato di miglio con panatura croccante

Ingredienti:
600g acqua
300g miglio
200g di passata di pomodoro classica Pomì
1 Melanzana
1 Peperone giallo
1 zucchina
5 Pomodorini ciliegini
Semi di sesamo q.b.

Procedimento:
Trovate il procedimento sul sito della Pomì, la buonissima passata di pomodoro italiana che ho utilizzato per realizzare la Ricetta sformato di miglio con panatura croccante.
formaggio splamabile vegan
Avete mai provato la ricetta del formaggio spalmabile vegan agli anacardi??

Vi assicuro che è una vera delizia! Il risultato è un formaggio vegetale buono e cremoso, da spalmare e mangiare non solo ovviamente se non si consumano alimenti di origine animale, ma anche per chi vuole variare la sua alimentazione e mangiar qualcosa di diverso e ugualmente buono e sano!

Io poi con i formaggi non vado molto d'accordo, perché pur trovandoli molto buoni, il mio corpo proprio non li apprezza!

Così sto sperimentando molte varianti di formaggi vegetali che devo dire mi stanno dando grandi soddisfazioni!

Ovviamente troverete presto altre ricette di questo tipo!

Questo formaggio spalmabile vegan è stato preparato utilizzato gli anacardi. Conoscete questa deliziosa frutta secca?

Io la trovo buonissima, a volte anche troppa perché se non sto attenta mi finisco il sacchettino senza neanche accorgermene!

Gli anacardi sono tra la frutta secca, quella se vogliamo più leggera, perché sono i meno grassi, anche se in realtà sappiamo che i grassi che compongono la frutta secca sono quelli salutari e preziosi per noi, e non quelli dannosi!

Nella foto trovate delle tartine preparate con del pane ai cereali spalmanto con il formaggio agli anacardi e decorate con olive nere e pomodorini per renderle più belle e appetitose per le mie bambine!

Si vede poi anche un muffin alle verdure (buonissimo, dovete provare a farli!) e nella foto sotto invece le nostre famosissime polpette di lenticchie!

Ricetta formaggio spalmabile vegan agli anacardi

Ingredienti:
100 g di anacardi
sale
acqua
limone

Procedimento:
13632646_10209842760567688_1369271315_o13639430_10209842760487686_1106981013_o
Mettete a mollo gli anacardi in acqua calda, se avete poco tempo, o in acqua fredda, se lo fate molto in anticipo (possono starci anche tutta la notte! Io sono sempre quella dell’ultimo momento e così li metto a mollo mezzora in acqua molto calda).

Metteteli in un frullatore con qualche cucchiaio di acqua, il sale e frullate fino ad ottenere una crema omogena. Assaggiate e eventualmente regolate di sale.

Potete presentare il formaggio vegan spalmabile agli anacardi mettendolo sul del pane (integrale, ai cereali, ecc..) e decorandolo con i pomodori – coccinella!

Basterà prendere dei pomodorini ciliegini, tagliarli a metà, poi inciderli a metà senza tagliarli del tutto per ricreare le ali. Poi tagliate a metà un’oliva nera denocciolata, poi ancora a metà ed otterrete la testa della coccinella. Tagliando poi dei piccoli pezzettini di oliva otterrete i puntini della coccinella!
Serviteli ai vostri bambini, per un sano e divertente aperitivo, come antipasto o come merenda salata!

1
cassoncini estivi

E’ estate, la voglia di cucinare è poca ma non è detto che anche la fame lo sia!

Se l’appetito non manca, ma scarseggia la voglia di cucinare, questi cassoncini sono perfetti!
Non pensante infatti che siano difficili o lunghi da cucinare, tutt’altro!

In più si possono preparare in anticipo e gustare freddi a casa ma anche (ancora meglio), in spiaggia sotto l’ombrellone!

Questa versione dei cassoni, che ho chiamato mediterranea, è perfetta poi per l’estate perché è molto più fresca e leggera del classico pomodoro e mozzarella!

La piada poi è fatta con olio extra vergine d’oliva, perciò per trasformare questa ricetta da vegetariana a vegana basterà sostituire la ricotta con del tofu schiacciato con una forchetta, che diventerà super saporito dalla presenza del pomodoro, delle olive e dei capperi!

Vi lascio con gli ingredienti mentre troverete il procedimento sul sito della Pomì, la buonissima passata di pomodoro italiana che ho utilizzato per realizzare la ricetta dei cassoncini mediterranei!

1

Ricetta Cassoncini estivi mediterranei
  
Ingredienti:

Per la sfoglia:
125g di acqua molto calda
250g di farina 1
20g olio extra vergine di oliva
4g sale marino integrale

Per il ripieno
200g Passata Classica Pomì
100g ricotta magra o tofu
Capperi q.b.
Olive taggiasche q.b.

Procedimento:
Leggi la ricetta su Pomìonline.it!



4