formaggio splamabile vegan
Avete mai provato la ricetta del formaggio spalmabile vegan agli anacardi??

Vi assicuro che è una vera delizia! Il risultato è un formaggio vegetale buono e cremoso, da spalmare e mangiare non solo ovviamente se non si consumano alimenti di origine animale, ma anche per chi vuole variare la sua alimentazione e mangiar qualcosa di diverso e ugualmente buono e sano!

Io poi con i formaggi non vado molto d'accordo, perché pur trovandoli molto buoni, il mio corpo proprio non li apprezza!

Così sto sperimentando molte varianti di formaggi vegetali che devo dire mi stanno dando grandi soddisfazioni!

Ovviamente troverete presto altre ricette di questo tipo!

Questo formaggio spalmabile vegan è stato preparato utilizzato gli anacardi. Conoscete questa deliziosa frutta secca?

Io la trovo buonissima, a volte anche troppa perché se non sto attenta mi finisco il sacchettino senza neanche accorgermene!

Gli anacardi sono tra la frutta secca, quella se vogliamo più leggera, perché sono i meno grassi, anche se in realtà sappiamo che i grassi che compongono la frutta secca sono quelli salutari e preziosi per noi, e non quelli dannosi!

Nella foto trovate delle tartine preparate con del pane ai cereali spalmanto con il formaggio agli anacardi e decorate con olive nere e pomodorini per renderle più belle e appetitose per le mie bambine!

Si vede poi anche un muffin alle verdure (buonissimo, dovete provare a farli!) e nella foto sotto invece le nostre famosissime polpette di lenticchie!

Ricetta formaggio spalmabile vegan agli anacardi

Ingredienti:
100 g di anacardi
sale
acqua
limone

Procedimento:
13632646_10209842760567688_1369271315_o13639430_10209842760487686_1106981013_o
Mettete a mollo gli anacardi in acqua calda, se avete poco tempo, o in acqua fredda, se lo fate molto in anticipo (possono starci anche tutta la notte! Io sono sempre quella dell’ultimo momento e così li metto a mollo mezzora in acqua molto calda).

Metteteli in un frullatore con qualche cucchiaio di acqua, il sale e frullate fino ad ottenere una crema omogena. Assaggiate e eventualmente regolate di sale.

Potete presentare il formaggio vegan spalmabile agli anacardi mettendolo sul del pane (integrale, ai cereali, ecc..) e decorandolo con i pomodori – coccinella!

Basterà prendere dei pomodorini ciliegini, tagliarli a metà, poi inciderli a metà senza tagliarli del tutto per ricreare le ali. Poi tagliate a metà un’oliva nera denocciolata, poi ancora a metà ed otterrete la testa della coccinella. Tagliando poi dei piccoli pezzettini di oliva otterrete i puntini della coccinella!
Serviteli ai vostri bambini, per un sano e divertente aperitivo, come antipasto o come merenda salata!

1
cassoncini estivi

E’ estate, la voglia di cucinare è poca ma non è detto che anche la fame lo sia!

Se l’appetito non manca, ma scarseggia la voglia di cucinare, questi cassoncini sono perfetti!
Non pensante infatti che siano difficili o lunghi da cucinare, tutt’altro!

In più si possono preparare in anticipo e gustare freddi a casa ma anche (ancora meglio), in spiaggia sotto l’ombrellone!

Questa versione dei cassoni, che ho chiamato mediterranea, è perfetta poi per l’estate perché è molto più fresca e leggera del classico pomodoro e mozzarella!

La piada poi è fatta con olio extra vergine d’oliva, perciò per trasformare questa ricetta da vegetariana a vegana basterà sostituire la ricotta con del tofu schiacciato con una forchetta, che diventerà super saporito dalla presenza del pomodoro, delle olive e dei capperi!

Vi lascio con gli ingredienti mentre troverete il procedimento sul sito della Pomì, la buonissima passata di pomodoro italiana che ho utilizzato per realizzare la ricetta dei cassoncini mediterranei!

1

Ricetta Cassoncini estivi mediterranei
  
Ingredienti:

Per la sfoglia:
125g di acqua molto calda
250g di farina 1
20g olio extra vergine di oliva
4g sale marino integrale

Per il ripieno
200g Passata Classica Pomì
100g ricotta magra o tofu
Capperi q.b.
Olive taggiasche q.b.

Procedimento:
Leggi la ricetta su Pomìonline.it!



4
toyota
Se avete intenzione di cambiare automobile per voi o la vostra famiglia, voglio segnalarvi una promozione molto interessante di Toyota, o meglio un finanziamento molto vantaggioso, in quanto estremamente personalizzabile!

Toyota propone infatti un finanziamento, chiamato pay per drive che ha la caratteristica di lasciare all’utente la possibilità di guidare il suo acquisto e di scegliere se cambiare l’importo di ogni singola rata anche azzerandola.
In questo modo sarà possibile costruire il piano di pagamenti in base alle proprie necessità!
Con Pay per Drive, inoltre, è possibile restituire la propria Toyota quando si vuole.
Ricapitolando, il finanziamento Toyota Pay per drive ha le seguenti caratteristiche:
  • Anticipo minimo modulabile: si può scegliere l’anticipo da dare, volendo anche anticipo zero, grazie alla possibilità di distribuirlo nelle rate successive.
  • La possibilità di scegliere l’importo di ogni singola rata anche azzerandola, bilanciandola con le successive.
  • La possibilità di scegliere la gamma dei servizi, tagliandi di manutenzione, estensione della garanzia e coperture assicurative, che saranno inseriti nelle rate.
  • La possibilità di gestire completamente il piano on-line.

La durata è compresa tra i 24 e i 72 mesi e si potrà ridurre o estendere in qualsiasi momento.
La cosa più interessante secondo me è potere decidere l’importo delle rate in base alle proprie esigenze!
Per farlo sarà sufficiente collegarsi ad una piattaforma online in cui il cliente potrà in ogni momento continuare a modificare il proprio piano di pagamenti.

Altro motivo per acquistare una Toyota è per la sua attenzione verso la ricerca di soluzioni di avanguardia per una offerta di mobilità personale nel rispetto del nostro Pianeta!

Toyota  ha lanciato la tecnologia hybrid già nel 1997, ed è (purtroppo) ancora oggi l’unico produttore a offrirla in versione full. 

Questa rappresenta, senza dubbio, la tecnologia di punta per una muoversi con automobili che rispettino l’ambiente, limitando le emissioni di CO2 e abbattendo altri inquinanti come PM10 e ossidi di zolfo e di azoto.

Di conseguenza, non ci guadagnerà solo l’ambiente, e noi, ma anche il nostro portafogli, poiché anche i consumi sono molto bassi.

Ci ri-siamo, sono aperte le votazioni per i Macchianera Italian Awards 2016, la Festa della Rete italiana!
Dopo (l'inaspettatissimo) mio posizionamento dell'anno scorso tra i primi 10 nella categoria Miglior sito per Genitori e Bambini, ci riprovo anche quest'anno!

Alle votazioni finali, sono arrivata 7, con 1.304 voti! Un risultato che mi ha reso felicissima, anche perché il mio è un blog nel vero senso del termine... insomma gestito solo da me, e non da una schiera di specialisti, fotografi, esperti e quanto altro!

Allora vogliamo lottare noi piccolini contro questi super colossi?? ;)

Ci proviamo... Vedere (anche sotto questa forma) il vostro affetto mi rende felicissima e mi dà la carica per continuare a scrivere su Mammarum, anche quando il tempo e le energie scarseggiano!

Perciò, se Mammarum continua a piacervi e volete supportarmi, potete candidarmi nel form qui sotto inserirendo l'indirizzo di Mammarum www.mammarum.com nel campo 26 (26. Miglior Foodblogger) e nel campo 29 (29. Miglior sito per Genitori e Bambini, è questa la categoria a cui terrei di più, ma ovviamente vanno benissimo entrambe!).
Dovrete poi dare almeno altre 6 preferenze tra i campi indicati (vengono tenute in considerazione esclusivamente le schede-voto che hanno almeno 8 categorie compilate. Non mettete mammarum in tutte e 8 perchè altrimenti il voto sarà invalidato) e cliccare su invia.
I dati personali richiesti sono solo il proprio nome (o uno pseudonimo) e la propria e-mail (che non verrà utilizzata in nessun modo)! 
E' possibile esprimere una candidatura fino a domenica 18 settembre 2016 ( ma voi fatelo subito!! ;) )
Poi in base alle tue segnalazioni e a quelle degli altri utenti verranno proposti dieci candidati per ogni categoria, e a quel punto ci saranno altre votazioni per scegliere il vincitore!
Grazie a chiunque mi voterà... pochi semplici vostri  minuti potrebbero significare tantissimo per me!! 

(se non vedete il form qui sotto per votare cliccate su questo link!)

RICETTA pane e cioccolato
Cosa c’è più buono del pane e cioccolato??
Era la classica merenda di una volta… io ricordo che una volta a settimana ce la davano all’asilo, ed ovviamente io ne ero felicissima!

E’ una merenda o una colazione semplice ma golosa, anche piuttosto sana se vogliamo, perché se utilizziamo cioccolata fondente (con cacao minimo 50/70 %), otterremmo tutti i benefici che possiede questo delizioso cibo degli dei!
La cioccolata fondente è infatti un potente antiossidante, un anti-stress naturale e ha pure effetti benefici sul sistema cardio circolatorio! 
Sembra incredibile ma è proprio così, anzi il cioccolato aiuta addirittura a prevenire la placca, e sembra che mangiato tutti i giorni aiuti a dimagrire!!
Insomma, se è per la nostra salute, potremmo anche sforzarci di consumare qualche quadretto di cioccolata ogni giorno giorno!!
Veniamo ora al pane… perché questa ricetta continui ad essere sana, è importante che il pane sia preparato con degli ingredienti che lo sia altrettanto!
Oggi possiamo trovare in commercio a livello industriale qualcosa di simile a questo pane e cioccolato, per lo meno nel nome! Ma se leggerete gli ingredienti scoprirete che in realtà il pane utilizzato non è assolutamente un'alternativa sana, anzi forse direi che non è neanche possibile chiamarlo pane, ma piuttosto brioches!!
Perciò niente zucchero, uova, burro, margarina o olii strani, e anche niente farina raffinate come 00, 0, ma piuttosto una farina semi-integrale, ricca di fibre che ci aiuti a fare sì che questa sia una merenda o una colazione, nutriente ed equilibrata, oltre che, ovviamente, buona (è infatti la prima delle nostre 10 regole per bambini super sani... e valgono anche per i grandi!!)!

13682568_10209842691165953_1415444782_o

Mi ronzava in mente da tempoquesta ricetta, e quando ho adocchiato la farina di cui vi parlavo ieri, nell'articolo in cui ci chiedevamo se il pane e gli altri prodotti da forno realizzati con il carbone vegetale fanno male (come va tanto di moda adesso), ho deciso che era questa l’occasione in cui provarla!

L’aggiunta di riso venere alla farina di tipo 2 (quindi semi-integrale) in questa miscela arricchisce così la ricetta di ulteriori nutrienti, come fibra, fosforo e manganese, e in più ha reso questo panino croccante fuori e morbido e super goloso dentro, con una colorazione naturale inconfondibile, che lascerà i vostri assaggiatori, a bocca aperta!

Quando il vostro pane sarà pronto e lo taglierete a fette, sarà un vero tripudio di golosità, pur non avendo usato ingredienti grassi e non avendo aggiunto alcun tipo di zucchero ad eccezione di quello presente nella barretta di cioccolato (e del cucchiaino di malto usato per facilitare la lievitazione!).
Vediamo allora come preparare questo golosissimo e sano panino ripieno di cioccolata fondente!

Se vogliamo fare proprio i pignoli avremmo potuto realizzare questa ricetta anche con il lievito madre, ma ultimamente io lo sto usando veramente poco (leggi mai!!!)! Per fortuna il mio lievito naturale in colutra liquida è lì che mi aspetta, come la più paziente delle mogli!!

Ovviamente potrete utilizzare qualsiasi farina al posto di quella da me utilizzata, ma il mio consiglio è quello di utilizzare sempre farine semi-integrali, per realizzare prodotti buoni e sani, proprio come nel caso delle farine Vitala+ dei Molini Nova.

DSC_0031

Ricetta pane e cioccolato

Ingredienti:
200 g di farina (per me Vitala+ dei Molini Nova)
100 g di acqua
7 g di lievito di birra
1 cucchiaino di malto o miele
1 tavoletta da 100g di cioccolato fondente (con cacao minimo 50/70 %)

Procedimento:
13632816_10209842757687616_766756071_o13647072_10209842755527562_2019572180_o
Prendete un bicchiere con i 100g di acqua tiepida e scioglieteci dentro il lievito con il cucchiaino di malto. Mettete la farina in una ciotola con mezzo cucchiaino scarso di sale, aggiungete l’acqua con il lievito e impastare il tutto fino ad ottenere una palla omogenea. Mettetela a lievitare in un posto caldo dentro la ciotola coperta da un panno per un’oretta e mezza.
13647207_10209842702806244_458149022_o13681844_10209842701926222_2100854257_o
Una volta trascorso il tempo di lievitazione della pasta e stendetela con il mattarello già sulla carta da forno, in modo poi da trasportarlo sulla teglia senza difficoltà.
Prendete la tavoletta di cioccolato e posizionatela al centro della sfoglia.
Con un coltello affilato tagliate tante strisce di impasto ai lati della tavoletta.
13633402_10209842697926122_2089209240_o13632894_10209842700006174_481293271_o
Ripiegate il bordo in alto, poi iniziate a fasciare l’impasto prendendo prima una striscia a destra, poi una a sinistra, e così via, fino a esaurimento dell’impasto.
Mettete a lievitare almeno un’altra mezzoretta, magari sotto ad una teglia di vetro per velocizzare la lievitazione.
Spennellate tutto con un po' d'acqua e cuocete in forno caldo ventilato a 200° per una ventina di minuti.
Lasciate raffreddare, tagliate a fette e godetevi questa irresistibile bontà!!

Carbone vegetale nel pane e nei prodotti da forno fa male
Quando si va a fare la spesa con i propri bambini, al supermercato o dal fornaio, succede sempre una cosa di per sé molto gentile, ma che a me non è mai piaciuta: vengono offerti ai bambini pezzi di pane, spianate, biscotti o grissini ogni volta!

Premetto che capisco che sia una molto  gentile nei confronti della propria clientela, però se offri uno sfilatino alla mia bambina di 7 mesi alle 11:30 del mattino, è molto probabile che poi le non mangerà niente a pranzo!!

Poi, se proprio vogliamo dirla tutta, al pane classico, bianco, spesso super condito, io cerco di starci molto lontano!

E’ sicuramente molto buono, ma a me poi mi fa venire sempre un terribile mal di pancia! E’ privo di fibre, e molto spesso ricco di grassi (provate a chiedere in quale pane tradizionale del forno non c'è lo strutto!! Sono pochisimi!!)!

Poi c’è il pane integrale, o ai cereali, buono sì, anzi molto buono, ma spesso un po’ monotono nelle sue preparazioni!

Allora mi chiedo io, cari fornai, perché non ci semplificate il lavoro e iniziate a produrre tutti i vostri deliziosi tipi di pane con delle farine sane?!

Perché il barilotto deve essere fatto per forza con la farina 00?

Perché non posso avere una rosetta semi-integrale??

Perciò mie care, ora sta noi… penso che se tutte noi richiedessimo ai nostri fornai delle alternative più sane, certo dovrebbero adeguarsi!

images_ybc_24_24_74b8aacffc0b7ccbb85878f820456a26d4c6cc48

Recentemente poi è scoppiata la moda del carbone vegetale, ingrediente che personalmente non mi convince proprio!

Il carbone vegetale è una polvere ottenuta da legno opportunamente carbonizzato che può essere utilizzato come colorante, oppure come integratore alimentare, grazie alla sua proprietà adsorbente dei gas intestinali.

Prima di tutto bisogna dire che la quantità di carbone vegetale usato nell'impasto non è tale da avere un reale effetto su gonfiori e simili, perciò il suo utilizzo è puramente “decorativo” se così possiamo dire!

In più, derivando da un processo di carbonizzazione, come tutte le cose bruciate, io preferisco non consumarlo né tanto meno darlo alle mie bambine!

Basta pensare che in Europa è consentito utilizzare il carbone vegetale come additivo alimentare, mentre in America, il carbone vegetale è vietato per il suo contenuto di benzopirene, sostanza cancerogena derivata dalla combustione del legno.

Se proprio non resistete alla tentazione di vedere i vostri lievitati colorati, vi voglio segnalare la nuova linea VITALA+RISOVENERE: una miscela di farina tipo 2 di frumento con farina di riso Venere. 

Questa azienda infatti, di fronte all'insistenza di molti clienti per una aggiunta di carbone vegetale, ha rifiutato di seguire una moda che in coscienza ritiene dannosa, e si è concentrata sulla ricerca di una vera innovazione!

Il riso venere non solo colora gli impasti dei lievitati per i quali si utilizza, ma garantisce anche prodotti con un alto valore nutrizionale, ricchi di fibra, fosforo, manganese.

Insomma, non un pane o un lievitato di moda, ma un prodotto sano!!

images_ybc_24_24_caceef5d44332594fb58da21f748ec13c536984b

I MOLINI NOVA, produttori di questa farina, sono mulini all'avanguardia in questa ricerca, e hanno creato una linea di miscele di farina di frumento tipo 2 e farine di differenti cereali. 

La linea si chiama VITALA+ ed è ricca di nutrienti unici e preziosi, con mix di farine che creano prodotti croccanti fuori e morbidi e gustosi dentro, con una colorazione naturale inconfondibile!

Questa farina non è disponibile nella grande distribuzione, ma è un prodotto professionale che viene venduto a grossisti e dettaglianti… quindi chiediamolo al nostro fornaio!!

Non potrà più farne a meno!

E noi saremo sicure di consumare un prodotto buono, sano e di qualità!

Per chi invece panifica in casa, uno dei Molini del gruppo Nova ha uno store online qui http://www.tuttostore.it/it/150_molino-gaiero-srl 

Io l’ho provata, e vi aspetto domani con una golosissima ricetta… tutta colorata!
yogurt gelato
Avete mai provato a prepararvi un delizioso gelato… semplicemente con lo yogurt??

La ricetta, se così si può chiamare, è più lunga da scrivere che da realizzare!

E’ sufficiente prendere uno stecco gelato, creare con un coltello una fessura nel vasetto di yogurt del gusto che preferite (qui vanno per la maggiore il gusto banana o il gusto fragola, in genere io acquisto quelli biologici e biodinamici della Fattoria Scaldasole) e infilarci dentro lo stecco gelato.
Mettete poi tutto in freezer ed aspettate almeno un paio d’ore!

13662387_10209842688085876_1263838222_o

Quando poi lo yogurt si sarà congelato, togliete la protezione e gustatevelo come un qualsiasi gelato su stecco!
Vi assicuro che i bambini ne andranno matti!

E’ buono, sano, con pochissimi zuccheri rispetto ad un qualsiasi gelato, nutriente e rinfrescante!
Se non avete gli stecchi gelato (anche se vi consiglio, per il prezzo che hanno, di tenerne sempre in casa perché sono molto utili in cucina e ci si possono realizzare diversi giochi per bambini!), potrete rovesciare il contenuto dello yogurt direttamente nello stampo dei ghiaccioli e metterlo in freezer! Otterrete allo stesso modo un delizioso e sanissimo gelato allo yogurt!

In più i fermenti vivi del latte resistono benissimo alla congelazione, quindi godrete di tutti i benefici dello yogurt, uniti al piacere di un fresco e goloso gelato!!

P.S.
Funziona benisimo anche con gli yogurt di soia vegani!
Sconto aspirapolvere Dyson
Credo che sia ormai impossibile immaginare le nostre case senza la presenza e l’aiuto della tecnologia! Aspirapolvere, lavatrice, lavastoviglie, asciugatrice, sono tantissimi gli aiutanti instancabili di cui ci possiamo affiancare per sbrigare i nostri lavori facilmente e velocemente!

E’ importantissimo però scegliere bene cosa acquistare, per fare sì che il nostro investimento sia veramente efficace: l’elettrodomestico deve fare bene il suo lavoro, essere semplice da utilizzare, resistente, di facile manutenzione e possibilmente che consumi poco.

L’azienda Dyson è per me ormai una garanzia e dopo avere testano diversi suoi prodotti, posso assicurarvi che non solo hanno rispettato le mie aspettative iniziali, ma che molto spesso le hanno superate!

Per questo mi sento di consigliarla ormai ad occhi chiusi, e mi sento di potervi consigliare cecamente anche questo nuovo gioiellino delle aspirapolveri senza averlo (purtroppo) provato: il nuovo aspirapolvere a traino Dyson Cinetic Big Ball

Dyson Cinetic Big Ball è una potente aspirapolvere compatta e snella, in grado di recuperare da sola la posizione iniziale in caso di rovesciamento!

La nuova aspirapolvere Dyson Cinetic Big Ball:
  • non ha bisogno di manutenzione e non perde la capacità di aspirazione, grazie all'assenza di filtri da lavare o sostituire, e di sacchetti da acquistare;
  • ha il 33% in più di capacità rispetto alla generazione precedente di aspirapolvere a traino Dyson Cinetic, grazie ad uno speciale collare in silicone che rimuove lo sporco e i detriti intrappolati, e li spinge verso l'esterno, e blocca il loro eventuale passaggio all'interno della macchina;
  • è dotata di un  manico snodabile ruotabile in tre direzioni, per una pulizia a 360°. Il tubo è più lungo rispetto ai precedenti aspirapolvere Dyson e si estende fino a 1,25m.

Potete vederla in azione in questo video!



Se vi interessa l’acquisto, Dyson mette a disposizione uno sconto del 30% su Dyson Cinetic Big Ball, modello ANIMAL PRO, prezzo al pubblico € 639,00 (da scontare). 
Lo sconto è valido per ACQUISTI EFFETTUATI TRA il 25 e il 31 LUGLIO.
Tartarughe ninja – fuori dall’ombra
Li vedete queste dolci tartarughine qui sopra?? 

Bè queste sono state una dei giochi preferiti della mia infanzia!

Ebbene sì, mentre la stragrande maggioranza delle mie amiche chiedeva in regalo Barbie e Cicciobello, io imploravo i miei genitori di regalarmi tartarughe Ninja (e Lego!).
Ovviamente i miei genitori non si facevano alcun problema e mi assecondavano regalandomi le mie fedeli compagne di giochi!

Il bello è che invece mia sorella era una 100% Barbie addict, e quindi capitava anche che nei nostri giochi la famosa e trendy biondina incontrasse le mie tartarughe Ninja in bellissime avventure!
Non faccio mistero del fatto di essere rimasta ancora bambina per quello che riguarda i giochi (e forse non solo per quello), e ancora mi diverto a giocarci con le mie bambine!

Così quando l’anno scorso Cecilia ci ha chiesto in regalo una tartaruga Ninja… io sono stata felicissima!

Ma mai quanto ho ritrovato in soffitta la mia collezione di tartarughe Ninja di quando ero piccola (ovviamente abbiamo anche April e Splinter, ma non volevano essere fotografati!)!!

Ho subito consegnato la mia preziosa collezione alle mie nane, anche se a dire il vero non sono così interessate come lo era la sottoscritta… qui ancora le Barbie vincono!

Però mi fa molto piacere che le Barbie possano felicemente convivere con Raffaello, Donatello, Leonardo e Michelangelo!!

E magari per invogliarle ancora di più a conoscere questi personaggi le porterò a vedere il nuovo film della Paramount sui personaggi creati da Nickelodeon che esce proprio oggi: Tartarughe Ninja – fuori dall’ombra!!

La trama:
“Michelangelo, Donatello, Leonardo, Raffaello tornano al cinema questa estate per combattere il più cattivo dei cattivi, al fianco di April O'Neil (Megan Fox), Vern Fenwick (Will Arnett) e di un nuovo arrivato: il vigilante mascherato da gocatore di hockey Casey Jones (Stephen Amell). Dopo la sua fuga il supercriminale Shredder unisce le proprie forze allo scienziato pazzo Baxter Stockman (Tyler Perry) e ai due sciocchi scagnozzi, Bebop (Gary Anthony Williams) e Rocksteady (WWE Superstar Stephen "Sheamus" Farrelly), per scatenare un piano diabolico alla conquista del mondo. Quando le tartarughe si preparano ad affrontare Shredder e il suo nuovo team, si trovano di fronte ad un male ancora più grande ma con simili intenzioni: il famigerato Krang.”

Se i vostri bambini sono appassionati, vi consiglio di non perdervelo!

E se non vi prendono troppo per matusa, fatevi vedere anche il primo film delle Tartarighe Ninja: Tartarughe Ninja alla riscossa, del 1990 (lo trovate anche su You Tube).

Ok, forse vedendolo vi prenderanno proprio per vecchi… meglio portarli al cinema a vedere #FuoriDallOmbra!!

 



biscotti banana avena cacao

Avete mai provato la ricetta dei biscotti avena e banana? Quei biscotti senza zucchero che si preparano in un attimo semplicemente schiacciando una banana con una forchetta e aggiungendo i fiocchi di avena??

Se li avete già provati, sapete quanto siano buoni e golosi! La cosa più bella è che poi questi biscotti sono veramente super sani, e quindi potrete proporli ai vostri bambini non solo a colazione ma anche per delle golosissime merende, ma senza zucchero!!

E anche voi potrete prepararveli per delle colazioni in preparazione alla prova costume... o come snack spezza fame quando viene voglia di qualcosa di dolce all'improvviso (ne so qualcosa!!).

In passato ve li avevo proposi in diverse versioni: 

Questa stagione poi ci offre della frutta meravigliosamente buona, così ho pensato di provare ad utilizzare per questa ricetta anche le albicocche... il risultato è stato buonissimo, perciò tenete a mente anche questa variante estiva: la ricetta dei biscotti ai fiocchi d'avena e albicocche senza zucchero o altro! Solo due ingredienti!

Insomma, dopo tutti questi esperimenti, non avevo ancora provato ad aggiungere semplicemente il cacao all'impasto di base, anche se era da parecchio tempo che mi frullava in testa l'idea...
Un mesetto fa ho provato, e dopo averli assaggiati li ho fatti e rifatti diverse volte, perché sono deliziosi!!
Vi lascio allora con la ricetta!

 Ricetta biscotti avena e banana al cacao (senza zucchero)

Ingredienti:
2 banane mature
180g di fiocchi di avena integrale
10g di cacao amaro in polvere

Procedimento:
13396773_10209534965232997_1576197878_o13396994_10209534964072968_628689466_o
Sbucciate e tagliate le banane a pezzetti, poi schiacciatele con una forchetta. Aggiungete il cacao e l’avena e mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo.
13396756_10209534964872988_815493273_o13405382_10209534963672958_30398044_o
Prendete con le mani piccoli pezzi di impasto, fatene una pallina e poi schiacciatela su una teglia ricoperta di carta da forno. Cuocete in forno caldo 180° ventilato 15 minuti circa.
inflUTILITY
Credo a chi ha aperto un blog quando ancora non era di moda, e non lo faceva nessuno.

Credo a chi ha aperto un blog, perché ha sempre letto quelli degli atri, e ha deciso di averne uno suo!

Credo in chi ha un blog, e ha voglia di raccontarti qualcosa. In chi magari ti racconta anche troppo e in chi ad aprirsi proprio non ci riesce.

Credo in chi ha un blog e non vuole venderti qualcosa, ma che con entusiasmo ti racconta quello che gli piace!

Credo nei blogger che mettono 100 foto personali, e in chi non ne mette neanche una.

Credo che avere un blog sia un’esperienza incredibile, ma che tante volte il mio ho pensato di chiuderlo!

Credo che sei hai un blog e scrivi bene, o scrivi qualcosa di utile per qualcuno, anche se non capisci niente di motori di ricerca, prima o poi le persone ti trovano lo stesso.

Credo che se 20 persone scrivono 20 cose identiche, forse non ci credo più in quello che leggo.

Credo che se sei un blogger e ti legge anche solo una persona, hai una responsabilità verso quello che scrivi.

Credo che se sei una mamma blogger e chi ti legge segue i tuoi consigli con i suoi bambini, hai ancora più responsabilità.

Credo che se hai un blog e un’azienda ti dice che il suo prodotto è di qualità, devi provarlo, informarti, e verificare, prima di scrivere qualsiasi cosa.

Credo che se hai un’azienda e vuoi farti conoscere attraverso un blog, devi essere disposto a metterti in gioco e a lasciare che quella persona provi e giudichi il tuo prodotto.

Credo che si debba essere sinceri.
E credo che si debba essere preparati.

Credo nei blogger che credono che quello che scrivono possa essere di utilità per qualcuno.

Credo in quello che faccio e in quello che scrivo. Ci metto la mia firma ma soprattutto la mia passione e la mia serietà.
E spero che per questo, anche voi, almeno un pochino crediate in me.

Come blogger e ancora di più come mamma blogger io appoggio #inflUTILITY, il nuovo approccio strategico di YourBrand.Camp per la collaborazione tra aziende e persone.
“meno buzz, più valore”
Tu cosa ne pensi di questi fantomatici influencer? Partecipa al sondaggi di YBC cliccando qui (è velocissimo)!
Per approfondire di più e capire di cosa si tratta, puoi leggere l’eBook gratuito su #inflUTILITY , scaricabile da http://influtility.com/
YBC cerca nuovi talenti in grado di accogliere e promuovere #inflUTILITY … potresti essere tu (non è necessario avere un blog, e tanto meno un mommy blog, ma è sufficiente essere presente sui social)…

Potete leggere altre informazioni su Your Brand Camp qui: “Come guadagnare con la propria opinione?”,  “Che cos’è un influencer?” ,  “Hai un blog?” e “Perché non diventerò mai una blogger famosa”.
ultimo giorno di asilo cecilia

Oggi è stato l’ultimo giorno di asilo di Cecilia.
In questi giorni ho incontrato tante mamme tristi e malinconiche, all’idea di questa esperienza giunta al termine!
Ho cercato di non incrociare troppi sguardi lucidi, per non farmi attaccare quella malinconia!
Tutto sommato per noi è diverso, pensavo. Il prossimo anno continuerò ad entrare ed uscire dalla porta di quell’asilo, perché sarà Carolina ad entrarci ed uscirci!
Questo credevo mi rendesse immune dalla malinconia.
Eppure gli ultimi due giorni è arrivata anche per me…
Poi oggi sono andata a prendere Cecilia.
Una maestra staccava le foto dagli armadietti, mentre un’altra era in giardino con i bambini!
Ci sono stati baci, abbracci e belle e sentite parole!

13570064_10209740153042564_664238019_o

Ma Cecilia era tranquillissima!
Detto tra noi, sembrava non le importasse molto, di questo asilo che finisce!
Non se ne rende conto, ho pensato io!
E perché mai dovrebbe?
Cecilia è uscita da scuola, nel suo ultimo giorno di asilo, pensando alle vacanze che iniziano! Al mare, ai bagni a Cesenatico, alla festa per la notte rosa di domani!
I bambini sono qui e ora!
E anche oggi Cecilia mi ha insegnato qualcosa di nuovo…

P.S.
Facile essere zen quanto tua figlia inizia le scuole elementari e non quelle medie!
Cinzia cara, rileggi questo post tra 5 anni!!!!!!!!

13570375_10209740153322571_1645828779_o13569835_10209740152922561_1921863192_o13555674_10209740154042589_1445236431_o