inflUTILITY
Credo a chi ha aperto un blog quando ancora non era di moda, e non lo faceva nessuno.

Credo a chi ha aperto un blog, perché ha sempre letto quelli degli atri, e ha deciso di averne uno suo!

Credo in chi ha un blog, e ha voglia di raccontarti qualcosa. In chi magari ti racconta anche troppo e in chi ad aprirsi proprio non ci riesce.

Credo in chi ha un blog e non vuole venderti qualcosa, ma che con entusiasmo ti racconta quello che gli piace!

Credo nei blogger che mettono 100 foto personali, e in chi non ne mette neanche una.

Credo che avere un blog sia un’esperienza incredibile, ma che tante volte il mio ho pensato di chiuderlo!

Credo che sei hai un blog e scrivi bene, o scrivi qualcosa di utile per qualcuno, anche se non capisci niente di motori di ricerca, prima o poi le persone ti trovano lo stesso.

Credo che se 20 persone scrivono 20 cose identiche, forse non ci credo più in quello che leggo.

Credo che se sei un blogger e ti legge anche solo una persona, hai una responsabilità verso quello che scrivi.

Credo che se sei una mamma blogger e chi ti legge segue i tuoi consigli con i suoi bambini, hai ancora più responsabilità.

Credo che se hai un blog e un’azienda ti dice che il suo prodotto è di qualità, devi provarlo, informarti, e verificare, prima di scrivere qualsiasi cosa.

Credo che se hai un’azienda e vuoi farti conoscere attraverso un blog, devi essere disposto a metterti in gioco e a lasciare che quella persona provi e giudichi il tuo prodotto.

Credo che si debba essere sinceri.
E credo che si debba essere preparati.

Credo nei blogger che credono che quello che scrivono possa essere di utilità per qualcuno.

Credo in quello che faccio e in quello che scrivo. Ci metto la mia firma ma soprattutto la mia passione e la mia serietà.
E spero che per questo, anche voi, almeno un pochino crediate in me.

Come blogger e ancora di più come mamma blogger io appoggio #inflUTILITY, il nuovo approccio strategico di YourBrand.Camp per la collaborazione tra aziende e persone.
“meno buzz, più valore”
Tu cosa ne pensi di questi fantomatici influencer? Partecipa al sondaggi di YBC cliccando qui (è velocissimo)!
Per approfondire di più e capire di cosa si tratta, puoi leggere l’eBook gratuito su #inflUTILITY , scaricabile da http://influtility.com/
YBC cerca nuovi talenti in grado di accogliere e promuovere #inflUTILITY … potresti essere tu (non è necessario avere un blog, e tanto meno un mommy blog, ma è sufficiente essere presente sui social)…

Potete leggere altre informazioni su Your Brand Camp qui: “Come guadagnare con la propria opinione?”,  “Che cos’è un influencer?” ,  “Hai un blog?” e “Perché non diventerò mai una blogger famosa”.
ultimo giorno di asilo cecilia

Oggi è stato l’ultimo giorno di asilo di Cecilia.
In questi giorni ho incontrato tante mamme tristi e malinconiche, all’idea di questa esperienza giunta al termine!
Ho cercato di non incrociare troppi sguardi lucidi, per non farmi attaccare quella malinconia!
Tutto sommato per noi è diverso, pensavo. Il prossimo anno continuerò ad entrare ed uscire dalla porta di quell’asilo, perché sarà Carolina ad entrarci ed uscirci!
Questo credevo mi rendesse immune dalla malinconia.
Eppure gli ultimi due giorni è arrivata anche per me…
Poi oggi sono andata a prendere Cecilia.
Una maestra staccava le foto dagli armadietti, mentre un’altra era in giardino con i bambini!
Ci sono stati baci, abbracci e belle e sentite parole!

13570064_10209740153042564_664238019_o

Ma Cecilia era tranquillissima!
Detto tra noi, sembrava non le importasse molto, di questo asilo che finisce!
Non se ne rende conto, ho pensato io!
E perché mai dovrebbe?
Cecilia è uscita da scuola, nel suo ultimo giorno di asilo, pensando alle vacanze che iniziano! Al mare, ai bagni a Cesenatico, alla festa per la notte rosa di domani!
I bambini sono qui e ora!
E anche oggi Cecilia mi ha insegnato qualcosa di nuovo…

P.S.
Facile essere zen quanto tua figlia inizia le scuole elementari e non quelle medie!
Cinzia cara, rileggi questo post tra 5 anni!!!!!!!!

13570375_10209740153322571_1645828779_o13569835_10209740152922561_1921863192_o13555674_10209740154042589_1445236431_o
ricetta orzo con le vongole2
Le vongole sono un ingrediente che in genere i bambini amano!
Gli spaghetti con le vongole sono un classico e conosco veramente pochi bambini che non ne vadano matti!

D’altra parte come dargli torto, le vongole sono veramente buone e saporite!

Perché allora non sfruttare questa esplosione di sapore per rendere più appetibile un piatto che in genere i bambini non amano particolarmente??

Per questo ultimamente invece di preparare i soliti spaghetti con le vongole, preparo questo delizioso orzo con le vongole! E le mia bambine lo spazzolano!

Tra l’altro le vongole sono un ingrediente spesso sottovalutato! Infatti questi molluschi non sono solo buoni, ma anche ricchi di vitamina B12 e vitamina E!

Lo stesso Professore Franco Berrino (famoso oncologo del Progetto Diana e autore di centinaia di pubblicazioni scientifiche) dice di mangiarle una volta ogni 15 giorni per garantirsi il giusto apporto di vitamina B12!

Ecco quindi un altro modo per gustarle in tutta la loro bontà, e riuscire a dare un’alternativa alla consueta pasta, che come sappiamo è molto buona e ha anche le sue proprietà positive, ma non fa certo bene mangiarla tutti i giorni (anche se i nostri bambini vorrebbero!!).

Ricetta orzo con le vongole
Ingredienti:
600g di vongole
150g di orzo (perlato o decorticato a seconda di come siete abituati)
1 spicchio di aglio
1 bicchierino di vino bianco

Procedimento:
12966466_10209072320427166_996243680_n12980590_10209072320667172_2076500869_n
Sciacquate più volte le vongole e mettetele a bagno in acqua fredda salata.
In una pentola mettete uno spicchio di aglio e un cucchiaio di olio e fate imbiondire l'aglio.
Aggiungete le vongole scolate, sfumate con il vino bianco, fate evaporare e lasciate cuocere qualche minuti coperto, fino a che le vongole non si saranno aperte.

12966270_10209072320467167_1142596067_n(1)12988059_10209072321107183_1216857223_n

Nel frattempo mettete a cuocere l'orzo.
Quando si saranno intiepidite le vongole, sgusciatele e filtrate il liquido rimanente da cottura e rimettetele nella padella.
Quando sarà cotto l'orzo scolatelo e conditelo con il sugo di vongole e un cucchiaio di olio a crudo.
Servite caldo o freddo, con del prezzemolo tritato per chi lo gradisce!
3 Doppiu - Tirrenia
Fin da quando ero piccola, il viaggio è sempre stato per me un momento molto emozionante, ricco di mistero e avventura!
Ero felice non solo di arrivare in un posto nuovo e per me misterioso, ma mi emozionava anche il viaggio: che fosse in macchina, in treno, in aereo o in traghetto, il viaggio, il raggiungere la meta prefissata, ha sempre avuto un posto importantissimo nella mia idea di vacanza!

Se insegniamo ai nostri bambini ad osservare quello che li circonda, a tenere sempre gli occhi aperti e ad alimentare sempre la loro curiosità per il nuovo, anche un viaggio in macchina può trasformarsi da un noioso spostamento in una bella avventura!

Se poi scegliamo qualcosa di ancora più magico ed avventuroso, come un viaggio in traghetto, i nostri bambini non potranno non innamorarsene e si divertiranno tantissimo!
Ricordo ancora i viaggi in traghetto che ho fatto con la mia famiglia quando siamo stati in Sardegna: l’emozione e il fascino che il traghetto aveva su di me, la meravigliosa aria salmastra che respiravo a pieni polmoni sul ponte, il continuo scrutare il mare, così bello e misterioso, nella speranza di avvistare qualcosa, come un delfino o una balena!
E anche quando ci sono tornata da ragazza, con gli amici e le amiche, il divertimento e il fascino del viaggio in traghetto non sono cambiati! Per questo non vedo l’ora di potere organizzare un viaggio del genere con le mie bambine!

35 Lorenzo - Tirrenia

Se state progettando le vacanze con la vostra famiglia, vi segnalo le offerte di Moby e Tirrenia per Sardegna, Corsica, Isola d’Elba, Sicilia e Isole Tremiti.

Prima di tutto quello che dovete sapere è che Moby e Tirrenia per Sardegna offrono insieme il più grande network di collegamenti per Sardegna (5.600 partenze previste nel 2016 e fino a 30 partenze al giorno), Corsica, Isola d’Elba, Sicilia e Isole Tremiti: tutti i giorni, 24 ore su 24, è possibile scegliere fra numerose tratte, una vasta scelta di orari e porti di partenza e, in alta stagione, di viaggiare sia di giorno che di notte.
Inoltre, comprando un biglietto entro il 31 luglio, per partenze fino al prossimo 31 dicembre, verso queste destinazioni, riceve un buono sconto pari al 25% dell’importo pagato (al netto di tasse e diritti) utilizzabile per l’acquisto di un nuovo biglietto valido per qualsiasi destinazione Moby o Tirrenia.

I prezzi sono molto convenienti, basta pensare che 2 adulti con auto (fino a 5m e 2.20 di altezza) viaggiano per la Sardegna a partire da 65€, tasse e diritti inclusi. L’offerta è valida per prenotazioni fino al 15/07/2016 per partenze fino al 31/12/2016 da e per Olbia sulle linee Livorno, Piombino, Civitavecchia, fino ad esaurimento disponibilità posti per l’iniziativa, sulle date in cui essa è prevista).

AKI piscina TUBE

Moby e Tirrenia hanno poi un occhio di riguardo per i nostri bambini, con le più grandi aree del Mediterraneo a loro dedicate.
A tutto questi si aggiunge la qualità della ristorazione a bordo, con un progetto molto goloso: diffondere la cultura gastronomica e la conoscenza della Sardegna.
Da maggio sino a ottobre, ogni mese sarà dedicato ad un prodotto: dalla bottarga ai salumi, dai grani sardi ai formaggi. Inoltre i menu di bordo delle navi propongono piatti tipici della tradizione locale esaltando i prodotti del territorio attraverso le ricette sarde.

Isola D'Elba- Italy
Moby Wonder in Navigazione
Foto: Guido Cantini/Sea&See 

pizza senza lievitazione
Poca pazienza e tanta fame… così ha descritto l’account twitter della Pomì (dove trovate questa ricetta della pizza veloce senza lievitazione)… e non potevano trovare mia descrizione migliore in certi (tanti) giorni della mia settimana!

Spesso si avvicina l’ora di cena con tanta fame, e poche idee… poche come la voglia che si ha di cucinare!

Chi segue il mio blog a che non amo le ricette elaborate, e non solo per motivi salutistici, ma anche di gusto (mi piacciono i sapori semplici) e di voglia… non voglio mica invecchiare tra i fornelli!!
Ecco quindi un’altra ricetta furbissima e velocissima, quando la fame di pizza prende, ma non sì ha  tempo e voglia di prepararla… 

Con questa ricetta della pizza veloce senza lievitazione, preparerete una buonissima pizza croccante in pochissimo tempo, da farcire come più vi piace!

Ovviamente il risultato è una pizza diversa da quella con il lievito madre o di birra, ma vi assicuro che se la proverete vi piacerà molto!

Vi lascio allora con la ricetta, che troverete sul sito della Pomì, insieme a tante altre buonissime ricette mie e di altre bravissime food blogger!

3pizza
13518251_10209673140207285_1300186815_o

Vi piace il nostro ritratto di famiglia? 
Io lo trovo meraviglioso! 

Quando ho visto i lavori di Cristina, , illustratrice, curatrice d’arte e creatrice del progetto STAKSHOP, ho subito pensato: ne voglio uno anche io!! Sì perché sicuramente sono una meravigliosa idea regalo, ma se per una volta i destinatari del regalo fossimo proprio noi, o la nostra famiglia?? 

Un ritratto di famiglia sarà un meraviglioso ricordo che ci porteremo dietro, e che poi potranno conservare i nostri figli! Avete mai pensato di regalarvi un ritratto di famiglia? Detto così può sembrare un po' anacronistico, ed effettivamente lo sarebbe se questo fosse un ritratto classico!

Anzi detto tra noi… lo troverei anche un po’ inquietante, e decisamente non adatto alle nostre case, a meno che non si abiti in un castello!

Ma questo non è un semplice ritratto di famiglia, ma è piuttosto un’illustrazione, una dolcissima fiaba a colori che parla della nostra famiglia!

Quando è arrivato a casa il pacchetto non potevo crederci, perché Cristina ha saputo illustrarci come lo avrebbe potuto fare un’amica di famiglia! Invece non ci siamo neanche mai incontrate!
Le sono bastate qualche foto e una breve descrizione per riuscire  a cogliere i nostri caratteri, e il risultato a parere mio è stato perfetto!!

Potete vedere altri esempi sulla pagina Facebook di Stakshop:
https://www.facebook.com/Stakshop-210648458959268/
Questi bellissimi ritratti di famiglia, realizzati in acquarello su carta, sono disponibili in diversi formati:
  • 13x18 cm incorniciato 20€
  • A4 senza cornice 40€, con la cornice 43€
  • A3 senza cornice 80€
  • A2 senza cornice 160€
  • A1 senza cornice 320€

Per ordinare il vostro ritratto andare a questo link: http://stakshop.it/shop/ritratto-illustrato
 
Per completare l'ordine dopo l'acquisto è necessario mandare una mail su stak.hm@gmail.com con:
1) le foto vostre /della persona da ritrarre (3-4 foto)
2) informazione su di voi: hobby, interessi, lavoro, ecc. (in modo da rendere più dettagliato e personale il ritratto)
3) scegliere la frase da scrivere. Io ho scelto semplicemente Family, una delle parole più belle che ci sono! Altre idee possono essere,  "amore", o i vostri nomi.
Ovviamente dopo esservelo regalato voi, ricordatevi anche dei nonni, degli amici e dei parenti!

13499760_10209673140007280_1588151412_o
GIOCHI SPIAGGIA BAMBINI
Quali sono i migliori giochi da spiaggia per bambini?  
I giochi che faranno divertire e terranno occupati per un bel po’ i nostri bambini al mare??
E’ ufficialmente estate, anche  (se il tempo non se ne è accorto ancora del tutto), le scuole sono ormai finite (tranne l’asilo.. che barba!!) e finalmente si inizia ad andare in spiaggia!!

Sia che ci siate tra i fortunati che possono andarci ogni settimana, che tra quelli che ci andranno solo per le vacanze ufficiali, sappiate che la dotazione dei giochi che vi porterete in spiaggia è direttamente proporzionale alla quantità di tempo che potrete godervi stese sul lettino a rilassarvi un po’!

Attenzione però, non è la quantità dei giochi da spiaggia ad essere direttamente proporzionale con il vostro relax, ma la qualità!

Se infatti avrete la giusta attrezzatura, vi assicuro che riuscirete a godervi un po’ il vostro lettino!
Ecco allora la nostra selezione dei migliori giochi da spiaggia per bambini… per abbronzature di mamma perfette!!

La prima tipologia di giochi per la sabbia che praticamente tutti i bambini apprezzano, sia maschi che femmine, è quella che riguarda… cucinare la sabbia!!

Io ricordo ancora la soddisfazione nel vedere mia mamma che si complimentava per le deliziose polpette in salmì che io e mia sorelle le preparavamo al mare, servite su di un fresbee usato come vassoio!!

Da quel tempo i giochi si sono evoluti un bel po’ e adesso possiamo trovare diverse scelte per cucinare deliziosi piatti al mare!!

Vi assicuro che ve li porterete dietro per un bel po’ di anni al mare, e piaceranno sempre!


giochi mare bambini




E’ perfetto per il mare e la spiaggia anche lo zainetto con tutto il kit per il pic nic!



I bambini invece che non vogliono riposarsi neanche al mare, possono mettersi a lavorare per la costruzione di una casa, con la borsa contenente tutta l’attrezzatura per diventare un perfetto costruttore!!

81EQ7vUUHFL._SL1500_
C’è addirittura la betoniera funzionante!!


Per chi ha progetti edili ancora più ambiziosi trovate le forme del Colosseo, della torre di Pisa, del Taji Mah al, di un tempio greco, la Tour Eiffel, la muraglia cinese e una piramide !!
Sono fantastici e non ho saputo resiste a non prendere la Tour Eiffel per Cecilia (lei è innamorata di Parigi e non vede l’ora di andarci!).
Chissà che i nostri figli non scoprano già una passione per l’architettura!!


Se invece i vostri bambini amano i dinosauri, con gli stampini dello scheletro del dinosauro li lascerete a bocca aperta, e potranno divertirsi a giocare ai paleontologi, trasformando la spiaggia in territori incontaminati da esplorare!


Stupirete poi tutti i bambini con questo secchiello con tanto di pompa dell'acqua!! E' fantastico!!


Si può giocare poi con la sabbia e con l’acqua con questo divertente imbuto (da riutilizzare poi anche a casa in giardino o per giocare nella doccia!).
La proposta di Melissa & Dough per i giochi per la sabbia è comunque tutta bellissima! Potete vederla qui!


Se anche per voi questa è l’estate prima dell’inizio della scuola, non potete farvi mancare gli stampini a forma di lettera!


E non dimenticatevi l’intelligentissima borsa di retina per contenere tutti giochi del mare dei vostri bambini… per non portare poi tutta la sabbia a casa!!

71xAZLYqsqL._SL1500_71TgYm4AnjL._SL1500_



E per chi ancora invece la sabbia la può solo sognare, ricordatevi che ci sono anche le sabbiere giocattolo (forse non sarà di grande consolazione per voi, ma di sicuro i vostri bambini si divertiranno molto!!)!!
81XGIe57GGL._SL1500_
Smoby Big 800007711 - Sabbiera a Forma di Conchiglia, Colore Blu
biscotti scarti centrifuga estrattore
Lo sapevate che si possono preparare tantissime ricette con gli scarti della centrifuga e dell’estrattore!
Qualche tempo fa vi avevo proposto questi biscotti con gli scarti della centrifuga velocissimi da fare,  e super sani, perché senza zucchero e adirittura senza cottura! I perfetti e golosi spezza fame per grandi e bambini (provare per credere)!
Questa volta invece ci siamo inventati di dei biscotti veri e propri: buosissimi, senza uovo, senza burro, vegan e preparati proprio con lo scarto dell’estrattore che avevano bevuto le bambine a merenda!
Lo scarto della centrifuga o dell'estrattore infatti non è altro che polpa di frutta triturata, perfetta per tantissime ricette! Non buttatelo più via mi raccomando, e provate a preparare questi biscotti!
Anche perché a dire il vero gli scarti della frutta e della verdura, arricchiscono la ricetta sia dal punto di vista del sapore, che delle proprietà benefiche!

Biscotti con gli scarti dell’estrattore
Ingredienti:
200 g di farina integrale
100 g di fiocchi di avena integrale
100 g di zucchero di canna integrale
120 g di scarto di estratto
1/2 bustina di polvere lievitante
50 ml di olio (io di oliva)
100 ml di acqua tiepida

Preparazione:

13242343_10209394949532692_1396538959_o
Frullate i fiocchi d’avena fino a ridurli in farina.
Mettete in una ciotola tutti gli ingredienti secchi: farina, zucchero, scarti dell’estrattore, fiocchi d’avena ridotti in farina e lievito.
13271569_10209394949172683_1900759939_o
MEscolate con un cucchiaio e con le mani in modo da amalgamarli tra loro, e di non formare troppi grumi per via degli scarti degli estratti.
Aggiungete i liquidi e mescolate con un cucchiaio fino ad ottenere un composto omogeneo.
13271879_10209394947692646_81545298_o
Con le mani ricavate tante palline, schiacciatele e appoggiatele su una teglia rivestita di carta da forno.
Mano a mano che prendete l’impasto per fare i biscotti, se l’interno è troppo appiccicoso aggiungete all’occorrenza un cucchiaino di farina alla volta.
Cuocete in forno caldo ventilato a 180° per circa 20.

Questa ricetta è offerta da

http://www.territori.coop.it
1024px-Feld_mit_reifer_Baumwolle
Vi propongo un gioco: chiamate il vostro bambino o la vostra bambina e fategli vedere un fiore di cotone!
L’ideale sarebbe poterlo vedere dal vivo, ma immagino non sia facile trovarlo, e allora fategli vedere questa foto (che è presa da wikipedia), e chiedetegli che cos’è!
Ovviamente con la loro fantasia i bambini supereranno la realtà e se ne inventeranno di cotte e di crude!
Ma forse  a stupirli davvero questa volta saremo noi, quando gli spiegheremo, che da quel fiore lì, vengono fatte le loro magliette, i loro vestiti, i loro pigiamini e pure i calzini!
Che quello è un fiore della pianta del cotone!
Cecilia infatti non ci credeva!!
Se volete vedere la fantasia dei bambini all’opera di fronte a questa domanda, godetevi questo video – esperimetno di Original Marines, che ha posto questa domanda ad un gruppetto di bambini!
Original Marines si è sempre distinta per la qualità dei suoi capi, ed anche quest’anno rinnova la sua collaborazione con il cotone americano Cotton USA, certificato dall'ente (no-profit) Cotton Council International.
Potete scoprire di più su questo cotone leggendo tutte le informazioni sulla pagina di Cotton USA e sul sito di Original Marines.
I capi Original Marines fanno contenti i bambini, con le loro linee divertenti e colorate, e fanno contenti le mamme, grazie all’alta qualità del cotone utilizzato,
Acquistando un capo Original Marines quindi faremo un acquisto consapevole, perché coltivato secondo uno sfruttamento delle risorse responsabile. faremo felici i nostri bambini, che ne apprezzeranno di sicuro il design, e ci semplificheremo anche la vita.
Perché cotone di qualità dignifica anche capi più duraturi, che resistono ai lavaggi frequenti senza scolorirsi o sbiadirsi!
Da sette anni Original Marines, sceglie per le sue collezioni COTTON USA, il marchio internazionale che promuove i prodotti ad alto contenuto di cotone americano, in grado di mantenere i colori brillanti e massima vestibilità anche dopo un intero anno di utilizzo.
E sono sicura che i vostri bambini saranno i loro migliori collaudatori #COTTONUSA #originalcotton #LoveMyCotton!

Il kamishibai è un antico metodo Giapponese per raccontare favole e storie.

Il kamishibai è costituito da una valigetta portatile che si apre, trasformandosi in una specie di teatrino di legno. Al suo interno però non ci sono marionette, ma una fessura nella quale vengono inserite delle tavole stampate sia davanti che dietro: da una parte c'è il disegno e dall’altra il testo da leggere relativo all'immagine. 
Lo spettatore vede l’immagine mentre il narratore legge la storia. 

Il Kamishibai è un metodo molto divertente per i bambini, per raccontare o ascoltare storie!

I libri letti infatti attraverso questa specie di teatrino catturano totalmente l'attenzione dei bambini, e li stimolano a provare a loro volta a proporre la lettura agli altri.

Una sorta di teatro lettura, in cui tutti possono divertirsi molto!

I Kamishibai sono in genere di due formati: per fogli A3 e A4. 



Come struire un Kamishibai:

Se voi o qualcuno in famiglia è bravo nel bricolage, a questo link trovate come costruire un kamishibai tradizionale in legno (il sito è in francese ma trovate il passo passo fotografico che è piuttosto chiaro!).
Qui invece un altra versione su come costruire un kamishibai in legno (in tedesco).

Con uno scatolone di cartone è comunque molto semplice costruirne uno da soli, creando semplicemente la tasca in cui inserire i fogli con un pezzo di cartone della stessa misura delle facciata, tagliato ad hoc in modo da potere leggere le scritte per il narratore.


Libri kamishibai:

Libri kamishibai da stampare gratuiti:

Qui invece trovate altri esempi in francese (magari potete tradurre o inventare voi i testi!).

Libri Kamishibai da acquistare on-line:
A questo link trovare alcuni libri kamishibai molto belli da acquistare su Amazon e il kamishibai in formato A3. 

Su artebambini ne trovate tantissimi altri e un altro kamishibai (sempre in formato A3)!

Così come potete fabbricare il vostro kamishibai fai da te, ugualmente potete divertirvi a costruire le sue storie!
Potrete disegnare storie che già conoscete, o relizzare le immagine ritagliando foto dai giornali e incollandole in un collage, oppure potrete disegnarle con i vostri bambini!
Oppure potrete inventarne di nuove, ed illustrarle con le stesse tecniche!

Photo credits 1, 2, 3
giochi tappi bambini
Questo gioco fai da te fatto con i tappi di latta (quelli della passata di pomodoro e dei barattoli di vetro, per intenderci!) conquisterà di sicuro i vostri bambini!!

Per prima cosa, si divertiranno tantissimo a costruirlo, ed è assolutamente alla portata di tutti!

I bambini più grandi potranno costruire il gioco completamente da soli, dallìinizio alla fine, mentre i bambini più piccoli potranno realizzarlo insieme a voi!

Per prima cosa dovrete conservare i tappi, e trovare poi due o più palline piccole!

13113073_10209237297711495_1574334307_o(1)

Sono perfette le perline tonde o, ancora meglio, le palline all’interno dei coperchi delle bolle di sapone (il tappo in plastica trasparente si svita molto facilmente).7
Poi vi servirà della plastica trasparente, quella che si trova nelle confezioni di tanti prodotti (io ho usato ad esempio la plastica dei tappi dei barattoli grandi dello yogurt e la plastica trasparente della confenzione di un giocattolo). Tenetene sempre un po’ da parte perché si può riutilizzare per realizzare davvero tanti giochi!
Se avete le washi-tape  i vostri mini-labirinti saranno ancora più carini, perché fisserete la plastica trasparente con questi!

Immagine

Radunati questi oggetti di scarto/riciclo dovrete solo scegliere lo sfondo del vostro labirinto!
Cecilia ha scelto di disegnare il suo, mentre Carolina ha scelto la foto della Peppa Pig da un giornale!
Io poi per fargli una sorpresa ho stampato due loro foto con cui costruire i labirinti delle palline!

Idea da tenere assolutamente a mente anche per dei regalini per la Befana, o per il calendario dell'avvento o come party favours ad un compleanno!!

Vediamo allora come realizzare questo labirinto fai da te con i tappi!

Occorrente:
Tappo di latta (quelli della passata di pomodoro e dei barattoli di vetro, per intenderci!)
2 perline tonde o 2 palline delle bolle di sapone
1 foto a piacere
Colla
Plastica trasparente

Procedimento:
13275020_10209428947942631_1060762159_o13275078_10209428959102910_1280004214_o
Tagliate la foto disegnando la sagoma con il tappo che andrete ad usare. Rifinite i bordi in modo che entri nella parte interna del tappo.
Con un taglia buchi o delle forbicine a punta tagliate i cerchietti in cui dovrà andare ad incastrarsi la pallina.

13288258_10209429008104135_12472_o13274967_10209428983223513_1143767648_o
Incollate il disegno all’interno della base. Sempre utilizzando il tappo come sagoma, tagliate la plastica traparente della giusta misura per chiudere il pabirinto e non fare scappare le palline.
Mettete le palline, chiudete con la plastica e con lo scotch o il washi tape bloccate la plastica trasparente.

13288296_10209428970983207_2071351182_o13288798_10209428986863604_910665073_o
 ricetta orzotto pomodoro
Ultimamente  mi capita di assistere o di essere partecipe di conversazioni veramente surreali!

Mattina mi chiama mia mamma:
“Cosa fate, andate al mare?”
Ed io rispondo: “Sì, fuori c’è il sole”
E mia mamma: “Sì, ma il mio cellulare dice che invece dovrebbe piovere!!!!”.

Al mare… un’amica chiama un’altra amica e le dice che al mare non la raggiunge, perché il meteo dà pioggia per le 10. Sono le 9:30 e fuori c’è un sole cocente!

Ora, alla fine dopo pranzo ha iniziato a piovere, e anche piuttosto forte!

Ma il mio pensiero è: perché non mettiamo nella borsa questi benedetti cellulare, smart-phone e chi per loro, e guardiamo fuori dalla finestra??

Il mese scorso mi ero scaricata sull’I-phone un’applicazione meteo, che ho prontamente cancellato, dopo pochi giorni in cui sono trovata a scrutare più lei che il cielo, per decidere il da farsi!

Che questa primavera sia stata un po’ un disastro è un dato di fatto, ma è anche vero che negli ultimi anni il tempo ci ha abituati così: prima c’è un sole bellissimo, e poi nel giro di poco il tempo cambia, e arriva la pioggia!

Troppe volte però la le previsioni sbagliate ci hanno fregato e ci hanno tenuto a casa, in giornata che si sono rivelate poi bellissime!

Perciò io mio caro meteo on-line, ho deciso di non darti più ascolto!

Sei solo un amico invidioso chiuso dentro quella scatoletta, che vuole tenerci in casa dato che tu non puoi uscire!

Ti ho capito sai!

Io non ti ascolto più, e non do più retta ai tuoi finti consigli!

Da adesso me ne starò un po’ di più con il naso all’insù, a scrutare il cielo e a ripassarmi la differenza tra cumoli e stratocumuli. Con sempre un ombrellino portatile nella borsa, e K-Way per tutti! Che tanto sono pure tornati di moda!

P.S.
Vi lascio con questa ricetta dell'orzotto al pomodoro, una vera bontà!
Perfetto con qualsiasi temperatura, sia che fuori sia caldo o freddo!! ;)
E' un ottimo modo per fare mangiare l'orzo anche a chi non lo ama, perché in questo modo vi assicuro, che diventanta buonissimo! Una ricetta semplice e sana, che vi cosiglio proprio di provare!!
 

13405702_10209559764252957_180678189_o

Ricetta orzotto al pomodoro


Ingredienti:
2 scalogni
280g di orzo
400g di passata di pomodoro
Basilico
Opzionale:
Parmigiano grattugiato

Procedimento:
13410881_10209559763052927_296815811_o13397049_10209559762012901_925789767_o13396646_10209559761412886_1813707893_o
Tagliate lo scalogno a pezzetti e mettetelo in una pentola con qualche cucchiaio di acqua e un po’ di sale.
Fatelo stufare per qualche minuto, ed aggiungete poi l’orzo.
Aggiungete ancora un po’ d’acqua e proseguite la cottura per qualche altro minuto, mescolando.
Aggiungete poi la passata di pomodoro, e quando riprenderà il bollore abbassate la fiamma.
Portate a cottura, aggiungendo acqua calda al bisogno.
Quando l’orzo sarà pronto (occorre circa una mezzora) lasciate asciugare l’acqua in eccesso, regolate di sale e se volete aggiungete il parmigiano grattugiato e qualche foglia di basilico.
COndite con un po’ d’olio e servite in tavola.

13383603_10209559759772845_237458223_o