Mentre vi scrivo ci sono Cecilia e Carolina qui con me che dormono.

Sono molto stanche perché per visitare Roma hanno camminato tanto, saltato, corso e giocato.
Carolina poi non è ancora al 100% e infatti ieri sera ha rimesso al ristorante. Abbiamo cercato di limitare i danni e occultare tutto. Che figura, ma poi che risate!

Le bimbe hanno fatto merenda con la pizza e il gelato, e forse non era l’ideale per chi ancora aveva la pancia sottosopra. Abbiamo anche comprato due piccoli peluches per ricordare questa divertentissima e un po’ scalcagnata gita a Roma.

Ieri prima di dormire abbiamo parlato dei regali di Natale, che vorrebbero Hatchimals (anche Carolina, che forse non sa neanche ben cos’è), il CodaBruco e Pluto che cammina.
Abbiamo riso e scherzato e poi si sono addormentate.

Io ho acceso il pc, ho controllato la posta e mi sono imbattuto in un video molto carino di ActionAid.
ActionAid è un’organizzazione no profit indipendente impegnata in progetti internazionali e nazionali per la lotta contro la povertà e le ingiustizie sociali, che da anni lotta per aiutare i bambini in difficoltà in tutto il mondo.

ActionAid Italia ha raggiunto oltre 170.000 bambini, le loro famiglie e la comunità in cui vivono, aiutando complessivamente circa 5 milioni di persone in 40 paesi del Sud del mondo, in Africa, in Asia, in America Latina e in Italia.

Ci sono bambini invece che per Natale non riceveranno nessun regalo.

Bambini che per Natale non mangeranno niente di speciale, anzi che ogni giorno

L’adozione a distanza è un vero e proprio gesto d’amore, in grado di offrire un futuro migliore ai bambini del mondo in difficoltà e alle loro comunità sconfiggendo la povertà e le ingiustizie. 

Con un piccolo contribuito di 82 centesimi al giorno, meno di 25 euro al mese, i bambini avranno l’opportunità di andare a scuola, essere curati, avere diritto al cibo e potranno essere aiutati tempestivamente in caso di emergenze e calamità naturali.

Se deciderete di adottare un bambino a distanza, riceverete una foto del bambino e informazioni per conoscere la sua storia e quella del suo paese, poterete ricevere messaggi e disegni del bambino e seguirlo nella sua crescita oltre alla possibilità di scrivergli e andare a trovarlo.

Sarebbe un regalo molto carino da aggiungere nella lettera di Natale dei bambini: un fratellino o una sorellina a distanza.

Un bambino a cui scrivere e con cui dividere le attenzioni appiccicose della mamma.

Guardate il video qui sotto per credere!


Buzzoole
RICETTA QUINOA E PORCINI

Ci sono alcune ricette che quando mi ritrovo a sistemare qui sul blog, e ne rivedo le foto, mi fanno subito venire l’acquolina in bocca, e questa è una di quelle!

Se amate i funghi sapete che i porcini sono una vera delizia, ma non potete immaginare come avvolgono bene il sapore erbaceo della quinoa con il loro gusto pieno e deciso!

Una vera bontà!

Perciò se siete amanti dei funghi, e non della quinoa, questo è il piatto che potrebbe farvi fare pace, anzi dico di più, potrebbe farvi innamorare, di questo mitico super food.

Quando non è stagione di porcini non preoccupatevi, e sostituiteli con i porcini secchi e qualche champignon o cremino!

Tra l’altro molti credono che i funghi non abbiano praticamente proprietà nutritive ma che arricchiscano solo i piatti di sapore, mentre posso dirvi che questo non è assolutamente vero e che anzi i funghi sono un’ottima fonte proteica.

1

Ricetta quinoa e funghi porcini

Ingredienti:
(per quattro persone)
280g di quinoa (70g a porzione)
560g di acqua
2/3 porcini
1 bicchierino di vino bianco
sale q.b.
Olio extra vergine di oliva

Procedimento:
23

Leggete qui come cuocere la quinoa.
Nel frattempo avrete lavate i porcini sotto l'acqua eliminando l'eventuale terra. Tagliateli a fette non troppo spesse, e metteteli in una pentola insieme ad un cucchiaio di olio.
Quando il tutto inizia a rosolare, sfumate con il vino bianco.
Salate e portate a cottura.
Quando i porcini saranno cotti unite la quinoa e saltateli insieme per un paio di minuti. Condite con olio extra vergine a crudo e servite.

Questa ricetta è offerta da:

http://www.territori.coop.it
giochi sissi grandi giochi

In casa nostra è scoppiata la Sissi mania, e la cosa mi ha abbastanza sorpreso perché a dire la verità non è neanche il cartone preferito delle mie bambine.

Con i giocattoli di Sissi invece le mie bambine scatenano la loro fantasia e si divertono tantissimo!

Nel cartone la storia della principessa Sissi è molto diversa da quella a cui siamo abituati noi: Sissi è una giovane ragazza, ama la sua numerosa famiglia, gli animali, è romantica e al tempo stesso avventurosa, e scopre di potere parlare con gli animali, grazie ad un braccialetto magico.

I giocatoli della principessa Sissi sono della Grandi Giochi e ne potete trovare una tantissime versioni.

Le mie bambine hanno una principessa Sissi con le scarpe e due abiti di ricambio, che devo dire sono rifiniti veramente bene, curati e resistenti, nonostante la poca dolcezza che ci mettono a volte le bimbe per vestire la principessa, che immagino sia abituata invece a ben altri modi! Poi la carrozza e lo scoiattolo Nut.

Nonostante il prezzo contenuto rispetto a oggetti simili di altre marche (ovviamente non della principessa Sissi), la qualità si è rivelata ottima, e posso dirvelo perché sia Sissi, che la carrozza che Nut sono sopravvissuti a Carolina, che da perfetta dueenne e mezzo, non ci va certo leggera con i giocattoli.

DSC_0015

La litigatissima carrozza poi è veramente identica a quella del cartone, riesce a portare comodamente due bambole (quindi Sissi può girare accompagnata).

La carrozza di Sissi è trainata da un bellissimo cavallo con una lunga chioma da pettinare e una bellissima livrea d’oro, e comprende anche una bambola della principessa Sissi.

DSC_0016

Il mio gioco preferito però di tutti quelli della linea Sissi (come se ci dovessi giocare io! Lo so che sono tremenda) è lo scoiattolo Nut.

Questo scoiattolo peluches è veramente bello e dolce. La qualità è veramente ottima, a parere mio ha una pelliccia e delle rifiniture migliori di tanti altri animali giocattolo robot che in genere costano il doppio.

Oltre ad essere molto morbido è anche molto leggero non si sente nessun fastidioso suono di meccanismi quando ci si gioca.

15388614_10211186966371993_16582327_o

Quando accenderete questo carinissimo scoiattolo, tenendo premuta la zampetta per tre secondi, inizierà a squittire.

Le batterie sono già incluse, cosa molto rara e altrettanto gradita nei giochi che ne necessitano!

15388746_10211186966531997_1490185916_o

Se però premerete il cuore del braccialetto magico, questo vi permetterà magicamente di capire cosa dice lo scoiattolo, che inizierà a parlare!

Le frasi di Nut sono molto molto dolci e coccolose: chiede coccole e carezze, ama il solletico e potrete dargli da mangiare con la ghianda inclusa.

Insomma le mie bambine non lo mollano mai, e penso possa piacere tantissimo anche ai maschietti!


gioco di carte per bambini da stampare gratis

Giocare a carte fa bene, non solo agli adulti, ma anche ai bambini!
Giocare a carte aiuta la memoria, la concentrazione, è un gioco sano e divertente, perfetto in tutte le stagioni!
I giochi di carte infatti si prestano benissimo per la stagione invernale, in particolar modo per le vacanze di Natale, quando si passa più tempo in casa al calduccio.
Ma essendo le carte un gioco molto leggero da trasportare, diventa perfetto da portare sempre con sé: in spiaggia, al ristorante con i bambini, è sempre un ottimo asso nella manica da giocare in un momento di noia o in cui non si sa cosa fare.
Mia nonna Ilia giocava sempre a carte, e quando andavamo a trovarla io e mia sorella non vedevamo l’ora di giocare a scala reale, scala quaranta o ramino!
Quando ero più piccola però ricordo che guardavo con molta invidia mia sorella più grande che giocava a carte con mia nonna, e non vedevo l’ora di imparare i numeri per potere partecipare!
Il primo gioco di carte con cui si inizia la carriera di giocatore in genere, almeno qui, è il rubamazzo, un gioco molto carino che si fa con le carte da briscola.
Un gioco però ancora più semplice, che ci aveva insegnato mia nonna, è il pela gallina!
Pela gallina, che con una breve ricerca su internet ho scoperto chiamarsi anche straccia camicia, è un gioco perfetto per i bambini dai 3 anni in su, che si avvicinano per la prima volta ai giochi di carte.

Regole di pela gallina

Si gioca in due persone e normalmente si usa il classico mazzo da 40 carte, divise in 4 semi (coppe, denari, bastoni, spade) di 10 carte ciascuno.
 
Le uniche carte punto sono l'asso, il due e il tre di qualsiasi seme.
Quello che ha dato le carte (che chiameremo GIOCATORE 1) scarta la prima carta del proprio mazzetto sul tavolo in modo visibile, e l’avversario (GIOCATORE 2) fa la stessa cosa, così da formare un mazzetto comune al centro del tavolo.
Quando uno dei due giocatori gioca una delle tre carte punto, quello successivo deve a giocare il numero di carte indicato (1 per l'asso, 2 per il due e 3 per il tre).
Se durante queste giocate esce una delle carte punto, l'obbligo si interrompe e tocca al giocatore successivo giocare il numero di carte indicate.
Se il giocatore obbligato a giocare le carte non pone una carta punto, il mazzetto di carte presente sul tavolo viene vinto dal giocatore che ha giocato l'ultima carta punto.
Questo riporrà le carte sotto al proprio mazzetto che ha in mano e inizierà una nuova giocata.

15216057_10211086013288229_701932000_o

Io e Cecilia abbiamo iniziato a giocarci quando aveva 3 anni, ma vedevo che l’utilizzo delle carte classiche rendeva la cosa un po’ più difficile per una bambina di quella età.
Così ho deciso di creare delle carte di pela gallina kids friendly, con delle immagini più carine e semplici, con i numeri e il senso del gioco facilmente assimilabili e di una dimensione più ridotta in modo che le manine di Cecilia tenessero il mazzetto con facilità.

Il gioco ha avuto molto successo e ancora ci giochiamo, ora anche con Carolina.

In questa versione le regole sono ancora più sempicili: le carte punto sono 1,2,3 piume.
Anche qui uno dei due giocatori dà le carte e le divide in due mazzi: 20 carte a testa, coperte.

Se il GIOCATORE 1 scarta una carta che vale 1, 2 o 3 piume, GIOCATORE 2 deve giocare 1, 2 o 3 carte, a seconda del valore della carta piuma, e viceversa.

Se tra le carte scartate nel rispondere ad una carta piuma, c’è un’altra carta piuma, la carta piuma precedente si annulla e il giocatore che ha messo l’ultima carta piuma aspetta che l’avversario scarti tante carte quanto il valore della carta piuma.

Ovviamente come in tutti i giochi,  è molto più semplice giocarci che spiegarli!

15204290_10211086016808317_1503316027_o(1)

Comunque per capirci bene faccio un esempio:
Il GIOCATORE 1 scarta una carta animaletto.
Il GIOCATORE 2 scarta un’altra carta animaletto.
Il GIOCATORE 1 scarta una carta 2 piume.
Il GIOCATORE 2 deve scartare 2 carte, una alla volta.
Se queste 2 carte sono tutte carte animaletto, il giocatore 1 prende il mazzetto al centro e si riparte.
Mettiamo invece se ad  esempio la prima carta è una carta animaletto, ma la seconda è una carta piuma 2, ora sarà il giocatore 1 a dovere dare 2 carte al GIOCATORE 2.

E così via.

Vince chi prende tutto il mazzo di carte, ovvero chi pela tutta la gallina dalle piume.

Vi assicuro che è un gioco molto semplice e carino, e anche un modo molto divertente per iniziare a contare.
Con queste carte credo che sia molto più semplice giocare e capirlo per i bambini, ma loro imparano in fretta tutto, quindi se non volete stamparle provare a giocare comunque con le carte da briscola, e vi divertirete tantissimo.

gioco di carte per bambini da stampare gratis pela gallina

Può essere anche un gioco molto carino da inserire nel proprio calendario dell’avvento dai da te.
Qui trovate altre idee su cosa mettere nel calendario dell’Avvento.
Le immagini per la realizzazione delle carte sono prese da qui: http://www.freepik.com.

Ognuno, senza guardare le proprie carte,gioca un carta. L'avversario del mazziere gioca per primo. Se gioca una carta di valore zero, ne gioca un'altra il mazziere, e così di seguito, alternatamente.

code-a-pillar-2

Natale si avvicina e i nostri bambini lo sanno bene, e per quelli che ancora non lo sanno, ci pensano le varie pubblicità a ricordarglielo!

Perciò da noi in casa è già partito il leitmotiv “Questo lo chiedo a Babbo Natale”.

Ovviamente Cecilia e Carolina sanno che dovranno dare una scremata alle numerose richieste che loro tanto candidamente farebbero a Mr. Santa Claus, e una mano gliela dà anche la mamma!

Alcune volte infatti se i giochi sono un po’ dei doppioni di giochi che hanno già, cerco di fare ragionare un po’ le mie ragazze e devo dire che in genere si sono sempre fidate (lo sanno forse che la loro mamma di giochi se ne intende, dato che è la prima che vuole giocare!!).

Tra le richieste già pervenute si è palesato questo curioso CodaBruco, di Fisher Price.

Ohibò non avevo la più pallida idea di cosa fosse questo CodaBruco di cui Cecilia mi parlava, e in più sono abituata ad associare (erroneamente) Fisher-Price ad una fascia di età forse più vicina a Carolina, e quindi non ho preso subito questa richiesta troppo sul serio!

Questa mattina a colazione Cecilia è tornata a parlare del CodaBruco, dicendo che “È bellissimo! Lo vorrei per Natale! È un bruco che ti sembra un bruco normale, ci sono tanti pezzi che lo compongono e tu puoi attaccare tutti i pezzi del bruco e farlo andare dove vuoi.”

“Ah, è un bruco telecomandato!” ho risposto io. “Ma avete già un serpente telecomandato!”.

Ma Cecilia ha insistito dicendo che non c'entrava niente con il serpente telecomandato. Poi è arrivata ora di andare a scuola, e non ne abbiamo più parlato.

Incuriosita da questo giocattolo ho fatto una piccola ricerca, e ho scoperto un gioco che a mio parere è veramente innovativo e fantastico!

FPDKT39qspkg1_UU1

In pratica il CodaBruco è composto da una testa motorizzata e 9 segmenti modulari che possono comporre il corpo, ciascuno dei quali implica un movimento o un'azione al bruco: avanti, a destra, a sinistra, balla, sosta prima di ripartire.

Spostando e posizionando i segmenti modulari, ossia i pezzi del corpo, in sequenze differenti, i bambini possono decidere come il CodaBruco debba muoversi in un ambiente.

Quando inventano una sequenza creano un percorso da far seguire al CodaBruco, ad esempio per raggiungere dei bersagli posizionati in una stanza.

In questo modo i bambini imparano a programmare e a trovare soluzioni!

Questo gioco è infatti studiato per stimolare i bambini a pensare in modo indipendente, sperimentando con curiosità tutte le possibilità per raggiungere l’obiettivo, aiutandoli a sviluppare le capacità di risoluzione dei problemi, di pianificazione, di ordinamento secondo una sequenza e di ragionamento critico.

Insomma se posso dire la mia, finalmente non solo numeri, letterine e versi degli animali, ma un gioco per piccoli grandi pensatori del futuro.

Trovate altre informazioni su Fisher Price. Buzzoole
ricetta POLPETTE quinoa verdure

La quinoa è un super alimento, e per questo lo sentiamo nominare sempre più spesso da medici e nutrizionisti, e sempre più spesso la troviamo utilizzata in tantissime ricette.

Qui le ricette a base di quinoa vengono gradite, sia dai grandi che dai bambini, e questa è una grande fortuna!

Laricetta co la quinoa che le mie bambine amano di più è la quinoa con i piselli, un primo piatto che in realtà è un piatto unico, con tutti i nutrienti e le proteine per crescere sani e forti.

Con praticamente gli stessi ingredienti, o eventualmente se vi avanza qualcosa quando la preparate, si preparano poi delle squisite polpette di quinoa e piselli.

Sì perché la quinoa è versatile come il miglio e anche con lei potrete preparare tantissimi piatti: potete utilizzarla come il cous cous, o usarla in polpette, sformati.
Leggi tutte le ricette con la quinoa.
Potete scegliere se lasciare le polpette vegan, ed omettere il parmigiano oppure utilizzare quello vegan.



Queste polpette di quinoa sono senza uova perché non hanno bisogno di alcun legante: il trito di verdure stufate in padella infatti non solo insaporisce ed arricchisce la ricetta di vitamine e fibre, ma fa legare perfettamente insieme  tutti gli ingredienti senza il bisogno di alcun uovo. Chi mi segue si sarà accorto che è un trucco che utilizzo praticamente in quasi tutte le ricette delle polpette senza uova, assolutamente da provare!

La base è con cipolla e carota, alle quali potrete poi aggiungere le verdure che più amate: zucchine e asparagi  in primavera/estate, o cavolfiore in inverno ad esempio.

Le polpette così diventano ancora più buone e complete, e fungono anche da perfetto svuota-frigo.
Vi lascio allora con la ricetta delle polpette di quinoa co verdure  al forno, senza uova. Sono perfette anche da cucinare insieme ai bambini, che potranno preparare le polpette e assaggiare l’impasto con loro grande divertimento e soddisfazione!

Cucinare insieme ai bambini una ricetta è un ottimo modo per fargliela conoscere ed apprezzare.


IMG_3472

Ricetta polpette vegan al forno con quinoa e verdure

Ingredienti polpette quinoa e verdure:
1 carota
1 cipolla (o qualche cipollotto)
1 zucchina/mezzo cavolfiore
100g di quinoa
100g di pangrattato
Opzionale:
40g di parmigiano



Procedimento polpette quinoa e verdure:

14438824_10210499832194068_412980898_o14423589_10210499830434024_2109975447_o
Mondate e lavatele verdure e tritatele finemente con un mixer.
Mettete poi le verdure a cuocere in padella con qualche cucchiaio di acqua e sale  un cucchiaino di dado (qui la ricetta del dado vegetale fatto in casa più facile del mondo).
Portate a cottura aggiungendo acqua al bisogno.
Nel frattempo preparate la quinoa: leggete qui come cuocere la quinoa.

14423729_10210499829554002_409397958_o14438922_10210499829033989_425990896_o

Una volta che le verdure e il la quinoa saranno pronte, mischiatele in una ciotola insieme al parmigiano e al pangrattato (aggiungetelo un po' alla volta, potrebbe volercene un po’ di più o un po’ di meno). Formate con le mani tante palline, passatele nel pangrattato e mettetele su una teglia ricoperta di carta da forno. Cuocete in forno caldo ventilato a 180° per una ventina di minuti o in padella con un filo d'olio pochi minuti per lato.
15133966_10211027337901381_53815201_o

Non sapete proprio cosa regalare quest’anno a Natale a qualche famigliare, un amico, ai nonni o a un parente?

Io ho imparato una regola: se non sai cosa regalare a Natale, regala una foto!

Pensateci un po’: quante foto facciamo in un giorno, in una settimana, o in un mese?

E quante ne stampiamo?

Io veramente poche, ed è un vero peccato.

E sono sicura di non essere l’unica.

Cellulare e macchine digitali hanno portato tante innovazioni positive nell’immortalare la nostra vita e le nostre emozioni, e fare foto è diventato molto più semplice ed economico rispetto al vecchio rullino, ma forse questo eccesso di semplicità e facilità ha portato a svalutare un po’ le fotografie.
Foto importati di famiglia, dei bambini che crescono, dei viaggi, delle prime emozionante avventure, si smarriscono tra le migliaia salvate sul pc o sul telefonino.

Due estati fa poi mi è stato rubato il cellulare e con lui tutte le foto memorizzate all’interno. La cosa che mi è dispiaciuta di più è stato perdere tutte le foto, e calcolando che facevo il backup da molto e non ne avevo stampata neanche una, ne ho perse parecchie!

Mi piacerebbe che dell’organizzazione delle foto di famiglia se ne occupasse mio marito, ma purtroppo non riesce mai a trovare tempo per questa attività.

Così tocca alla sottoscritta, che come una qualsiasi mamma, non ha certo tanto tempo da dedicare ad attività extra.

L’anno scorso, nel tentativo di organizzare finalmente le foto di famiglia, ho scoperto PhotoSì e il suo servizio on-line veramente pratico, conveniente e veloce, che mi ha aperto un mondo non solo sui foto libri ma anche su tante idee regalo per la famiglia e i propri cari, ad un prezzo veramente conveniente!

Perciò ora so che quando devo fare un regalo, una foto è sempre un’ottima idea.

Io ho deciso di regalarmi una cornice personalizzata con una foto delle mie due meravigliose teppiste che si abbracciano.
In casa abbiamo una scala che porta alla zona notte con grane parete un po’ vuota, che mi piacerebbe si popolasse con tante foto ricordo della nostra famiglia.

15102342_10211027336141337_2022477111_o

Quando ho visto queste cornici foto su PhotoSì ho subito pensato fossero perfette per noi!

Sul sito trovate tanti formati di stampa foto su tela ad un po’ tutti i prezzi ed addirittura dei set molto convenienti dove le foto su tela possono trasformarsi in bellissime storie per immagini.

Su Photosì trovate inoltre una sezione in cui potete trovare tantissimi progetti preimpostati, dentro ai quali non dovrete fare altro che inserire le vostre foto. In questa pagina è presente una sezione dedicata al Natale, con prodotti perfetti per chi ha poco tempo e vuole facilmente creare oggetti personalizzati a tema natalizio.

Guardate poi anche la sezione “Trova il regalo”, che ti guida passo passo nel trovare il regalo perfetto, scegliendo a chi è destinato, il budget e altre personalizzazioni.

C’è anche una bellissima sorpresa per voi: cliccate qui e otterrete uno sconto di 10€ sul vostro ordine PhotoSì!

15133967_10211027336821354_446181605_o


PHOTOSI NATALE E SAN VALENTINO
a

Da metà settembre un piccolo batuffolo di pelo bianco è entrato a fare parte della nostra famiglia.
Cecilia ci chiedeva da tempo un animaletto domestico, un cane o un gatto, e dopo una serie di ragionamenti abbiamo deciso che finalmente era giunta l’ora.

Il destino poi ha fatto sì che praticamente fosse Cecilia a trovare da sola la sua gattina, chiacchierando con altre persone sul fatto che le era stato dato l’ok per l’adozione  di un gattino.

E così è arrivata Luna, e devo dire che non c’è stata neanche una minima occasione in cui io mi sia pentita o in cui abbia anche solo pensato che stavamo meglio prima!

La cosa buffa è che poi Carolina, che ha due anni e mezzo e che quindi ci sembrava un pochino meno interessata, è diventata l’ombra del gattino e sono sempre insieme! Questo mi rende ancora più contenta, perché così ho reso felice tutte e due le bimbe.

Una volta arrivata Luna, sarà deformazione professionale, ma ho cercato di chiedere qua e là su cosa fosse meglio per la sua alimentazione.

Ovviamente come su tutte le cose, parlando qua e là, ho trovato tanti pareri contrastanti, tra cui anche un’amica che mi diceva che lei prede della carne fresca per il gatto, la scotta leggermente  in padella e poi gliela dà.


15126190_10211029175467319_123664445_o

Sono sincera, ovviamente ho a cuore la salute del nostro gatto, ma se mi devo mettere a cucinare a parte anche per lui, con tutto quello che già ho da fare, non credo che riuscirei anche a cucinare a parte per lui.

Comunque ho cercato di approfondire la cosa e alla prima visita ne ho parlato con la veterinaria (sappiate che avevo scritto pediatra e ho dovuto correggere… aiuto!).

Lei mi ha spiegato che dare ai gattini carne acquistata che consumeremmo noi, non rappresenta un alimentazione equilibrata per un gattino, soprattutto se cucciolo, perché manca di diversi nutrienti che invece sarebbero presenti se fosse stato il gattino a procacciarsi il cibo da solo andando a caccia. E che quindi i gattini che hanno questo tipo di alimentazione devono aggiungere degli integratori a parte.

Questo tipo di problema invece non c’è con i prodotti destinati all’alimentazione dei gatti. Così mi sono buttata alla ricerca della crocchetta perfetta, e ho scoperto Schesir.

Tra tutti ho scelto questa marca perché Schesir  utilizza ingredienti naturali al 100%, della stessa qualità di quelli utilizzati per il consumo umano, e non aggiunge nessun colorante, appetizzante o conservante. 

Pensate addirittura che i polli utilizzati sono privi di ormoni e il pesce è pescato in mare aperto. DI questi poi avviene una selezione accurata delle parti migliori, vengono poi cotti al vapore e lavorati a mano. 

Trovate tutti i prodotti a questo link.

Sch_DryLine-C_Render_SterilizedPollo-435x800schesir-kitten-con-pollo Buzzoole
4259815196_88d50e86e0_o

Quest'anno per noi l'inverno è iniziato in anticipo, anche se in realtà ancora non è iniziato!

Dico così perché in genere le prime influenze hanno sempre fatto capolino non prima di Novembre, mentre sono arrivate molto prima!

Così abbiamo passato buona parte dell'autunno ancora mite in casa, e ora che le bambine stanno bene ci ritroviamo con l'arrivo del freddo!

Dobbiamo allora chiuderci ancora in casa?

Aiuto! Proprio no!

Ci si copre bene, e si cerca di stare all'aperto il più possibile!

Fortunatamente noi abitiamo molto vicino alla scuola elementare di Cecilia, e abbastanza vicino all'asilo di Carolina. Per questo il mantra è sempre uno: a scuola e all'asilo si va a piedi.

L'inverno e il freddo non ci bloccheranno, anche perché le statistiche ci dicono, che i bambini che si ammalano meno sono proprio quelli che passano più tempo all'aria aperta anche nelle stagioni rigide.

Ormai tutti i pediatri hanno infatti smentito l'associazione freddo- raffreddore, o influenza, e piuttosto sono tutti concordi nell'affermare che stare all'aria aperta, anche se fuori è freddo, è molto salutare.
Una passeggiata all'aperto infatti riduce il contagio con chi è già raffreddato o influenzato e permette ai polmoni di ripulirsi. Se c’è il sole ancora meglio, per la vitamina D.

RI4415D_090RI4418E_365RI4411D_110

Ricordo che durante gli anni dell'asilo di Cecilia diverse mamme si lamentavano perché i bambini venivano portati spesso in cortile anche in inverno, mentre io dentro di me ridacchiavo e ringraziavo le maestre per essere così moderne! Nei luoghi chiusi, se c'è qualcuno di raffreddato (e all'asilo c'è sempre più di qualche bambino con tosse e raffreddore in classe) si aumenta solo la possibilità di contagio!

Naturalmente, è importante coprirsi: cappelli, sciarpe e guanti devono essere sempre indossati.

RI9006E_001RI90073_470RI9001D_660

In generale vale questa regola: i bambini più piccoli, nei primi anni di vita, devono essere coperti un poco di più di quanto ci vestiamo noi, perché hanno minori capacità di termoregolazione.

Gli altri invece potranno coprirsi come noi: un buon giubbotto imbottito che li ripari dal freddo e dal vento, e poi cuffia, sciarpa e guanti, per avere orecchi e gola sempre coperti.

E poi via, una bella passeggiata o una corsa nel parco, e l'inverno sarà meno lungo e molto più divertente (e sarà di sicuro salutare anche per noi genitori).

Giubbotti, cuffie e sciarpe di Esprit
calendario avvento bambini
Dicembre si avvicina, e ancora prima di pensare ai regali di Natale, è già ora di pensare al calendario dell’Avvento.
 
Bisogna prima di tutto decidere se si vuole optare per un calendario dell’Avvento fai da te, oppure se si preferisce acquistarlo.

Qui trovate una selezione di Calendari dell’Avvento fai da te da costruire, tutte cose belle e semplici, adatta anche a mamme che non hanno troppo tempo o che non sono troppo abili con forbici e colla.

Ci sono poi anche calendari dell’Avvento da acquistare on-line molto carini, che non contengono la solita cioccolata (che vabbè, oltre a non essere di ottima qualità, io penso che dopo un po’ di giorni stufi anche il più goloso dei bambini… Insomma se la prima settimana magari è divertente aprire la casellina con il cioccolatino, secondo me dopo 24 giorni non ne possono più!!), ma dei piccoli giochi: ne sono un esempio i bellissimi calendari dell’Avvento della Lego, Playmobil o Barbie.

Al link trovate anche Calendari dell’Avvento il legno o stoffa da acquistare e riempire ogni anno con quello che si desidera!

Trovate questa nutrita lista a buoni prezzi di calendari dell’avvento per bambini da acquistare qui!

Se invece avete optato per il calendario dell’avvento fai da te, allora qui trovate tante tante idee di cosa mettere nel calendario dell’Avvento!

In uni dei giorni del calendario dell’Avvento potrebbe essere anche molto carino fare trovare una busta con la lettera di Babbo Natale da compilare con i regali desiderati!

Qui trovate la lettera di Babbo Natale da stampare gratis, da fare scrivere ai bambini o da voi sotto dettatura!!

Noi siamo molto emozionate perché quest’anno Cecilia scriverà per la prima volta la lettera da sola!

Photo credit.
la magia del mio nome

Oggi voglio parlarvi di un libro molto particolare: La Magia del mio Nome.

Questo libro è speciale prima di tutto perché è una favola tutta da personalizzare.

La storia infatti si compone seguendo il nome del bambino o della bambina a cui vorrete regalarlo, ma non solo. Potrete personalizzare il bambino protagonista della storia, maschio o femmina e colore dei capelli, per fare sì che il piccolo protagonista del libro assomigli il più possibile al vostro bambino.

E' possibile poi anche aggiungere una dedica personalizzata, un dolce messaggio che rimarrà ai nostri cuccioli per sempre.

DSC_0239

La cosa che però più abbiamo amato e apprezzato del libro, è proprio la storia: questa infatti si crea seguendo le lettere del nome del bambino, e ad ogni lettera del nome è associata una qualità che il bambino possiede.

Creatività, Enusiasmo, Curiosità, Intelligenza, Lottatrice, Intuitiva e Adorabile sono ad esempio le qualità che compongono il nome di Cecilia.

Inizialmente pensavo che questo genere di libro avesse potuto colpire più Cecilia, che ha 6 anni, ma devo dire che, probabilmente per motivi diversi, ne sono rimaste entrambe entusiaste.

Carolina è rimasta veramente sorpresa nello scoprire che la protagonista del libro si chiamava esattamente come lei. Ha seguito con grande curiosità il libro perché le illustrazioni sono veramente belle e curate e durante la sua avventura la nostra protagonista ha viaggiato in tanti luoghi e incontrato tanti curiosi animali.


DSC_0240

Cecilia, in più era entusiasta ed anche molto gratificata nel leggere le qualità che componevano il suo nome e devo dire che la lista è molto realistica!

Sono sicura che quando poi tra poco potrà leggerlo da sola, sarà una sorpresa ancora maggiore!

Questa storia così personalizzata e cucita a pennello ha permesso alle mie bambine non solo di sentirsi protagoniste della storia, ma anche di parlare di qualità e sentimenti molto importanti.

Il libro è consigliato per bambini da 0 a 8 anni, e la mia esperienza è che ha appassionato la piccolina tanto quanto la grande, quindi non posso che esserne daccordo (ma credo che anche uno di 9 apprezzerebbe!!).

Trovate tutte le informazioni sul sito https://www.lamagiadelmionome.it/it.

La Magia del mio Nome - Christmas 08
elettordomestici offerte dyson natale

Un bel po’ di anni fa, ero piccola ma non così tanto da non ricordarmene, mio papà regalò un ferro da stiro a mia mamma per Natale.

Ricordo che la cosa non piacque per niente a mia mamma.
Ricordo anche un bel po’ di litigi

Mia mamma è ed è sempre stata una donna molto indipendente.
Una di quelle che ti fa chiedere, ma come fa a fare tutto?
Un marito sempre in giro per lavoro, un papà mancato troppo presto e una mamma lontana, figlia unica, ha cresciuto me e mia sorella, con una casa sempre in ordine e lei sempre perfetta e bella come il sole.

Anche da mamma ha continuato a fare il suo lavoro con grandissima passione, e pur avendo sempre amato avere una casa pulita e curata, si sarebbe di sicuro sentita molto stretta il solo ruolo di mamma e casalinga.

Mentre buona parte delle mamme delle mie amiche fantasticavano su matrimoni e futuri pargoli, io sono cresciuta sentendomi dire di non avere fretta di sposarmi, e di pensare a realizzarmi professionalmente e ad essere sempre indipendente.

Insomma a questa donna qui, un bel Natale mio papà pensa bene di regalarle un ferro da stiro.

Voi vi sareste offese?

Ora che sono mamma ho pensato cosa sarebbe successo qui, se Chicco per Natale mi regalasse un ferro da stiro.

Ecco messa semplicemente così, forse un pochino anche io.

Ok che a caval donato non si guarda in bocca, ma se regali un ferro da stiro, un normalissimo e banalissimo ferro da stiro, puoi capire anche tu che non farei i salti di gioia.

Se invece Chicco mi regalasse un ferro da stiro super, che stira da solo o che ha un qualche particolare sistema speciale e super avveniristico che facessi sì che anche una schiappa come me stiri camice e t-shirt perfettamente, beh ecco che allora forse neanche mia mamma non si sarebbe arrabbiata!

Perciò il io pensiero è, ok agli elettrodomestici sotto l’albero di Natale, ma che siano super elettrodomestici, che possano veramente migliorare la qualità della nostra vita!


Se la pensate come me, o ancora meglio volete fare un regalo a tutta la famiglia, Dyson a pensato a tre offerte speciali per questo periodo di Natale.

Il caso di questi elettrodomestici diciamo che non ricade proprio nel genere regalo ferro da stiro, ma piuttosto in strumenti iper-tecnologici, capaci di aiutarci nel quotidiano.

Se poi proprio devo dirla tutta, il mio pensiero è che questo è un genere di regalo che in realtà non si fa a una mamma o a una donna, anche se lo so che è molto probabile che poi lo userà lei, ma piuttosto alla famiglia!

Perciò caro marito sono convinta che se a tua moglie decidi di regalare una robot che pulisce la casa da solo, non credo si arrabbierà (vale anche per me Chicco!).

Ma anche un potentissimo aspirapolvere sotto le vesti di una maneggevolissima scopa elettrica senza fili vi assicuro che può cambiarvi la vita.

Questa Chicco non me la regalare perché ce l’ho già! Potete leggere le mie recensioni/opinioni qui:

Altro elettrodomestico molto utile che si può regalare alla famiglia è un purificatore dell’aria

Per chi è interessato, qui sotto trovate i link che mandano al form da compilare per usufruire delle offerte speciali di Natale Dyson!

Basta compilare il form nel link relativo al prodotto che vi interessa e riceverete direttamente da Dyson entro pochi giorni lavorativi un'offerta esclusiva da utilizzare per un acquisto nel periodo compreso tra l'8 Dicembre e il 18 Dicembre 2016. Affrettatevi, perché le offerte sono limitate!

Aspirapolvere senza fili Dyson  Cordless V8

dball

Potentissimo, versatile e leggerissimo: la migliore aspirapolvere senza fili sul mercato.
Perfetto sia per tappeti che per pavimenti, sempre pronto all'uso grazie alla stazione di ricarica

Dyson Pure Hot + Cool

images_ybc_11_38_954b09cc52fe0b4f875de2ff7e55a72a2239cb2d
L’inquinamento dell’aria all’interno delle case può essere cinque volte maggiore rispetto all’esterno!
Dyson Pure Hot+Cool Link™ è un purificatore + termoventilatore: mantiene automaticamente la temperatura impostata ed emette un potente flusso d’aria purificata utilizzando sia un termostato sia la tecnologia Air Multiplier™ per una distribuzione a lungo raggio del calore d’inverno e della freschezza in estate.
Monitora e depura l'ambiente, rimuovendo il 99,95% delle particelle ultrasottili fino a 0,1 micron, anche da remoto grazie alla App Dyson LINK.

Il Robot Aspirapolvere 360 Eye

crose
L'unico robot che VEDE e capisce dove pulire, più potente di qualunque altro robot in circolazione!
E' dotato di un sistema di visione a 360°: interpreta continuamente i dati sull’ambiente circostante per sapere sempre dove si trova, dove è stato e dove non ha ancora pulito. 
Tramite l'App Dyson Link consente di controllare, programmare e risolvere eventuali problemi del robot, nonché di visualizzare mappe e stato di avanzamento delle sessioni di pulizia.


Penso sia un’ottima occasione che può tornare molto utile per farsi o fare un regalo per Natale, portandosi a casa un vero gioiello della tecnologia, ad un prezzo molto vantaggioso, che non troverete da altre parti.
Se siete interessate all’acquisto vi consiglio di approfittarne subito, perché essendo limitate le offerte possono terminare anche prima della data effettiva di scadenza.