Quando i figli crescono e le mamme imbiancano

By 14:30 , , , , , , , , , , , , , , , ,



Ti ricordi ancora quando era solo un desiderio dentro di te, e poi ci provi, ci riesci, il tempo passa e ti ritrovi lì a tenerla stretta, appena nata, con il suo profumo dolce dolce. Ma il tempo corre ancora più veloce, lei cresce, matura, si fa grande, e ti rendi conto che è ora che prenda la sua strada!

... Ieri ho passato un po’ della mia creatura, la pasta madre liquida, ad una mia amica! Giorgia abbi cura di lei!!!!!!!!!!!

[sono sicura che ne avrà più di me, io già un paio di volte mi sono disperata convinta di averla uccisa!! Per fortuna poi la vecchia megera si è ripresa!!!]

Festeggiamo allora con dei buonissimi grissini con lievito madre in coltura liquida, insomma, con la creatura!!!

La ricetta è presa dal “giardino dei sapori e dei colori” (qui), con qualche piccola modifica perché non ho la planetaria ma solo un robot da cucina!
In più la ricetta originale prevedeva di rosolare l’olio con il rosmarino ma ho preferito tagliare questo passaggio per renderli più leggeri (per il profumo di rosmarino basta aggiungere degli aghetti di rosmarino tritati oppure lasciarli in infusione nell’olio per una notte intera)!

Grissini con licoli

Ingredienti:
300 g di farina 0
150 g di acqua
90 g di lievito madre (rinfrescato almeno due volte)
3 g di sale
30 g di olio extravergine di oliva
1 cucchiaino di malto
Opzionale: rosmarino, semi di sesamo, papavero, finocchio …

Procedimento
Versate il lievito nel mixer insieme l'acqua con il malto. Sbattiamo un po' per sciogliere il lievito. Quindi aggiungiamo la farina e per ultimo l'olio.
Impastiamo o lasciamo girare il robot a lungo. Facciamo poi una pausa di 15 minuti per riprendere le forze e poi re impastiamo un altro po’ qualche altri minuto.
Formiamo una palla, mettiamola in una ciotola coperta da pellicola e lasciamo lievitare in un luogo caldo,  fino al raddoppio (io l’ho dovuta lasciare fuori dal forno perché era in uso e ci ha messo moltissimo, 4-5 ore).
Al raddoppio riprendiamo l’impasto, stendiamo, con il matterello a sfoglia e lasciamo lievitare coperto per un'altra ora abbondante. Poi con in coltello o il taglia pizze tagliamo a strisce
L’impasto è molto delicato quindi state attenti nel maneggiarlo. La prossima volta voglio provare a tagliarlo prima dell’ultima lievitazione in modo da non doverli più spostare prima di essere infornati.

Ora potete spennellarli con olio o acqua e ricoprirli con i rametti di rosmarino tritati, o i semi vari, oppure sono buonissimi anche al naturale.
Cuocete in forno ventilato, preriscaldato a 200°, 15-20 minuti circa.

Potrebbero anche interessarti

4 commenti

  1. Ciao, ho provato questa ricetta, per i miei gusti, prevede due grammi di sale di piu'.
    Una domanda: come mai metti tanto lievito liquido nelle tue ricette?
    Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Tu ne metti di più?? Io non sono una veterana della pasta madre e mi sono basata sulle quantità di lievito richieste nella ricetta originale!
      Dal risultato mi sembrano quantità giuste, forse con lievitazioni ancora più lunghe ne basterebbe di meno... però già sono tempi lunghi così!!
      anche digeribilità e gusto mi sembrano ok!
      cmq il lievito naturale essendo una cosa "viva" si presta a tanti esperimenti!!

      Elimina
  2. Io uso il lievito naturale liquido da un anno e mezzo. Di impasti con cottura lo stesso giorno ne ho fatti solo due con un massimo di 75grammi di lievito. Pensavo che mettendone 200-300 grammi ne alterasse troppo il sapore, cioe' si sarebbe sentito esageratamente al gusto. Se tu mi dici che non e' cosi', allora provero' altre tue ricette.
    maria

    RispondiElimina
  3. prova così poi mi dirai!!! da un anno e mezzo!? allora se più esperta di me perchè io sono 6 mesi che ci pasticcio! se hai qualche ricettina interessante mandamela!!!

    RispondiElimina