Sushi del riciclo low cost

By 00:58 , , , , , , , , , , ,



Ecco un sushi low cost, con quello che troviamo nella dispensa: salmone, tonno in scatola, Philadelphia, e qualche verdura! Se avete organizzato una cena e vi è avanzato del pinzimonio potrete tranquillamente usare quello! Io per esempio mi sono trovata in frigo solo un quintale di carote, ma voi potrete usare anche sedano o cetriolo (se di stagione, quindi non a dicembre!).
Tiriamo fuori allora i nostri migliori occhi a mandorla e mettiamoci al lavoro!

Per prima cosa dobbiamo cucinare il riso alla giapponese (puoi vedere qui come fare).

Per quel che riguarda le attrezzature, non serve nulla di particolare... se lo avete potete utilizzare uno stuoino di bambù per arrotolare i maki (io uso una tovaglietta all’americana di bambù (questa) dell’ikea (si trovano da tantissime altre parti con facilità, prezzo 1 euro circa) che compie perfettamente il suo dovere)! Altrimenti potete fare la stessa cosa con la carta da forno!


Sushi del riciclo low cost

Ingredienti:
4 fogli di alga nori
Salmone affumicato
Tonno in scatola
Verdure varie tipo (es. carote, sedano, cetriolo) tagliate a julienne
Philadelphia
Procedimento:
Per primissima cosa dovete mettere di fianco a voi una ciotola con acqua fresca, dove vi bagnerete continuamente le mani, onde evitare che voi e il riso giapponese diventiate una cosa sola! Fate lo stesso con tutti gli ingredienti elencati nella lista sopra, in modo da avere tutto a portata di mano.
Partiamo con i maki!
Maki
Prendiamo lo stuoino di bambù e appoggiamoci sopra un foglio di alga noi, con la parte liscia rivolta verso l’alto.
Aiutandovi con un cucchiaio e le dita bagnate spalmate uniformemente la parte centrale le di riso, poi appoggiate al centro alcune striscioline di salmone e di verdure.
Ora immergete un dito nella ciotola con l’acqua e bagnate tutta la fascia alta dell’alga nori.
Prendete lo stuoino dal  basso e iniziate ad arrotolare, cercando di stringere con delicatezza il nostro salsicciotto in modo che il riso all’interno risulti ben pressato. Arrotoliamolo tutto attraverso lo stuiono, effettuamo una leggera pressione per saldare i bordi, e srotoliamo la tovaglietta. Rimettiamo dentro l'aeventuale riso fuoriuscito ai bordi ed Il maki è fatto.
 
Ora dobbiamo tagliarlo con un coltello molto affilato, io uso quello per il prosciutto.
Taglio a metà il salsicciotto, poi metto le metà una sopra l’altra (in modo che vengano uguali) e le divido in 4 parti ognuna (ma potete fare anche 3 o 2 ognuna).
I maki sono pronti per essere messi in un piatto da portata.
Altri ripieni possibili (sopra al riso):
Salmone e Philadelphia
Salmone e Philadelphia e verdure
Tonno e verdure
Solo verdure
Quello che vi viene in mente

Nigiri

Al salmone:
Bagniamo entrambe le mani nell’acqua, prendiamo un po’ di riso e cerchiamo di farne una polpetta lunga e un po’ schiacciata, aiutandoci con in palmi delle mani.
Tagliamo una striscia di salmone lunga come la polpettina e appoggiamola sopra, facendo una piccola pressione ai lati in modo che aderisca bene.
Al tonno:

Prepariamo la stessa polpettina di sopra. Con un paio di forbici tagliamo una piccola striscia di alga nori, appoggiamo un po’ di tonno sulla polpetta e fissiamolo con l’alga nori che avremo bagnato ai bordi per far sì che si incolli al riso. 
Fish Maki
Al tonno:


Bagniamo entrambe le mani nell’acqua, prendiamo un po’ di riso (circa il doppio che per i nigiri) e cerchiamo di farne sempre una polpetta lunga e un po’ schiacciata, aiutandoci con i palmi delle mani. Manteniamo ora la polpetta nel palmo della mano sinistra, e con il pollice della destra creiamo un cratere all’interno. Riempiamolo con il tonno e un po’ di Philadelphia (c’è chi usa anche la maionese, a me piace meno), e chiudiamolo con un altro po’ di riso. Compattiamolo con le mani fino a dargli la forma di un triangolo.
Tagliamo una striscetta di alga nori e attacchiamola al centro (vedi foto).
Al salmone:
Idem come sopra, basta sostituire il tonno con il salmone.

Et voilà … il sushi low cost del riciclo è servito!

...

Questa ricetta partecipa al contest di Fashion Flavors "Ricicliamo il Natale":


... e al contest "Ricette low cost" di  Una cucina tutta per sé:





Calcolando che a persona richiede questo quantitativo:
salmone ne bastano 2 fettine a testa, 
idem per il tonno,  
riso 100g 
1 carota basta per 4 persone
siamo sui 4/5 euro a persona!

Potrebbero anche interessarti

6 commenti

  1. Ho aggiunto tutte le tue ricette mia cara ^_^ In bocca al lupo per il momento! Se ovviamente hai altre riciclo-ricette sono le benvenute! E rimani connessa per sapere dei risultati! ^_^
    Un caro saluto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che tonta ti avevo risposto via mail alla notifica del commento... grazie!!! se riesco ne ho in mente ancora un paio!
      Ah non vedo l'ora di sapere i risultati!!!!!

      Elimina
  2. Grazie a te!!! E' incredibile come pensandoci un attimo con il riciclo o il low-cost si ottengono piatti buonissimi!

    RispondiElimina
  3. Una favola sia per gli occhi che per il palato, ne sono sicura :)

    Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!! Belli i tuoi blog!!!!!!!!!

      Elimina