Le polpette dei campioni

By 00:10 , , , , , , , , , , , , , ,



Un classico sul come fare mangiare verdure ai nostri bimbi sono le polpette!
Anche io le amo, con l’unica accortezza di non fare l’errore di riempirle di troppa roba all’interno!

Le mie regole sono queste:
Prima regola: se è un contorno, allora niente proteine, quindi niente uova o formaggi (una patata ha lo stesso effetto dell’uovo e insieme al pangrattato lega perfettamente l’impasto).
Quindi anche niente parmigiano di cui, anche se lo trovo buonissimo, cerco di non abusare proprio perché (oltre a costituire spesso un surplus proteico non necessario e quindi poco salutare), tende a coprire un po’ tutti i sapori!

Seconda regola: non mischiare le proteine tra gli ingredienti. Se le polpette sono di carne, allora anche in questo caso niente uova o formaggio. Se sono di legumi, idem come sopra.

Terza regola: imbottirle il più possibile di verdure.

Con queste semplici regole si possono trasformare le polpette in piatti che faranno contente noi mamme, perché sane ed nutrizionalmente corrette, e i nostri pupi, perchè buonissime!

Nel caso degli spinaci però bisogna fare una piccola parentesi.
Da sempre si sono ritenuti gli spinaci alimenti ricchi di ferro.
Il ferro si trova nei cibi sotto forma di ferro eme (quello della carne) o di ferro non eme (quello delle verdure e dei legumi).

Il ferro delle verdure, a differenza di quello contenuto nella carne, viene assimilato in una percentuale più bassa, influenzata dalla presenza di altre sostanze che vengono digerite assieme ad esso nel pasto.

Esistono infatti delle sostanze che potenziano l’assorbimento del ferro non-eme: come ad esempio la cisteina, presente nel latte e nell’albume dell’uovo, che triplica la quantità di ferro non-eme.

Per questo motivo quando preparo le polpette di spinaci utilizzo anche le uova a differenza delle altre polpette di verdura, per assorbire più ferro!
Se invece li consumate in insalata, ricordate di aggiungere una bella spruzzata di succo di limone: l’acido citrico è un’altra sostanza che potenzia l’assorbimento del ferro!


Polpette di spinaci

Ingredienti
500 gr. di spinaci
2 uova
1 patata
2 fette di pane raffermo
pangrattato
noce moscata (opzionale)

Procedimento:

Lessate la patate e (a parte) gli spinaci. In una ciotola mettete la patata schiacciate e gli spinaci strizzati bene bene. Iniziate a lavorare le due verdure insieme, creando un composto omogeneo. Quindi aggiungete le uova, le fette di pane appena bagnate sotto l’acqua e strizzate, e se vi piace, la noce moscata.
Dopo avere amalgamato gli ingredienti, aggiungete tanto pangrattato quanto l'impasto lo richiede.
Formate le polpettine, passatele nel pangrattato e mettetele in una telia ricoperta di carta di carta forno.


Cuocete in forno caldo a 180° per 20-25 minuti, girandole a metà cottura per farle dorare da entrambe le parti.

Con questa ricetta partecipo al contest di Pane & Olio "La sagra della polpetta"

Potrebbero anche interessarti

2 commenti

  1. Consigli interessanti! Grazie !

    RispondiElimina
  2. TROPPO SIMPATICA QUESTA RICETTINA E LA PRESENTAZIONE, BRAVA

    RispondiElimina