lunedì 30 dicembre 2013

Menù di Capodanno per bambini


E come al solito il tempo vola, siamo già al 30 di Dicembre, alle prese con il menù di San Silvestro e Capodanno!
Quest'anno noi saremo ospiti a casa di amici, e ci siamo divisi compiti... ognuno di noi porterà qualcosa in modo da comporrecosì una cena completa (che deve arrivare a mezzanotte... perciò le portate non possono essere poche! Ma mi auguro che la mia pancia a mezzanotte non esploda proprio come un petardo, perchè troppo piena!!)!

A me sono capitati gli antipasti!

Non è mai semplice individuare dei buoni antipasti, ancora di più poi quando i commensali sono bambini, perché il rischio è che ci si riempia subito di tanti buoni stuzzichini, non lasciando poi spazio al resto delle portate!
Io in genere preferisco preparare un antipasto in piedi, con qualche portata leggera come ad esempio un cous cous di verdure, un pinzimonio, e qualche “salatino” come quelli che vi propongo sotto, da spizzicare mentre si attende che arrivino tutti gli invitati, senza costringere tutti (e soprattutto i bambini) ad appollaiarsi sulle sedie fin da subito!

domenica 22 dicembre 2013

Centrotavola di Natale… di biscotto! Per la gioia dei bambini...

centrotavola di natale per bambini

Mancano pochissimi giorni al Natale e non sto più nella pelle! A volte ci facciamo prendere dalla frenesia e, diciamolo, dallo stress dei preparativi per questa festa, e non riusciamo a goderci fino in fondo i giorni che lo precedono!

Però quando ci si sveglia in quella mattina magica di Dicembre, si scende tutti in pigiama e vestaglie a fare colazione con i bambini in ansia e trepidazione…

…poi si entra in sala e si può godere dello spettacolo della meraviglia degli occhi dei nostri bambini: l’albero addobbato, le luci accese, tanti pacchi e pacchetti sotto l’albero! 

La felicità di scartarli insieme e la gioia del vedere dei piccoli sogni realizzati!

E’ un momento che adoro! Mi fa tornare indietro, a quanto ero stata felice per avere ricevuto la macchinina telecomandata che sognavo, o il flipper o il Nintendo Entairtment (un pezzo di antiquariato oggi!!)! E poi mi riporta qui, in questo presente, dove i miei sogni di mamma si realizzano con felicità ogni giorno, sì tra un pianto e un capriccio, ma soprattutto anche tra tanti baci, scherzi e tanto amore!

E poi zac! Ti accorgi che è già quasi l’ora di pranzo e tu sei ancora in pigiama, ti devi lavare, vestire ed assumere almeno una parvenza decente, devi lavare e vestire tua figlia, la quale non ci pensa neanche a mollare i suoi nuovi giochi per un nano secondo, ripulire tutto da carta da regalo e nastrini, apparecchiare (no quello io di solito lo faccio la sera prima!), finire di preparare il pranzo eccetera eccetera!

La magia del Natale!!!! Dura poco, ma ne vale ogni anno la pena!! 
… una delle cose belle del pranzo di Natale sono le decorazioni della tavola, e che ci si può sbizzarrire in tanti modi! Centrotavola, ghirlande di abete, edera, alloro, e perché no, anche da mangiare, di pane o altri lievitati!

Le ghirlande di pane sono molto belle e scenografiche, ma richiedono un pochino di tempo per essere realizzate perché giustamente hanno i loro tempi di lievitazione! Rischiano poi di avere due difetti: o nessuno ha il coraggio di mangiarle per non rovinarli, o se le mangiano subito insieme a primi e secondi, lasciando la tavola priva del suo centrotavola subito!

Un’altra cosa che non può assolutamente mancare sono le candele, possibilmente rosse, che scaldino subito l’ambiente!

Così se uniamo la decorazione, il centrotavola, le candele, qualcosa da mangiare.. ecco qua il nostrocentrotavola, o meglio, un portacandele fatto di biscotti! 

Da consumare con i dolci alla fine del pranzo/cena! Così avrà adempito al suo dovere decorativo per tutto il pasto, ma allo stesso tempo finirà nel pance dei commensali e non nel bidone!!

A dire il vero non è così scontato che qualcuno non cerchi di mangiarseli anche durante il pranzo, ma se delegherete a qualcuno il compito del guardiano del portacandela, allora dovrebbe essere al sicuro!

Realizzarlo è semplicissimo, basta cuocere i biscotti e una base fatta con una ciotolina, usare il cioccolato come colla et voilà! Il centrotavola è fatto! Non pensate che sia particolarmente delicato... certo se vi cade siete spacciate (ma quello vale per qualsiasi portacandele che non sia di plastica!!!), potrete spostarlo a destra e a sinistra tranquillamente, resiste e non si rompe! 

Vi ricordo qui sotto qualche altra idea per il Natale... (cliccate sulla foto per vederle tutte!)

http://www.mammarum.com/search/label/Natale

Con questa ricetta partecipo alla Tombola dell'Avvento!!! 
Insieme a me l'estratta di oggi è la creativissima Laura di "Vivere a piedi nudi"! 
Guardate che bellisima idea ha avuto per decorare la tavola di Natale

http://vivereapiedinudi.blogspot.it/2013/12/holidays-table-setting-semplice-diy-per.html


Ingredienti
250g di farina (io al solito metà farina 00, metà farina integrale)
50g di olio (io ho usato di mais)
80g di zucchero (io di canna grezzo)
80g di latte (io ho usato latte di soia)
½ cucchiaino di polvere di vaniglia
Mezza bustina di polvere lievitante per dolci 

50g di cioccolato (io fondente)

Preparazione
IMG_1539 IMG_1540 IMG_1541
In una ciotola unite farine, zucchero, vaniglia e lievito e mescolate. Aggiungete poi l’olio, ed infine il latte. Mescolate con un cucchiaio poi quando l’impasto inizierà ad essere abbastanza omogeneo finite di amalgamare il tutto con le mani, aggiungendo altra farina se necessario.
IMG_1542 IMG_1543 IMG_1544
Stendete la pasta circa 4/5 millimetri e con una ciotola tagliate la base del vostro porta candela. Ritagliate poi con dei taglia biscotti le forme che decoreranno il vostro portacandela.
IMG_1545 IMG_1548 IMG_1549
(io ho fatto qualche biscotto con la forma ad angelo in più per sicurezza, e per la pasta rimanente ho fatto dei biscottini a forma di albero. Volendo con queste quantità vengono tranquillamente due portacandele).
Cuocete in forno caldo a 180° per circa 10 minuti.
IMG_1562 IMG_1563 IMG_1564
Una volta cotti e raffreddati i biscotti sciogliete a bagnomaria il cioccolato. Intingetevi la base dei biscotti ed appoggiatela alla base del portacandela, tenendo dritto il biscotto con un bicchiere o un altro sostegno.
IMG_1568 IMG_1565 IMG_1567
Proseguite fino a ricoprire il diametro del biscotto.
Lasciate raffreddare ed indurire il cioccolato (non abbiate fretta, meglio mezzora in più che in meno).


IMG_1583

venerdì 20 dicembre 2013

Il contorno di Natale, l’insalata di Biancaneve

contorno natale
A dire il vero la ricetta l’insalata sarebbe di mia sorella, ma Cecilia ha deciso di chiamarla di Biancaneve dato che tra gli ingredienti ci sono le mele! E così alle orecchie di un bambino suona decisamente meglio!

E’ un’insalata intelligentissima, perché ricca di preziosi nutrienti: c’è il ferro degli spinaci, reso ancora più assimilabile della vitamina C del succo di melograno, e poi ci sono i grassi buoni delle noci e le vitamine delle mele! 

Il connubio di questi sapori è buonissimo, e se preparerete questa insalata ad un pubblico adulto sarà di sicuro un successone! Quello che non credevo fosse possibile è che piacesse molto anche a una bambina di 3 anni. 

Il trucco è stata prepararla insieme, e mano a mano che pulivamo o assemblavamo gli ingredienti io le spiegavo qualcosa di ognuno: il ferro degli spinaci che la fa diventare forte, la vitamina C del succo del melograno che le tiene lontano il raffreddore antipatico (e che Cecilia si è divertita a bere facendo finta che fosse vino), le noci che le fanno crescere i capelli lunghi come quelli di Rapunzel , e la mela… perché “una mela al giorno toglie il medico di torno”!

Insomma così tra una sciocchezza e una verità, si è mangiata un po’ di tutto e anche a cena ha gradito qualche forchettata di questa strana insalata!

L’unica differenza che abbiamo attuato rispetto alla ricetta originale è stata quella di spremere il melograno e di non metterne solo i semini, perché la signorina non ne ha gradito molto la consistenza croccantina…! Vedete voi se spremere il succo o mettere direttamente i semini, sappiate però che se tenete i semini sembrano proprio delle palline di Natale tra il verde degli spinaci, quindi creano un effetto visivo molto bello!
Ah, ultima nota, a volte mia sorella ci aggiunge anche qualche pezzettino di formaggio, se volete renderla ancora più golosa!

mercoledì 18 dicembre 2013

Idee regalo per bambini (1 2 3 e 4 anni)


Scegliere il regalo di Natale per i bambini non è così semplice come può sembrare!

Almeno per la mia piccola esperienza, è stato così!

Quando Cecilia aveva un anno logicamente non poteva dirmi cosa desiderava! Certo poteva farmelo capire, ma non era decisamente detto fosse il regalo migliore! O meglio, a quell’età i bambini sono fortemente attratti dai giochi che hanno suoni e colori, e tu pensi sia un regalo intelligentissimo! Magari sono anche bilingue (i giochi) e promettono di insegnare a tuo figlio un sacco di cose, ma la realtà è che tutte quelle luci, quei colori e quei suoni, passati i primi 10 minuti li stufano!

A due anni tuo figlio può dirti che cosa desidera, o sicuramente farà meno fatica a fartelo capire, ma anche in questo caso non è detto che sia del tutto attendibile! Per il Natale dei suoi 2 anni Cecilia aveva chiesto una palla di Topolino! Non è che lei sia così modesta, è che semplicemente ancora non aveva capito bene com’era la questione!!

Adesso che ha 3 anni (e 5 mesi), sa benissimo che cosa desidererebbe: la barbie ballerina, la barbie sposa, la barbie principessa, il castello di Barbie, il camper di Barbie, tutti i mini pony del mondo (anzi no, quelli moderni si chiamano My Little Pony), qualsiasi cosa che sia delle principesse, o che ci assomigli anche vagamente!

Così ho deciso di raccogliere qui qualche idea regalo semplice e carina, non troppo costosa, che può tornare utile per i propri pupi o per quelli degli amici! 


Questa è una piccola lista di idee regalo a poco prezzo di quei giochi che probabilmente i bambini non ti chiederanno mai, perché non hanno luci, suoni, personaggi o attrattive immediate, ma che invece li terranno impegnati per un bel po’!
 (perchè dai, confessiamolo, è quello che non chiediamo ai giochi!! Teneteci impegnati un pochino i nostri pupi così magari noi riusciamo a darci una pettinata/lavata/fare da mangiare/stirare/ecc...)

Fidatevi perché sono testati da Cecilia ed amici!

martedì 17 dicembre 2013

Antipasti di Natale per bambini: fagottini da sgranocchiare

antipasti di natale bambini

L'ultimo mese e mezzo qui a casa Mammarum è stato piuttosto impegnativo: Cecilia con l'influenza una settimana sì e una no, la settimana no in crisi nera perchè non voleva tornare all'asilo, e più o meno tutti i giorni le stesse storie per mangiare!

E io, da brava tontolona, ci sono cascata con tutte le scarpe!

E' facile che i bambini quando hanno l'influenza non abbiano appetito, eppure noi mamme stiamo lì a preoccuparci, a vederli già denutriti e chissà con quali carenze!

Finora ero rimasta abbastanza immune a questo meccanismo, ma come vi dicevo le influenze di Cecilia erano state fino ai 3 anni veramente poche!

Ora non è stato più così tanto semplice fare la mamma che sa che mangerà quando ha fame, e che deve mangiare quello che viene proposto!

E così ho ceduto, giorni su giorni di pasta in bianco con il parmigiano! E quando le presentavo un piatto che non voleva per niente, mi piegavo ai suoi "non lo voglio" e finivo con il prepararle l'alternativa desiderata!

E così il guaio è stato fatto! Mi è sembrato di avere buttato via 3 anni di insegnamenti a tavola nel giro di un mese! 

venerdì 13 dicembre 2013

Biscotti di Natale senza burro: gli spiedini biscotto!

biscotti di Natale

Esiste un bambino che non adori il Natale??

Gli addobbi, le luci, i colori, le atmosfere magiche che ricreiamo in casa in attesa di quel giorno, le vacanze, e poi ci sono loro, i dolci e i regali!

Ricordo che a casa mia non si poteva mangiare un panettone o un pandoro prima del giorno di Natale, e poi passata la befana si finiva quello che era rimasto in casa e poi se ne riparlava l’anno successivo!

Io adoravo i Pandoro, e così non vedo l’ora venisse il giorno di Natale per poterlo mangiare…

giovedì 12 dicembre 2013

Tombola dell’avvento, giro di boa! Riepiloghiamo!

tombola avvento definitivo

Siamo arrivati a metà della tombola dell’Avvento, e questo significa che i giorni che mancano al Natale sono sempre meno!!!
Le idee per decorazioni, ricette, regali e vacanze non sono mai abbastanza, quindi ho pensato di fare un piccolo riepilogo per chi si fosse perso qualche puntata, o meglio qualche estrazione!!

…e continuate a seguirla, anche perché il mio numero non è ancora uscito!!!

martedì 10 dicembre 2013

Muffin al cacao senza burro e uova… idea regalo di Natale!

muffin al cioccolato senza burro e uova

Questo Dicembre che sembrava non arrivare mai ora scorre veloce come un treno sui binari, e anche con tutti i più buoni propositi del mondo, sono sicura che arriverò alle feste senza essere riuscita a fare quello che dovevo fare!

A dire il vero l’inghippo principale è stato l’ultimo mese di asilo di Cecilia, o meglio dovrei direi di NON asilo: ci va una settimana, e poi zac, se ne torna con un’altra bella influenza! Ora è stata a casa tutta la settimana scorsa, ma ha ancora un pochino di tosse e, visto gli ultimi trascorsi, vorrei che tornasse una volta che si fosse completamente ristabilita!
Anche se so già che questo non la preserverà dal prendere l’ennesima influenza!

Sigh! E sì che per i suoi primi 3 anni di vita non aveva mai preso neanche un antibiotico! Ora in tre mesi di asilo lo ha già preso 2 volte (una bronchite e un’otite!)! Povera cucciola!
Incrociate le dita per il nostro ritorno la prossima settimana (sì per questa ormai ho deciso! in più qui Santa Lucia è il patrono del paese, e quindi venerdì sarebbe comunque stato festa!)! 

E poi se vogliamo dirla tutta, queste ultime assenze così prolungate, sembra che le abbiano fatto passare del tutto la voglia di andare all’asilo! Così so già che lunedì me ne uscirò da quel portone un po’ distrutta, pronta a rifare l’inserimento, non dico da capo, ma quasi (a dire il vero i primi giorni di ritorno all’asilo dopo l’otite sono stati peggiori dell’inserimento!)!

Insomma, non so se lo avete capito, ma oggi sono un po’ demoralizzata! 

lunedì 9 dicembre 2013

Croissant senza burro e uova sofficissimi e facili

croissant senza burro e uova

Quando ho postato su facebook la foto dei croissant che io e Cecilia avevamo sfornato un pomeriggio di un paio di settimane fa mi avete scritto in tante per avere la ricetta...

Avrei voluto fare una foto un po' più carina ma sono finiti alla velocità della luce, e perciò non ho avuto il tempo di fotografarli!

Qui sono sempre un successone e pur non essendo i croissant sfogliati del bar, per intenderci, sono sofficissimi e non hanno niente da invidiare ai loro cugini!!!

Come al solito io ve li proprongo in una versione semi-integrale e addolciti con zucchero di canna integrale. Se non siete soliti usare queste farine o questo zucchero, potrete usare anche la farina 00 e lo zucchero normale... ma poi una volta constata l'effettiva bontà di queste brioches vi consiglio di iniziare anche a sperimentare con nuovi ingredienti... sono sicura che questa è una di quelle ricette che vi saprà convincere che anche materie prime un pochino più salutari riescono a creare dolci davvere buoni!!

venerdì 6 dicembre 2013

Biscotti di Natale per bambini: le palle di neve

biscotti palle di neve

Possono delle golosissime palline di cocco essere buonissime pur senza burro, uova e zucchero?? Se assaggierete questi bon bon potrete rispondere di sì!!!

Ho trovato questa ricetta furbissima su veganblog ancora mesi fa (qui il link), ed era rimasta nella mia testa catalogate tra quelle "da provare"! Finalmente mi sono decisa e il risultato mi ha continto al 100%!

La ricetta originale prevedeva la farina di mandorle al posto della farina di cocco... era stra-convinta di avere un sacchettino di mandorle in dispensa... poi vado ad aprirlo e dentro ci trovo 4 mandorle!!!

Così ho optato per una versione al cocco... e lì subito la mia testolina ha fatto l'associazione cocco-cioccolata!!

mercoledì 4 dicembre 2013

Antipasti di Natale per bambini: alberelli salati di spinaci

antipasti di Natale per bambini

Nei titoli dei post mi capita di mettere sempre le parole "per bambini" nelle mie ricette, per cercare di facilitare chi cerca proposte per bambini nelle miriadi di ricette su internet... ma a dire il vero penso che la maggior parte di questi piatti un po' giocosi possano piacere anche ai grandi!

Come questi alberelli salati di Natale... li avrei trovati carinissimi (e buoni) anche 5 anni fa, senza la presenza di un pupo!

Come vi avevo promesso, vorrei cercare di provorvi un po' di alternative per menù di Natale goloso ma allo stesso tempo abbastanza sano!

A questo scopo questo antipasto è perfetto! E' preparato con una pasta brisè vegan, che se proverete non abbandonerete più! Si prepara in un attimo, e il risultato è una deliziosa base friabile, buona sia calda che fredda, e che si mantiene anche i giorni successivi!

lunedì 2 dicembre 2013

Ricette per il pranzo di Natale dei bambini: i passatelli (che non si rompono!)

primi per bambini
Eh già, perché il conto alla rovescia è ufficialmente iniziato!!

Non vorrei aggiungermi anche io tra chi vi assilla con il Natele che si avvicina sempre di più (se non vi bastano negozi, tv, supermercati, figli…), però mi tocca! Qualche mamma mi ha scritto già in ansia per i menù delle feste, e perciò cerco di venire in loro aiuto!

La mia prima proposta è un piatto molto semplice, che però divide le mamme in due categorie: quelle che sanno farli ad occhi chiusi, e quelli che ci hanno rinunciato perché i loro in cottura si sfaldano, creando una pappetta per sdentati!

Di passatelli ve ne avevo parlato già qua, quando ero ancora ignara che sei i miei passatelli non si rompevano era solo questione di cu… lo (ops! l’ho detto!)!!

Perciò se fate parte della seconda categoria, nota anche come spappolatrice di passatelli, sono pronta a svelarvi i trucchi che ho raccolto dal fornaio, a prova di bomba: