10 trucchi per bambini che non mangiano

By 06:30 , , ,

bambini che non mangiano

E’ l’ansia di (quasi) tutte noi mamme! A parte qualche raro caso, ci siamo passate tutte…
“Mio figlio avrà mangiato abbastanza?”
In realtà il problema non rappresenta quasi mai un vero problema, perché i bambini hanno bisogno di molto meno cibo di quanto noi adulti pensiamo. 

In più i bambini sanno regolarsi perfettamente sulle quantità di cibo di cui hanno bisogno!
A volte può essere molto frustrante perché noi mamme siamo brave a darci la colpa per tutto e scommetto che tutte abbiamo pensato di preparare cose che ai propri figli non piacciono! 

Non dobbiamo però cadere in questi pensieri sciocchi, mentre invece dobbiamo assicurarci che a tavola regni la serenità e che il mangiare o il finire il piatto non sia caricato di emozioni nei confronti della mamma e del papà. Fare capire che mangiare tutto quello che c’è farà contenta mamma anche quando non va, è un ricatto emotivo molto sbagliato! 

Perciò impariamo già dallo svezzamento a rispettare tempi, gusti e quantità, e ricordiamoci che per i più piccoli è sempre giusto, quando possibile, completare un pasto con il latte materno.
Ci sono comunque una serie di accorgimenti da mettere in atto per mettere i nostri bambini nelle condizioni migliori per potere godere di un pasto sereno!
1. Non proporgli merende troppo abbondanti. La merenda migliore è a base di frutta. Cercate di mantenere questa come regola generale (a cui ovviamentepotrà essere fatto qualche strappo).
 
2. Presentate ai vostri bambini sempre piatti puliti e non "contaminati". Per capirci, ripulite i bordi come se foste a Master Chef, assicuratevi che il contorno non invada lo spazio delle secondo, e così via, o non stupitevi se vostro figlio vi risponderà "vuoi che muoro?" quando gli servirete il pranzo!
 
3. Fate la spesa insieme. Questo aumenterà la loro curiosità di assaggiare ciò che si è comprato!
 
4. Cucinate insieme! Decidere di preparare un nuovo piatto insieme ai propri bambini, o una ricetta con un nuovo ingrediente che magari il bambino non ha mai voluto assaggiare, è una strategia vincente. Vedrete che, senza forzarli o ricattarli, i vostri bambini assaggeranno i nuovi ingredienti di loro spontanea volontà!

5. Servite in tavola piatti divertenti
. I bambini (sia da piccolissimi che da adolescenti) a tavola mangiano molto più volentieri anche quei piatti che abitualmente non amano, come ad esempio alcune verdure, se vengono presentati con particolare cura per quel che riguarda forme e colori…
 
6. Guardate foto, documentari, raccontate cosa mangiano gli animali (ad esempio per i conigli le carote sono come la cioccolata per noi! Le tartarughe adorano la lattuga, eccetera)
 
7. Parlate dei benefici degli alimenti sul nostro corpo in maniera divertente (le carote ti fanno venire la super vista, le proteine sono i mattoncini dei muscoli, i cereali integrali aiutano a fare la popò, ecc...)
 
8. Non vivere i pasti come momento di stress, non forzarli, non arrabbiarsi o convincerli che se vi vogliono bene devono mangiare quello che volete!
 
9. Se i vostri bambini devono assaggiare qualcosa di nuovo, rassicurateli e spiegateli che, se non gli piacerà il sapore o la consistenza di quello che stanno per mangiare, potranno sputare in un fazzolettino l'assaggio (da quando esplicitiamo questa possibilità, Cecilia assaggia tutto).
 
10. Insegnategli le regole del marketing. Sono belli i gadget e le confezioni dei personaggi preferiti, ma spesso nascondono una qualità del cibo scadente, perciò meglio lasciarlo lì. Una cosa sono i giochi, un'altra è ciò che si mangia! Se quello che interesa è il gioco, allora è meglio prendere un piccolo gadget in edicola o nel negozio di giocattoli!



Photo Credits: Niklas Hellerstedt








Potrebbero anche interessarti

0 commenti