Differenze tra raffreddore e influenza

By 00:02 ,



L'inverno è iniziato ufficialmente solo ieri, ma in realtà per noi mamme è iniziato già da un bel po'.
Con la riapertura delle scuole infatti sono ripresi inesorabili i malanni di stagione, e in famiglia ci si passano rafreddori e influenza come la palla ai giardinetti.

Ma quali sono le differenze tra una raffreddatura ed una vera e propria influenza?  
Come distinguerle?
I sintomi sono così simili che possini essere scambiate, ma in realtà non sono così simili. 

La prima differenza che può aiutarci a distinguere se noi o i nostri bambini abbiamo preso un raffreddore o in'influenza è la comparsa della febbre: nel caso del raffreddore è in genere assente o si manifesta con una leggera alterazione, mentre l'influenza dà in genere febbre alta (sopra i 38).

Naso chiuso, mal di gola e starnuti accompagnano praticamente sempre il raffreddore, mentre nel caso dell'influenza possono essere assenti.

Anche la tosse può aiutarci a capire se quello con cui abbiamo a che fare è un'influenza o un raffreddore. Nel primo caso infatti la tosse è in genere secca, mentre nel secondo è grassa.

Vale il contrario invece per il mal di testa, molto probabile in caso di influenza, più raro se quello che abbiamo preso è un raffreddore.

Così come quella fastidiosa sensazione di malessere generale e spossatezza, che ci deve in genere fare pensare ad un'influenza, e che può purtroppo protrarsi fino a due settimane.

Se accusiamo anche brividi e dolori muscolari, ecco allora che avremo un quadro abbastanza sicuro di un caso di influenza, dato che sono sintomi molto più rari in caso di raffreddore.

In entrambi i casi, per una pronta guarigione è comunque consigliata una sana alimentazione per una maggiore efficienza del sistema immunitario. Una dieta a base di frutta, verdura e legumi sarà sicuramente la più indicata per tutti!




Potrebbero anche interessarti

0 commenti