Gioielli giocattolo per bambine

By 15:20 , ,

l'atelier dei gioielli

Cecilia ha avuto da sempre un’enorme passione per i gioielli!
Dai primi mesi, quando ha iniziato a dividersi tra le braccia di nonne e zie, ha subito iniziato a mostrare un grande interesse per anelli, braccialetti e collane (la mamma è un po’ selvaggia e non li porta tanto! Giusto qualche orecchino ogni tanto a cui le sue bambine amano appendersi!!)!
Il bello è che non voleva solo giocarci! Non appena è stata in grado di farci capire cosa volesse, ha iniziato subito a farci intendere che anelli, braccialetti e collane lei voleva indossarli!
Così capitava di vedere una nanetta che ancora non sapeva camminare, tutta agghindata con le più improbabili collane e i più fantasiosi braccialetti!


DSC_0439

Crescendo ha mantenuto la sua passione, dedicandosi, come tantissime bambine e bambini, alla loro creazione!
Lo standard qualitativo però dei braccialetti desiderati da queste stiliste e designer in erba è però alto! Finché sono piccoline puoi anche fregarle ritagliando pezzettini di cannucce o paste da brodino, ma una volta cresciute ci cascano un po’ meno!

DSC_0453

Per questo ho deciso di parlarvi dell’Atelier dei gioielli, Crazy Chic, di Clementoni. Qui infatti troverete una bellissima valigetta con tantissimi materiali di qualità, belli e resistenti, per realizzare gioielli che faranno impazzire le vostre bambine!

L’alta qualità dei materiali permette alle bambine di realizzare dei veri e propri bijoux, proprio come quelli della nonna, della zia e della mamma!

Al suo interno troverete anche una valigetta per portare ovunque le creazioni realizzate. Qui sotto potete vedere il contenuto della scatola!

9190fnakaXL._SL1500_

Al suo interno delle istruzione illustrate spiegano passo passo come creare bellissimi braccialetti!

DSC_0460

Tra l’altro non fatevi ingannare dall’aspetto frivolo e modaiolo di questi gioielli! Il gioco dell’infilare perline è un ottimo allenamento per la coordinazione oculo-manuale, ovvero la capacità di far conseguire ad una percezione visiva un’adeguata azione delle mani, e la motricità fine, ovvero la capacità di compiere con le mani azioni di precisione.

Queste attività sono molto utili, e fanno parte degli strumenti gioco del pregrafismo!

Il gioco è indicato per bambini a partire da 7 anni, ma Cecilia, che ne ha 5, è riuscita a realizzare tutto in completa autonomia. L’unica cosa che ho dovuta fare io è stato tagliare le catenine con delle semplici pinze della misura desiderata, ed inserire i fermagli quando erano da mettere appunto nelle catenine.

Anzi ho notato Cecilia molto fiera e soddisfatta delle sue creazioni! Credo che i giochi creativi di questo tipo possano aiutare anche a prendere consapevolezza e ad aumentare l’autostima dei bambini, poiché si può osservare concretamente cosa si è riusciti a creare attraverso il proprio lavoro!

Cosa c’è di meglio per un bambino di imparare giocando??



Potrebbero anche interessarti

0 commenti