mercoledì 30 agosto 2017

Ghiaccioli fragola e banana senza zucchero

ghiaccioli

Ci siamo, meno 2 giorni a settembre, le giornate si sono già accorciate e dicono che una perturbazione che ci traghetterà verso l’autunno è alle porte.
Ma vi confesso subito che la sottoscritta è ancora al mare, e quest’anno non ha poi così tanta voglia di andarsene via!
Ogni anno vi ripeto che per me Settembre è il vero Gennaio dell’anno!
Con la fine dell’estate arriva sempre tanta voglia di ripartire, tante idee e progetti nella testa, tanta voglia di fare, e di fare meglio.
Così mi viene voglia di abbandonare la vita da spiaggia e di ri-impadronirmi di quella solita!
Quest’anno vi dirò che, nonostante i progetti e le energie non mi manchino, mi sentirei di stare ancora un bel po’ qua!
Ma tutto intorno a me mi ricorda che settembre sta arrivando…
Le nostre piantine di fragole nell’orto di casa però devono viverla proprio come me perché hanno deciso di regalarci di nuovo delle belle fragolone rosse dolci e succose.
Che anche loro non vogliano arrendersi all’autunno che arriva?
Così mi è tornata la voglia di preparare i i nostri buonissimi ghiaccioli alla fragola e banana, e mi è venuto in mente di non avervi mai postato la ricetta!
Sono come al solito semplicissimi da fare, molto buoni e preparati al 100% frutta, già così dolce e buona per natura da non avere bisogno di aggiungere zucchero o nessun altro dolcificante!
P.S.
Non so se si capisce dalla foto un po’ scura dell’interno del freezer… ma Cecilia continua ad infilarmi palloncini riempiti d’acqua da congelare!! 

Ricetta ghiaccioli fragola e banana


Ingredienti:
1 banana
1 decina di fragole
Le quantità di frutta non devono essere rigorosamente precise, l’ideale in queste preparazioni è frullare e assaggiare! Ed eventualmente aggiungere qualche fragola o qualche pezzo di banana per regolare il sapore o la dolcezza!

Procedimento:
IMG_0321IMG_0322
Mettete tutto dentro un frullatore insieme a qualche cucchiaio di acqua e frullate fino ad ottenere una crema liscia priva di grumi.

IMG_0323
Mettete negli appositi stampini e riponete in freezer per almeno 3 ore.

venerdì 25 agosto 2017

Ricetta cotoletta di tofu

ricetta cotoletta di tofu

Ah la cotoletta!!! Qualsiasi cosa si celi in genere sotto quella crosticina gialla e croccante diventa buonissima, ragion per cui, cotoletta deve essere proprio una parola magica!

Come ben sapete non sono una grande amante del tofu (perché esiste qualcuno amante del tofu??), ma amo la sua veste trasformista, la sua capacità di diventare quello che vogliamo, basta riuscire ad utilizzare sapientemente i giusti condimenti e le giuste astuzie!


Era il caso della ricetta della torta dolce ripena di tofu, o del tofu alla salsa di soia!
Stessa cosa vale qui in questa ricetta, della cotoletta di tofu!

Sono ottime mangiate così, magari con una spruzzatina di limone, ma anche nel classico panino con cotoletta e insalata! 

Per una versione delle cotolette di tofu senza glutine potrete sostituire il pangrattato con la farina di mais!

Ricetta cotoletta di tofu

Ingredienti:
Un panetto di tofu da 160g (o quello che trovate)
Pangrattato
Farina di mais o farina di ceci per la pastella

Procedimento:
IMG_0338IMG_0339 
 Preparate la pastella sbattendo un paio di cucchiai di farina di mais o di ceci con qualche cucchiaio di acqua e un pizzico di sale.
Se il vostro panetto di tofu è molto spesso, come lo era il mio, tagliatelo a metà e ricavatene due.
Passate il tofu nella pastella e poi nel pangrattato, che potrete aromatizzare anche con erbe e spezie.

IMG_0340IMG_0341 

Ungete una padella antiaderente con un filo d'olio e quando sarà caldo cuocete il tofu da entrambi i lati fino a doratura. 
Potete cuocere le cotolette di tofu anche in forno a 180° per 10 minuti.

La stanza giardino


Mi piace pensare al giardino come una stanza della casa.

tappeti-erbosiUna stanza speciale, quella con il soffitto e la carta da parati più belle di tutti. 

Io cerco di fare stare le mie bambine all’aria aperta più tempo possibile, scegliendo anche di fare attività che magari normalmente si farebbero al chiuso, come per esempio fare i compiti in giardino!

Ci avete mai provato?

Quando il tempo lo permette, per noi è molto più bello!

Stare all’aria aperta non fa solo bene alla salute, ma fa anche tanto tanto bene all’umore!

Per questo, come si studia nei dettagli come arredare una stanza, allo stesso modo bisogna pianificare con cura la progettazione del giardino. 

Bisogna fare in modo che questa meravigliosa stanza senza soffitto e senza pareti sia sfruttata nel migliore possibile dei modi, per potere trascorrere più tempo possibile all'aria aperta!

Purtroppo non è cosa da tutti sapere tirare fuori il meglio dal proprio giardino, sia esso piccolino che grande. 

IMG_0844

Grande esperto per la progettazione e la realizzazione di giardini, terrazzi e aree verdi è Eden Garden.
Eden Garden è a Modena e lavora in tutta la provincia fino a Bologna con l’obiettivo di riuscire a espandersi su tutto il territorio dell'Emilia Romagna.

Forte della sua esperienza pluriennale nel settore, mette a disposizione dei suoi clienti materiali di altissima qualità, professionali e sicuri per le aree verdi su cui opera. 

Eden Garden mette a disposizione tantissimi servizi, tra cui:
  • progettazione di parchi, giardini e terrazzi
  • programmi di manutenzione annuale del verde privato, condominiale ed aziendale
  • realizzazione di manti erbosi a semina e a idrosemina
  • posa di tappeti erbosi in rotoli e sfalci d'erba
  • piantumazioni di siepi, piante ad alto fusto, arbusti, piante ornamentali
  • realizzazione di gazebi, tettoie e frangivento
Eden Garden si occupa di tutto: vi offre un servizio chiavi in mano, dalla progettazione alla realizzazione del verde e delle opere murarie, idrauliche ed elettriche.

Una volta terminati i lavori poi non vi abbandona, ma continua a prendersi cura del nostro verde, con programmi di manutenzione annuale che garantiscono il miglior risultato con la minima spesa.
Trovate maggiori informazioni sul suo sito, che vi consiglio di visitare.

IMG_0806
Buzzoole

giovedì 10 agosto 2017

L’aperitivo al tempo delle mamme

Doc-MO

Un aperitivo, il pre dinner, è un una bevanda alcolica o analcolica che si beve prima dei pasti per stimolare l'appetito, ma in realtà ora è diventato un vero e proprio momento della giornata.

Ho scoperto il vero piacere dell’aperitivo solo da mamma, quando i momenti di relax sono ben pochi, e così impari a godere davvero di quelli che ti capitano.

Nella mia vita precedente l’aperitivo era solo un’ulteriore scusa per uscire tra amiche e amici, divertirsi, ascoltare musica, magari nel locale giusto, e chiacchierare.

Niente di male, ma ora l’aperitivo è  qualcosa di molto diverso. 

Ora l’aperitivo è godersi ogni attimo di quell’ora magica, il tramonto.

E’ riempirsi gli occhi dei suoi colori, dei suoi profumi e dei suoi rumori.

E’  potere guardare le mie bambine che giocano, senza fretta, senza orari. 

E’ essere felici perché alle 7:30 di sera si sta ancora in spiaggia, a piedi nudi, con il cielo azzurro come soffitto.

E’ l’aria che torna respirabile, dopo il caldo del giorno.

E’ assaporare veramente, sorso dopo sorso, un buon bicchiere di vino, di cercare di coglierne i sapori, i profumi, anche per chi di vino non ne capisce niente.

E’ le bollicine, le note fruttate che ti accarezzano il palato.

E’ il momento per staccare dalle preoccupazioni quotidiane e fare il pieno di relax ed energia positiva, da conservare come prezioso ricordo durante l’inverno e il freddo.

L’aperitivo è anche evitare che mie figlie si strafoghino di patatine… ma questa è un’altra storia!!

Per i vostri aperitivi vi consiglio il Prosecco DOC Treviso Extra Dry - MO Collection, ottenuto da uve selezionate provenienti da una zona storicamente vocata alla produzione di Prosecco, accuratamente spumantizzato affinché possa trasmettere al meglio le proprie doti.

Il prosecco Mionetto per me è perfetto gustato fresco, con le sue cremose e persistenti bollicine, per assaporare tutte le generose note fruttate di mela, acacia, agrumi e mandorla, tipiche del vitigno di provenienza. 

Buzzoole

martedì 1 agosto 2017

Etichette per la scuola e l’asilo

20623492_10213580852497650_1787313051_o

Agosto si sa è il mese delle vacanze ma è anche il mese in cui le mamme iniziano a pensare a quello che servirà ai loro bambini per il rientro a scuola di settembre.

Organizzarsi per tempo infatti è la prima regola di sopravvivenza per una mamma. 

In più ad agosto ci sono spesso molte offerte per quel che riguarda cancelleria, zaini, astucci e grembiuli!

Stessa regola vale per le etichette, diventate per me indispensabili sia per Carolina all’asilo che per Cecilia a scuola!

Le chat di entrambi le classi infatti sono spesso inondate di messaggi con smarrimenti di giochi, bavaglini e indumenti, per quel che riguarda l’asilo di Carolina, e cancelleria e vestiti alle elementari da Cecilia!

Da questo punto di vista noi non abbiamo alcun problema perché le cose che Carolina e Cecilia portano a scuola sono prontamente etichettate, con le etichette con i loro disegni e colori preferiti!

20616475_10213580852417648_1558817351_o

Così sono contente loro, che si ritrovano i loro oggetti personalizzati e non rischiano di confonderli, ed è contenta la mamma, perché in questo modo gli oggetti non sono mai andati persi!

Per le etichette adesive io mi sono affidata anche quest’anno a Petit-Fernand, perché trovo siano le più belle in circolazione, e in più sono sicura della loro resistenza e della loro qualità, avendole testate tutto l’anno scorso!

20543067_10213580852297645_1405863539_o

Quest’anno poi sul sito potrete trovare ancora nuove e coloratissime illustrazioni,  divise per categorie, come ad esempio i simpaticissimi disegni Kawaii, la nuova collezione di animaletti colorati, i supereroi, le fate e i personaggi di fantasia. 

Io ho  fatto scegliere come l’anno scorso alle mie bambine l'etichetta che con il diegno e il colore che preferivano!

Basta andare sul sito per creare le etichette personalizzate.
Ilrisultato è stato super colorato e fashion per vestiti e oggetti, che grazie alle etichette Petiti Fernand non verranno più smarriti o scambiati con quelli dei compagni.