Mascherina per peluche

By 13:44 , ,


Dal 4 maggio 2020 l'uso delle mascherine è obbligatorio in tutti i luoghi chiusi accessibili al pubblico, nei locali aperti al pubblico, nei luoghi di lavoro ed in tutti quei casi in cui non sia possibile mantenere la corretta distanza interpersonale. 

La mascherina è obbligatoria anche per i bambini dai sei anni in poi, mentre non è obbligatoria per i bambini al di sotto dei sei anni, e per chi ha forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina.

Le mascherine servono a ridurre il rischio che chi le indossa possa contagiare gli altri, poiché fermano una buona parte delle minuscole goccioline emesse dalla bocca e dal naso quando tossiamo, starnutiamo, parliamo e che possono veicolare il virus. 
Utilizzate nel modo corretto, rispettando comunque le altre norme come le distanze di sicurezza e l'igiene delle mani e il non toccarsi il viso con le mani quando si è in giro, possono fare diminuire significativamente ogni possibile contagio.

Ieri sono uscita per la prima volta dopo due mesi con le mie bambine. 
Siamo andate a trovare i nonni, siamo stati in giardino e ognuno di noi aveva le mascherine.

Lo so che vedere i bambini con queste mascherine è un pugno al cuore, dispiace e nessuno di noi avrebbe voluto che dovessero vivere questa brutta situazione. 
Ma dobbiamo concentrarci su quello che abbiamo per risolvere il problema, non su quello che non abbiamo. Restiamo concentrati su quello che possiamo fare per arrivare a una soluzione,  e ritorneremo alla normalità il prima possibile!


Siccome Carolina è sempre un po' un osso duro, perché nonostante abbia capito che è importante tenerla, tende a lamentarsi quando deve fare qualcosa che non le va (e capisco benissimo il disagio per un bambino del tenere questa cosa in faccia), ho pensato di preparare all'uscita in sicurezza anche i suoi peluche, per aiutarla ad accettare meglio questa novità, e parlare insieme dell'importanza di avere la mascherina oggi in determinate circostanze.

Ieri infatti sia noi che i nonni veniamo da due mesi di quarantena, dove si è usciti praticamente solo per fare la spesa. Ma se, come ci auguriamo, nelle prossime settimane aumenteranno le occasioni di uscite, credo sia importate imparare un nuovo modo di stare insieme, e farlo diventare la normalità per adesso, per potere poi tornare alla vera normalità il prima possibile!

Parlare con i nostri bambini di questo è molto importante, io non ho mai nascosto niente fin dall'inizio alle mie figlie, e credo che raccontare ai bambini la verità, in maniera sempre adatta alla loro età, sia lo strumento migliore per capire e accettare le cose.



Così con della semplice stoffina bianca e degli elastici da ufficio abbiamo confezionato delle mascherine per i peluche di Cecilia e Carolina, così che anche loro potessero venire a trovare i nonni in sicurezza, e senza essere fuorilegge!


 Ovviamente va bene qualsiasi cosa, della semplice carta e un nastro, vecchi calzini tagliati, carta da forno, carta da regalo, quello che la fantasia e la casa suggeriscono!


Carolina ha spiegato a E.T., a Black e a Caramello che devono tenere la mascherina al chiuso o quando non è possibile stare distanti almeno un metro, perché in questo modo non attaccano niente a nessuno! Perché potrebbero avere qualcosa e stare bene, e poi attaccarlo agli altri, che potrebbero però invece stare molto male.



Abbiamo parlato del fatto che naso e bocca sono come una porta per i batteri al nostro organismo.
Quindi la mascherina mette una barriera a quelli che vogliono uscire e andare a infettare altre persone, ed è una barriera per quelli degli altri che vogliono entrare da noi.

Anche gli occhi possono essere una porticina per questi batteri, quindi è importante non sfregarseli con le mani quando si è in giro.

Ed è altrettanto importante non toccare la mascherina con le mani quando siamo in giro, perché con le mani tocchiamo tante cose e potremmo portare dei batteri proprio sopra alla mascherina.
Per lo stesso motivo ci si deve lavare le mani prima di mettere e togliere la mascherina, e la si deve mettere e togliere sempre toccando solo gli elastici (magari possiamo chiedere alla mamma o al papà di farlo). Se non possiamo lavarci le mani, igenizziamole comunque con le soluzioni alcoliche che dovremmo avere sempre con noi.




Sappiamo che la mascherina non è la panacea di tutti i mali e che anche con la mascherina non bisogna sentirsi invincibili, ma se tutti la indossiamo quando siamo in luoghi chiusi o all'aperto, quando non è possibile mantenere le giuste distanze, possiamo ridurre di tantissimo il possibile rischio di contagio.

Usiamo le mascherine nel modo corretto, mantenendo comunque la distanza di sicurezza, lavando le mani e rispettando tutte le norme che ci vengono indicate. 
Indossare la mascherina non deve farci sentire invincibili, ma è di sicuro un ulteriore mezzo per proteggere gli altri e di riflesso anche noi!

Ed ecco Black che ci spiega come tenere bene la mascherina!!



"Indosso una mascherina nei luoghi chiusi accessibili al pubblico,  non per me, ma per te. Sono abbastanza educato da sapere che, anche se sono stato molto attento, potrei essere asintomatico e trasmettere il virus. Voglio far parte della soluzione, non del problema. Non sento che il "governo mi stia controllando". Mi sento come se stessi facendo l'adulto che contribuisce alla società. Se tutti vivessimo avendo considerazione degli altri, il mondo sarebbe un posto migliore."









Potrebbero anche interessarti

0 commenti