venerdì 28 dicembre 2018

Quando cominciano i saldi 2019



Quando cominciano i saldi e le svendite invernali di questo 2019 che sta arrivando?
Non ditemi che sono l'unica ad averci pensato, finito di scartare tutti i regali di Natale?

Sì perché se sotto l'albero non è arrivato quello che avevamo adocchiato, o se volutamente ci siamo tenute qualcosa per dopo, le svendite sono la giusta occasione per fare qualche acquisto risparmiando un pochino!

Vediamo allora le date dei saldi invernali, regione per regione (perché non iniziano tutte lo stesso giorno in Italia), e anche qualche consiglio su cosa acquistare...
e poi la risposta alla fatidica domanda: la merce in saldo si può cambiare?


Le date dei saldi invernali per regione (in ordine alfabetico):

Abruzzodal  5 gennaio al 5 marzo
Basilicatadal 2 gennaio al 1 marzo
Calabriadal 5 gennaio al 28 febbraio
Campaniadal 5 gennaio al 2 aprile
Emilia Romagnadal 5 gennaio al 5 marzo
Friuli Venezia Giuliaal 5 gennaio al 31 marzo
Lazio: dal 5 gennaio al al 28 febbraio
Liguriadal 5 gennaio al 18 febbraio
Lombardiadal 5 gennaio al 5 marzo
Marchedal 5 gennaio al 1 marzo
Molisedal 5 gennaio al 5 marzo
Piemontedal 5 gennaio al 28 febbraio
Pugliadal 5 gennaio al 28 febbraio
Sardegnadal 5 gennaio al 5 marzo
Siciliadal 6 gennaio al al 15 marzo
Toscanadal 5 gennaio al 5 marzo
Umbriadal 5 gennaio al 5 marzo
Valle D’Aostadal 3 gennaio al 31 marzo
Venetodal 5 gennaio al 31 marzo
Trentino-Alto Adigedal 5 gennaio al 16 febbraio



L'ideale è appuntarsi una lista sul telefonino di quello che effettivamente pensiamo possa esserci più utile acquistare durante questi saldi invernali.

In questo modo eviteremo di perderla e potremo consultarla nei giorni a venire, correggendo il tiro per i vari cambi di idea, e indirizzando sui capi che veramente ci piacciono, senza farci prendere da colpi di testa!

L'ideale sarebbe anche approfittare di questi giorni di festa per fare una bella passeggiata ed osservare le vetrine e le varie proposte dei negozi!

E la merce comprata in saldo si può cambiare??



Molti pensano (io per prima fino a poco tempo fa), che i negozianti abbiano l'obbligo per legge di cambiare la merce comprata, in caso di ripensamenti, ovviamente presentando lo scontrino ed entro un mese di tempo.
In realtà non esiste nessun obbligo per il venditore di cambiare la merce che non presenta difetti. 

Il negoziante che cambia la merce lo fa per cortesia o per una filosofia che decidere di mettere in pratica ma non per obbligo di legge.

Se quindi siete incerti su un acquisto è meglio chiedere, prima di pagare, se la politica del negozio è quella di cambiare o meno la merce.

Qualsiasi promessa fatta dal negoziante tramite cartelli diventa invece un obbligo.




Cosa comprare per i saldi invernali (per noi)?

Il mio consiglio è quello di approfittare dei saldi invernali per comprare indumenti o scarpe che possano essere messi anche nelle stagioni successive.

Se infatti è vero che magari è meglio comprare un capo di moda a prezzo ridotto rispetto che a prezzo pieno, è anche vero che i saldi arrivano verso la fine della stagione e quindi si rischierà di non metterlo per troppo tempo!
Perciò valutate queste due cose!

Di sicuro i saldi sono la perfetta occasione per comprare quei pezzi classici che ci dureranno nel tempo, puntando quindi sulla qualità e approfittando del prezzo scontato delle svendite!

Cosa comprare per i saldi invernali per i nostri bambini?

Gli acquisti per i saldi per i bambini a volte si fanno più complicati, perché arrivati a gennaio i nostri bambini avranno probabilmente già il loro guardaroba per la stagione in corso al completo, e l'anno dopo chissà quale taglia avranno o se gradiranno le stesse cose.

Quello però su cui si può contare sono quei pezzi che si metteranno anche la prossima stagione. Le tute e le felpe, i jeans e le maglie a maniche lunghe si porteranno ancora per molto, e passeranno un bel po' di mesi prima di arrivare ai pantaloni corti e alle maniche corte!



lunedì 24 dicembre 2018

Programmazione film di Natale 2018

programmazione  film & cartoni  Natale 2018

Una delle cose belle del Natale è anche guardare i film di Natale tutti insieme sul divano, magari con il camino accesso e tante coccole!!

Ecco allora la programmazione dei film e dei cartoni più belli per questo Natale 2018.

La programmazione dei film e dei  cartoni va da oggi, vigilia di Natale, fino al 6 Gennaio, la Befana!

Ovviamente per gli  ultimi giorni di vacanza ancora non ci sono le programmazioni pubbliche, ma non appena le troverò mano a mano vedrò di aggiornarlo!

Abbiamo fatto anche un PDF da stampare con tutta la programmazione, per avere una mini guida tv di Natale da consultare, sempre pronta!

Tanti auguri di buone e serene feste da casa Mammarum!!!

Ecco  la programmazione dei film e dei cartoni più belli per questo Natale 2018!!




Programmazione film e cartoni Natale 2018


Lunedì 24 dicembre
  • Italia 1, ore 14:30: Alla ricerca della stella del Natale
  • Italia 1, ore 16:20: Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato
  • Rai 2, ore 17.25: Classici Cartoni Disney – Topolino
  • Rai 2, ore 21:05: Frozen – Il Regno di Ghiaccio
  • Italia 1, ore 21:25: Una poltrona per due
  • Canale 5, ore 21: Concerto di Natale in Vaticano
  • Italia 1 Una poltrona per due
  • La7 20:35 Pomi d'ottone e manici di scopa 
  • Rai 1, ore 21.20 Santa Messa di Natale celebrata da Papa Francesco 
  • Rai 4, 21:00: Ladyhawke 
  • TV8, ore 21:30 La storia infinita
  • Rai 2, ore 22:50 Frozen Forever
  • Rai 2, ore 23:00: Frozen – le avventure di Olaf
  • Rai 3, ore 32:45: La marcia dei pinguini – Il richiamo



Martedì 25 dicembre

  • Rai 3, ore 9:45: Bolt, un eroe a quattro zampe
  • Italia 1, ore 10:15: Zeus e il natale in California
  • Rai 2, ore 11:00: Classici Disney – Buon Natale Topolino
  • TV8, ore 14:00: La storia infinita
  • Rai 1, ore 15:55: Belle & Sebastien
  • Italia 1, ore 16:30: Dennis la minaccia di natale
  • Rai 2, ore 17:10: Classici Disney – Buon Natale Paperino
  • Rai 3, ore 21.15: Una Notte al Museo
  • Canale 5, ore 21:20: Miracolo nella trentaquattresima strada
  • Rai 1, ore 21:25: Biancaneve e i sette nani
  • CANALE 5, ORE 21:20: Miracolo sulla 34esima strada
  • Sky Cinema Family, 16:10: Il bianco Natale di Topolino
  • Sky Cinema Family, 17:10: Topolino e la magia del Natale
  • Sky Cinema Family, ore 18:15: Topolino – Strepitoso Natale
  • Sky Cinema Family, ore 19:25: A Christmas carol
  • Sky Cinema Family, ore 21:00: Ratatouille
  • Sky Cinema Hits, ore 21:15: Mamma, ho perso l'aereo
  • CANALE 5, ORE 16:30: Opera on Ice 
  • LA7, O RE 20:35, RANGO 
  • Rai4, 21:05: ERAGON



Mercoledì 26 dicembre


  • Rai 2, ore 11: Classici Disney – Speciale di Natale di Topolino
  • Rai 3, ore 9:55: Khumba – Cercasi strisce disperatamente
  • Rete4, ore 13:00: Il mio amico Babbo Natale
  • Rete4, ore 14:40: Il dottor Zivago
  • Rai 1, ore 16:55: Belle & Sebastien – L’avventura continua
  • Rai 3, ore 21.25: Una Notte al Museo 2 – La fuga
  • Rai 1, ore 21: 25: Cenerentola
  • Sky Cinema Family, ore 11.00: Mulan
  • Sky Cinema Family, ore 12.30: Mulan II
  • Sky Cinema Family, ore 13.50: A Christmas Carol
  • Canale 5, ore 21:20: Piccole donne
  • Rai 1, ore 21:20: Cenerentola
  • Rai 1, ore 22:45: Anna dai capelli rossi – Una nuova vita, ;
  • Italia 1, ore 23:45:   Gremlins 






Giovedì 27 dicembre
  • Rai 2, ore 7:05: I Fantastici Cinque – Alla ricerca dell’occhio verde
  • Rai 2, ore 8:30 I Fantastici Cinque – Alla ricerca del tesoro perduto
  • Italia1, ore 16:30: Piccola peste si innamora
  • Rai2, ore 18:50: La slitta dei desideri, ore 18:50 su Rai2;
  • Rai 1, ore 21:25: La Bella Addormentata nel Bosco
  • Rai 3, ore 21.15: Notte al museo 3 – Il segreto del Faraone
  • Canale 5, ore 21:25 Piccole Donne 
  • Rai1, ore 22:50: Anna dai capelli rossi – Promesse e giuramenti

Venerdì 28 dicembre

  • Italia 1, ore 07:35: I Puffi
  • La7, ore 14:15: Rango
  • Italia1,  ore 14:35: Beethoven
  • La7, ore 16:05: Pomi d’ottone e manici di scopa
  • Rai2, ore 18:05: Una corona per Natale
  • TV8, 0re 21:30: Fuga dal Natale
  • Rai 2, ore 21:15:Mary Poppins 

Sabato 29 dicembre

  • Sky Cinema Family, ore Topolino- Strepitoso Natale
  • TV8, ore 16:00: La storia infinita
  • Sky Cinema Family, ore 16.55: Zampa 2
  • Sky Cinema Family, ore 18.20: Santa Clause’
  • Italia1, ore 19:30: Robby e Toby – Missione spazio
  • Sky Cinema Family, ore 19.55: Topolino e la magia del Natale
  • Sky Cinema Family, ore 21.00: A Christmas Carol
  • Rai2, ore 21:00 Big Hero 6

Domenica 30 dicembre
  • Rai 3, ore 21.20: Film Disney da confermare
  • Sky Cinema Family, ore 10.00 Le cronache di Narnia: Il principe di Caspian
  • Sky Cinema Family, ore 12.25 Che fine ha fatto Santa Clause
  • Sky Cinema Family,  ore 14.10 Topolino e la magia del Natale


Martedì 1 gennaio
  • Rai 3, ore 9:50: Film Animazione da confermare
Sabato 5 gennaio
  • Rai 1, ore 21.20: Mary Poppins


sabato 22 dicembre 2018

Alberelli di polenta con sugo di pomodoro e piselli



Sapete che amo la polenta e la sostengo a gran voce, da inserire almeno un paio di volte nel menù settimanale della vostra famiglia!

Sappiamo infatti che i cereali sono un'importantissima fonte di energia per noi, e che non esiste solo la pasta! La polenta è un perfetto sostituto perché è naturalmente senza glutine, e come sappiamo è importante non abusarne, per evitare di incorrere in intolleranze o ancora peggio, allergie.

Assorbe molta acqua in cottura, a differenza della pasta, e per questo ha un grande potere saziante a fronte di molte meno calorie. 

La polenta poi è super versatile, si accompagna a tutto e si presta a mille preparazioni, perciò non può mancare sule nostre tavole, neanche in questi giorni di festa!!

E proprio per questi giorni così speciali la nostra polenta si è tirata a lucido e si è messa nei vestiti della festa, trasformandosi, grazie alle formine taglia biscotti, in quello che volete voi!

Noi abbiamo scelto gli alberelli di Natale! Vi lascio con la video ricetta, anche questa potrete prepararla con i vostri bambini per un pranzo super sano, super buono e super divertente!!

I vostri bambini si divertiranno tantissimo a ritagliare la polenta (ovviamente fatta raffreddare) con i taglia biscotti!!

Guardate insieme il video e poi tutti ai fornelli!! 

Ricette di Natale per bambini:
Alberelli di polenta con sugo di pomodoro e piselli


venerdì 21 dicembre 2018

Verdure di Natale


Che sia il pranzo di Natale, quello di Santo Stefano o un qualsiasi pranzo o cena di queste feste natalizie, perché non ne approfittiamo per mangiare insieme ai nostri un po' di verdure nella maniera più divertente??

Anzi ancora meglio, perché non prepariamo questi contorni insieme ai nostri bambini?

Io ve ne propongo tre: un Babbo Natale fatto con pomodori, finocchi e insalata, dei pomodori che si trasformano in Babbo Natale grazie ad un cremoso ripieno di ricotta, e un alberello di Natale di carote!

Ma sono sicura che se metterete al lavoro i vostri bambini, la loro fantasia saprà andare ben oltre e si inventeranno nuovi pinzimoni!!

Il procedimento per preparare questi contorni di Natale per bambini è veramente molto semplice, però ho preparato tre video veloci per vedere come realizzarli! Se volete potete guardali insieme ai vostri bambini e poi mettervi insieme al lavoro.

I vostri bambini potranno aiutarvi da subito a lavare le verdure,  per i più piccoli invece potrete affettarle voi, o per chi è poco più grande potrete tagliare voi quelle più dure e lasciarli affettare quelle più morbide, o svuotare i pomodorini, ma l'incarico di assemblare i vostri pinzimoni di Natale è assolutamente il loro!!

Vi lascio con i video, a presto con altre ricette di Natale per bambini!

Ricette di Natale per bambini


Pinzimonio di Babbo Natale




Babbi Natale ripieni di ricotta




Pinzimonio albero di Natale


Pancake di Babbo Natale



Venerdì 21 dicembre: primo giorno d'inverno, giorno con meno ore di luce dell'anno, compleanno del mio primo fidanzato (il primo era nato per il solstizio d'inverno, il secondo per il solstizio d'estate, pensavo che mi sarei sposata con qualcuno nato in qualche equinozio, ma niente, mio marito è nato il 19 luglio!!!), ma sopratutto mancano quattro giorni a Natale!!

Ormai tutto dovrebbe essere (quasi) pronto: addobbi fatti, regali presi, abbiamo pensato a cosa metterci per Natale (anche se è più probabile che noi mamme abbiamo pensato a cosa fare mettere ai figli che a noi), abbiamo preso pandori e panettoni, ma abbiamo pensato a cosa mangiare per la colazione di Natale?

Certo deve essere una super colazione, una colazione che lasci i bambini a bocca aperta, che sia buona, bella ma perché no, anche sana! Tanto di stravizi ne faremo un bel po' anche dopo, per il pranzo (o i pranzi) di Natale!

Comunque, che sia la colazione della mattina di Natale, o un'altra mattina di queste tanto aspettate feste, vi consiglio di provarli, perché questi pancake di Babbo Natale sono veramente deliziosi!

La ricetta è quella dei nostri super collaudati pancake vegan, senza burro, senza uova e senza latticini, resi poi ancora più golosi dalla banana, dai lamponi e da una morbida crema allo yogurt greco!

Vi lascio la video ricetta dei pancake di Babbo Natale, gli ingredienti e





Ricette di Natale per bambini: 
i pancake di Babbo Natale

Ingredienti:

Per i pancake:
140g di farina 1
15g di zucchero di canna integrale
1 cucchiaino di malto (o miele)
2 cucchiaini di polvere lievitante
250g di latte vegetale
2 cucchiai di olio (io di mais)

Per la decorazione:
3-4 banane
2 confezione di lamponi
120g di yogurt greco*
1 cucchiaio di miele (o malto)
2 gocce di cioccolata per gli occhi 

*Va bene anche uno yogurt di soia cremoso, a patto che ovviamente piaccia il sapore.

Procedimento:

In una ciotola mescolate gli ingredienti secchi. Aggiungete poi il latte vegetale e l’olio e mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo.
Prendete un pentolino e oliatelo con un cucchiaino d’olio e spalmatelo con dello scottex in modo da eliminare l’eccesso. Mettete un po’ di impasto sul pentolino scaldato e cuocete un paio di minuti per lato.

Tagliate a fettine le banane e bagnatele con il succo di limone per non farle annerire. Lavate i lamponi. 
Mescolate lo yogurt con il miele ed assaggiate per regolarvi sul giusto grado di dolcezza che più vi piace.
Mettete la crema così ottenuta in una sac a poche.
Mettete i lamponi per ricreare il cappello di Babbo Natale, due gocce di cioccolata per gli occhi, le fette di banana e la crema di yogurt sopra per la barba.




Lo sai che esistono gli appendini per termosifoni?



Mia figlia grande è molto freddolosa e in più la mattina è quel genere di persona che si sveglia veramente dopo una mezz'oretta che si è alzata dal letto.

Non posso dire niente, perché anche io sono quel genere di persona, e il mio vero risveglio dal sonno spesso non coincide con quando apro gli occhi!

Per questo in inverno la sveglia diventa un momento abbastanza delicato, io vorrei che si svegliasse sempre con il sorriso, stiracchiandosi come Biancaneve dopo il sonno nel lettino dei nani, ma quello che accade in verità è che la mattina seguono una serie di lamentele tipo: ho sonno, ho freddo, eccetera eccetera.

Quando Cecilia faceva l’asilo, per renderle un po’ meno traumatico il passaggio dal pigiama ai vestiti io avevo l’abitudine, ovviamente in inverno, di scaldarglieli con il phon.

Devo dire che quella piacevole sensazione di infilarsi in un indumento caldo sortiva il suo effetto, e la mattinata prendeva la piega giusta! 

Adesso con la scuola però mi piace che Cecilia sia indipendente nella sua preparazione, e i tempi sono sempre più stretti!

Una fantastica soluzione per noi è stato scoprire questi della Linea Handy da attaccare al termosifone, ovviamente senza alcun buco o intervento di forza! 

È incredibile come una spesa di poche decine di euro si sia trasformata per noi in una coccola mattutina! 

Gli  accessori per radiatori della Linea Handy possono essere utilizzati per riporre accappatoi, asciugamani, ma anche vestiti da trovare caldi al mattino.

In questo modo gli indumenti appoggiati sopra non prendono la polvere che tipicamente si trova dietro al radiatore, ma è proprio il radiatore che diventa un appendino comodo e funzionale. Anzi in questo modo il radiatore torna utile anche in estate, dove si può utilizzare come nuovo spazio per appendere ad esempio gli accappatoi. 

Ma non basterebbe appoggiare i vestiti sopra il radiatore?

Direi proprio di no, perché così facendo i vestiti coprirebbero il radiatore, compromettono il riscaldamento dell’ambiente, facendo aumentare i consumi e la bolletta. E ricordatevi che il montaggio è semplicissimo (vi consiglio di guardare il video online che spiega come metterli, sul sito di Linea Handy: lineahandy.it) e non c’è bisogno di bucare le piastrelle, i muri o utilizzare particolari collanti e quindi si possono spostare e riutilizzare senza problemi.

Altra cosa che mi è piaciuta tantissimo è che i prodotti Linea Handy sono interamente realizzati in Italia e la loro versione cromata è “hexavalent chromium free” abbattendo del tutto l’impatto ambientale.

#lineahandy

martedì 18 dicembre 2018

Ricette di Natale per bambini: le grinch-nacine


Sapete chi è il Grinch?
Forse fino all’anno scorso poteva passare più inosservato, ma da quest’anno è molto probabile che siano veramente poche le persone che non conoscono il Grinch!

Il Grinch è un personaggio verde e peloso che vive come un eremita su una montagna insieme al suo cane Max. 

Ha un carattere scorbutico e odia la compagnia delle altre persone, ma ancora più di tutto odia il Natale e lo spirito di amore, fratellanza e convivialità che gli gira attorno.

Noi abbiamo adorato il Grinch già dalle prime pagine del libro del Dr.Seuss, perché è impossibile non farlo!

Era da quando ero piccola che desideravo conoscere di più di quel buffo e perfido ometto verde che avevo visto tante volte in "Mamma ho perso l'aereo".
C'è un punto infatti in quel film in cui il piccolo Kevin, lasciato a casa da solo, guarda il cartone del Grinch, proprio quando il nostro terribile ometto entra nelle case del villaggio per rubare gli addobbi di Natale, ve lo ricordate?

Io da piccola non sapevo chi fosse e mi ha sempre incuriosito tantissimo!

Se lo non avete vi consiglio prima di tutto il libro, che è assolutamente un classico di Natale (lo trovate qui). Noi siamo state anche al cinema a vedere il nuovo cartone, che è piaciuto molto alle bimbe, e anche a me, anche se devo dire che il grinch io me lo immagino anche un pochino più bifolco di quello di questo film!

Su you tube trovate anche il cartone originale, lo trovate a questo link, noi lo guarderemo sicuramente per le vacanze! Non è mai stato tradotto in italiano, forse non capiranno proprio tutto ma la storia la conosciamo bene... quindi c'è speranza!!

Vi lascio con la ricetta scritta come al solito e la video ricetta!

Mi raccomando iscrivetevi al canale you tube di mammarum   e aiutatemi a farlo crescere condividendo i video se vi sono piaciuti e mettendo un like!!


Ricette di Natale per bambini: le grinch-nacine
(spinacine di ricotta senza uova, mostruosamente buone!)


Video Ricetta:






Ingredienti:
300g di ricotta magra
200g di spinaci cotti (vanno benissimo anche quelli surgelati)
100g di pangrattato
1 cucchiaio di parmigiano reggiano

Procedimento:



Cuocete gli spinaci in padella con un giro d’olio, poca acqua, uno spicchio di aglio schiacciato e sale. Portateli a cottura, aggiungendo poca acqua alla volta se necessario.
Una volta cotti strizzateli per bene in un colino.
Mettete la ricotta in una ciotola e schiacciatela con una forchetta.
Aggiungete un cucchiaio di parmigiano, gli spinaci e mescolate.


Aggiungete ora il pangrattato poco per volta, tenendone da parte qualche cucchiaio per la panatura, fino ad ottenere un composto morbido e lavorabile.



Dividete il composto in 5 palline, schiacciatele dandole la forma dell’hamburger e passatele nel pan grattato.
Cuocete in padella unta d’olio un paio di minuti per lato, oppure in forno caldo a 180° per circa 10 minuti, in entrambi i casi fino a doratura.




Decorate le grinch-nacine con olive tagliate sottili e finocchio per ricreare gli occhi e il ghigno del grinch. Usate invece i pomodori e un pezzetto di finocchio per il cappello da Babbo Natale.






domenica 2 dicembre 2018

Pane di Babbo Natale

ricetta pane babbo natale

Quando mi sono messa a preparare la ricetta di questo pane di Babbo Natale non mi sarei mai immaginata che sarebbe venuto così bello!!

Ero pronta a sfornare un pane di Babbo Natale simpatico e un po' sbilenco, non avevo troppe pretese non essendo io una tipetta troppo precisa o dalle mani d'oro, e invece!

Insomma non per auto lodarmi, ma quando era pronto per entrare, nel forno, bè ho pensato che fosse bellissimo!

Ma mi sono detta, ok Cinzia, di sicuro si sformerà in cottura nel forno, e Babbo Natale verrà tutto storto o magari con qualche bitorzolo!

E invece no! Anzi la cottura lo ha reso più bello, e gli ha dato quel colorito roseo che gli mancava... a stare sempre in Lapponia e mai al mare!!

Scherzi a parte, l'esperimento che ho deciso di fare per preparare questo pane di Babbo Natale è stato vincente! Infatti per abbreviare un po' i tempi e la sicurezza della riuscita, ho pensato di usare l'impasto delle mie pizzette veloci allo yogurt senza lievitazione!

Il risultato giudicatelo voi!

L'impasto si prepara veramente in meno di 5 minuti!

E in altrettanti realizzerete il bel facciotto di Babbo Natele!

Potete usare lo yogurt di mucca o di soia, indifferentemente.

L'interno di questo pane-focaccia lo trovate qui sotto!

pane babbo natale3

Per realizzare questo pane di Babbo Natale vi basterà guardare questo veloce video dove lo preparo, e vedrete che tutti i passaggi sono facilissimi!

Sì perché ho deciso di essere un pochino più attiva sul mio canale you tube!!

Non siete iscritti!!

Bè rimediate subito perché ci sono altre 23 ricette di Natale che vi aspettano!

Dal 1 al 24 dicembre infatti pubblicherò ogni giorno una ricetta di Natale super buona e super sana, da potere realizzare con i bambini e per i bambini!

La nostra idea era quella di regalarvi un calendario dell'Avvento per aspettare insieme il Natale, e rendere ancora più magica (e buona e sana) questa attesa!!

Noi ci siamo divertite tantissimo a pensare alle ricette e preparale, perciò seguiteci e mandateci le ricette che preparerete!

Ne troverete di tutti i tipi, torte, biscotti, ma anche primi, secondi, contorni e frutta! Non ci sarà da annoiarsi!

Vi lascio con il video della ricetta del pane di Babbo Natale, gli ingredienti e il procedimento! 



Ricetta pane di Babbo Natale

Ingredienti pane di Babbo Natale  :

150g di yogurt di soia
200g circa di farina 1
Mezza bustina di polvere lievitante
Salsa di pomodoro
Olio extra vergine di oliva

Procedimento pane di Babbo Natale

pane di babbo natale5
Mettete tutti gli ingredienti in una ciotola, mescolate con un cucchiaio e impastateli bene fino ad ottenere una palla liscia e omogenea. Se l'impasto risulta appiccicoso aggiungete altra farina. Stendete l'impasto con il mattarello, infarinando bene sia il piano di lavoro che la parte superiore dell'impasto su cui appoggerete il mattarello.

panedi babbo natale 1
Dividete l'impasto in due parti, una più grande e una più piccola, e realizzate il viso di Babbo Natale seguendo il procedimento del video!
Spennellate il viso pane di Babbo Natale con un'emulsione di acqua e olio e un pizzico di sale.
Cuocete in forno ventilato a 200°per 20 minuti. Il pane di Babbo Natale è buono sia caldo che freddo!

ricetta pane babbo natale 2

venerdì 30 novembre 2018

La lettera a Babbo Natale di Poste Italiane edizione 2018



Anche quest'anno Poste Italiane rinnova la sua tradizionale iniziativa GRATUITA per ricevere una risposta alle lettere dei bambini per Babbo Natale.

Ci sono due modi per farlo, scopriamo come!!!

Da anni infatti Poste Italiane assicura la risposta del nostro amato Babbo Natale a chiunque invii la lettera per Babbo Natale entro il 13 Dicembre, con un qualsiasi indirizzo di fantasia, non affrancata.

Nel mittente invece occorre ovviamente indicare i dati e l'indirizzo corretto del bambino, affinché possa poi ricevere la risposta a casa.

E' importante che la lettera non abbia il regolare francobollo e un indirizzo non reale perché altrimenti Poste Italiane spedirà veramente la lettera al destinatario indicato!

Quindi ad esempio è perfetto compilare la lettera scrivendo nel mittente questo:

per Babbo Natale
Circolo Polare Artico


D'altra parte nessuno conosce il vero indirizzo di Babbo Natale e lui non ha certo bisogno di un indirizzo per ricevere le letterine dei nostri bambini!
E Poste Italiane lo sa bene, perché evidentemente ha stipulato un accordo con lui!

Come gli anni passati, anche quest'anno ci si può poi collegare al sito di Poste Italiano dedicato:

http://www.lapostadibabbonatale.posteitaliane.it/

Qui basta compilare i due form con i dati di un genitore e del bambino, e si riceverà anche in questo modo la risposta di Babbo Natale direttamente a casa!

Trovate la nostra lettera per Babbo Natale da stampare gratis qui!

Se non vi piace o non vi basta, trovate altre lettere per Babbo Natale da scaricare qui.

Elf on the shelf, significato e tradizione

significato the elf on the shelf

Forse vi è capitato di vedere questo dolcissimo elfo dal cappello a punta e i vestiti rossi e vi siete chiesti chi sia... bene lui è il famoso "Elf on the shelf", letteralmente "L'elfo sulla mensola".

Questo simpatico personaggio è il protagonista del libro di Natale di  Carol V. Aebersold e la figlia Chanda A. Bell, intitolato appunto Elf On the Shelf.

Questo libro svela i segreti di come Babbo Natale riesca a portare i regali giusti ai bambini e a rendersi conto se si sono comportati bene o meno!

Babbo Natale infatti nel mese di dicembre invia nelle case dei questi piccoli Elfi, e lì trascorrono i giorni in attesa del Natale.

Durante il giorno Elf on the Shelf osserva i bambini per capire i loro desideri, ma anche per vedere se si comportano bene, mentre la notte quando tutti dormono corre da Babbo Natale per raccontargli quanto ha visto!

Ogni mattina, al risveglio dei bambini, l'elfo si troverà in un nuovo posto della casa, e parte del divertimento è anche riuscire a trovare dove si è posizionato!

Attenzione però, una regola importante da non violare assolutamente è quella di non potere toccare l'elfo, altrimenti perderà la sua magia!

E non solo, perché questi piccoli elfi sono un po' pazzerelli, per cui è facile che la notte ne approfittino per mangiare dolci o combinare qualche divertente scherzetto!

La tradizione americana vuole che l'Elfo sulla mensola faccia la sua apparizione il Giorno del Ringraziamento, che in Italia potrebbe essere riadatta all'8 dicembre ( a casa nostra funziona così!).

L'elfo è entrato dall'anno scorso a fare ufficialmente parte delle nostre tradizioni di Natale!

L'idea è carinissima, e i bambini ci si sono affezionati subito!

Io non ho mai utilizzato la frase "comportati bene perché l'elfo ti guarda", così come non ho neanche mai detto la stessa frase riferita a Babbo Natale, perché non mi piace molto mettere alle bambine questa specie di ricatto-ansia da prestazione, ma piuttosto preferisco sempre spiegare un po' meglio il perché comportarsi bene, a seconda delle situazioni e non dare questo connotato a queste tradizioni!

Ma ovviamente le mie bambine sanno che Babbo Natale porta i regali a chi si comporta bene, sarà per quello che nel mese di dicembre rigano tutti più dritto?

Scherzi a parte, non posso lamentarmi del comportamento delle mie ragazze, quindi per ora non uso questi trucchetti, ma in America sappiate che la presenza dell'Elf on the shelf trasforma tante piccole pesti in angioletti!!

Quando l'eco sulla mensola arriva in casa, i bambini devono inventarsi e dargli un nome!

Qui potete stampare il certificato di adozione di Elf on the shelf da stampare e compilare:




Il libro non è stato ancora tradotto in italiano, ma è stato fatto un libro simile che racconta una storia molto simile, un po' riadattata, lo trovate qui sotto.


 

Noi abbiamo solo l'elfo, uguale a questo!




Su Amazon trovate se volete anche il libro originale,  in inglese, corredato di elfo: