giovedì 11 luglio 2019

Pancake uova e banana, senza zucchero e senza farina


La seconda settimana di Giugno siamo stati una settimana in vacanza a Formentera.
Anche se abbiamo preso un tempo un po' così così (magari vi racconterò in un post dedicato) ovviamente ci siamo divertiti molto.

Eravamo in un villaggio, e la mattina quello che di sicuro non mancava era la varietà a colazione.
C'era veramente di tutto, dal dolce al salato, con specialità di tantissimi paesi del mondo.

La postazione della colazione più gettonata tra me e le bimbe è stata però quella di Falou, il ragazzo che preparava pancake, frittate e omelette espresse.

Di fianco poi c'erano infinite opzioni su come guarnire i pancake: sciroppo d'acero, alla fragola, alla cioccolata, zuccherini, granelle varie e cocco.

Noi andavamo sul classico, pancake e sciroppo al cioccolato! Una vera bontà!

Così a casa i pancake sono tornati di gran moda per la colazione!

Cecilia si sta appassionando tantissimo alla cucina, il merito non è solo mio ma anche del telefilm che sta seguendo da un po': Just Add Magic, la storia di tre amiche che trovano in soffitta un vecchio libro di cucina che nasconde in realtà ricette magiche capaci di ogni cosa.

Così, unita questa passione crescente e la voglia di pancake, abbiamo passato diverse colazioni a sperimentare!
LA prossima volta vi proporremo i pancake tradizionali, questi invece sono dei pancake veramente speciali e furbi, perché senza zucchero, senza farina e quindi senza glutine.
Sono preparati con soli due ingredienti: uova e banana. 

Il risultato è una vera bontà, provare per credere.

La preparazione è di una semplicità unica, a prova di bambini, e la bontà è a prova di tutti!

Io a volte me le preparo anche a merenda, quando ho uno dei mie famosi attacchi di golosità!!

Provate anche: 



e adesso vi lascio con la ricetta dei...

Pancake uova e banana
senza zucchero e senza farina



Pelate e tagliate a rotelle una banana matura. Schiacciatela con una forchetta. Aggiungete le due uova e sbattetele insieme alle uova fino ad ottenere un composto omogeneo.


Scaldate e ungete una pentola antiaderente e versate il composto a cucchiaiate, per formare dei mini pancake.
Quando vedrete che si sono rappresi, girateli e cuoceteli ancora per qualche minuto.
Andate avanti fino ad esaurimento dell'impasto.
Sono ottimi così, o guarniti con frutta, sciroppo di cioccolato, miele, panna montata, sciroppo d'acero, granella di frutta secca, o quello che vi piace di più.



mercoledì 3 luglio 2019

Ricetta stecco gelato senza gelatiera


Gelato su stecco, cremino, pinguino, ricoperto, chiamatelo come volete, ma rimarrà sempre buonissimo.

Sappiate che il gelato su stecco, uno dei ricordi dell'estate di un infinito numero di bambini di tutte le generazioni, è facilissimo da preparare a casa, non richiede assolutamente l'uso della gelatiera, è molto veloce e molto, molto ma molto buono.

Vi serviranno solo due ingredienti, e non quella sfilza infinita che trovate sul retro dei gelati confezionati!
Gli ingredienti sono panna e zucchero (poco è sufficiente, credetemi).

Se volete fare le cose uguali uguali all'originale, ma se vogliamo un po' più complicate, una volta indurito dovrete fare fondere il cioccolato a bagnomaria, versarcelo velocemente sopra e poi riporli di nuovo in freezer a solidificare, appoggiati su di un foglio di carta da forno.

Se invece vi fidate della sottoscritta e volete ricreare lo stesso delizioso sapore velocizzando il tutto, vi sarà sufficiente mettere delle gocce di cioccolata o dei pezzetti di una tavoletta di cioccolata tritata al coltello.
Vi assicuro che i gelati che vengono fuori sono buonissimi, e il procedimento è molto più veloce!

Se poi la cioccolata non vi interessa, sappiate che sono ottimi anche così.

I più virtuosi possono anche tagliare a pezzettini della frutta ed unirla alla panna montata e zuccherata, versando tutto oi dentro gli stampini.
Anche in questo caso il risultato è ottimo!

Io ho usato degli stampi in silicone perché li avevo, ma vanno benissimo anche gli stampi dei comuni ghiaccioli!

Se questa ricetta vi è piaciuta provate anche la ricetta del gelato biscotto senza gelatiera o del cornetto Algida fatto in casa, ovviamente in versione super buona e super sana!




Ricetta stecco gelato senza gelatiera

Ingredienti stecco gelato senza gelatiera:
200g di panna fresca
15g di zucchero a velo

Opzionale
40g gocce di cioccolata fondente (o 40g cioccolata fondete tagliata al coltello)
Oppure
frutta tagliata a pezzettini


Procedimento stecco gelato senza gelatiera:


 Montate la panna a neve ferma (per montare perfettamente la panna mettete il recipiente in cui la monterete mezzora prima in freezer insieme alle fruste, e togliete la panna dal frigo solo al momento di utilizzarla. Usare tutto molto freddo è il trucco per montare la panna più velocemente e facilmente).
Aggiungete lo zucchero a velo e mescolate dal basso verso l’alto per amalgamare e non smontare la panna.
Se vi piace aggiungete le gocce di cioccolata e mescolate di nuovo.
Versate la panna montata e zuccherata negli stampi dei ghiaccioli fino ad esaurimento della panna.
Mettete a congelare in freezer per almeno 2-3 ore.




lunedì 1 luglio 2019

Come insegnare ai bambini il numero di giorni di ogni mese


Confessate, voi vi ricordate il numero dei giorni di ogni mese?

Io sarò sincera, non me li ricordo, e non ricordo neanche la filastrocca che usava quando eravamo bambini, per imparare il numero di giorni di ogni mese.

Voi la sapete a memoria?

"Trenta giorni conta Novembre
con April, Giugno e Settembre
di ventotto ce n'è uno
tutti gli altri ne han trentuno."

Non chiedetemi perché, ma l'ho sempre avuta in antipatia.

Così quando da bambina ho scoperto (non ricordo di preciso come o da chi, credo da un Manuale delle Giovani Marmotte) questo come metodo per imparare il numero dei giorni di ogni mese, l'ho adottato come mio.

Lo trovo un metodo semplicissimo, bastano le mani ed il gioco è fatto.

Si stringono le mani a pugno, e si prendono in considerazione nocche e avvallamenti tra nocche.

Si inizia a contare i mesi dalla prima nocca.

Se il mese cade su una nocca, allora è di 31 giorni. Se cade su un avvallamento, è di 30 giorni (o 28 nel caso di Febbraio. 29 negli anni bisestili).



Perciò la prima nocca sarà Gennaio, l'avvallamento successivo sarà Febbraio e così via.

Come tante cose è più semplice da capire che da spiegare, il disegno poi toglierà ogni dubbio ai vostri bambini!

In pratica poi vedete che i mesi da 30 e 31 si alternano tutti, tranne nel caso di Luglio e Agosto, dove ci sono due mesi da 31 di fila!

Spero che questo metodo possa essere utile ai vostri bambini per imparare il numero di giorni di ogni mese.

E dato che per i bambini in estate i giorni sembrano scorrere diversamente che in inverno, con la scuola e i tanti impegni, perché non approfittarne per costruire un calendario fai da te con le Lego.




E ancora prima, per i bambini che vogliono imparare i giorni della settimana, ecco un gioco divertente per farlo sempre insieme all'aiuto delle Lego Duplo.