Un libro gratuito per aiutare i bambini a gestire le emozioni legate al Coronavirus

By 14:29 , , , ,




Sul sito dell'OMS, l'Organizzazione Mondiale della Sanità, è possibile scaricare un libro gratuito per bambini per aiutarli a gestire i sentimenti e le emozioni legati alla pandemia da Coronavirus.

Il libro parla di Sara, una bimba che si sente triste e impotente per quello che sta accadendo intorno a lei, e del suo incontro magico con Ario, un traghetto che la aiuterà a capire come essere utile nella lotta contro questo virus.

Questo libro è un progetto ideato dal Gruppo di Riferimento del Comitato Permanente Inter-Agenzia sulla Salute Mentale e il Supporto Psicosociale in situazioni di Emergenza (IASC MHPSS RG).

Il libro ha coinvolto esperti di tutto il mondo, oltre a genitori e persone che si occupano di bambini e bambini stessi di 104 paesi, ed è stato proprio cucito su misura dei bisogni, i chiarimenti e le emozioni dei bambini.

E' partito infatti da un sondaggio, fatto in arabo, inglese, italiano, francese e spagnolo per valutare i bisogni relativi al benessere mentale e psicosociale dei bambini durante l’epidemia di COVID-19.

Dai risultati di questo sondaggio sono stati individuati gli argomenti da trattare nella storia.
E' stata fatta leggere questa storia tra bambini di diversi paesi colpiti da COVID-19 e i commenti dei bambini e delle persone che se ne occupano sono stati utilizzati per rivedere e completare la storia.

La lettura del libro è indicata per bambini dai 6 agli 11 anni, con la presenza di un adulto che possa rispondere alle domande e alle riflessioni che può scaturire.

Il libro è scaricabile in versione pdf e in versione audiolibro dal sito Oms e dal sito IASC. Attualmente è già pubblicato in 15 lingue e ce ne sono in cantiere altre 30 versioni.

Per informazioni sulla possibilità di effettuare ulteriori traduzioni ci si può rivolgere allo IASC alla mail mhpss.refgroup@gmail.com .



Qui invece trovate la La Guida Galattica al Coronavirus per bambini curiosi, un altro libro gratuito per parlare ai bambini del Coronavirus, ascoltarli e comprenderli.

Potrebbero anche interessarti

0 commenti